Enna Press

Testata giornalistica Online

Nuove apparecchiature radiologiche per gli ospedali ASP Enna

Nuove apparecchiature radiologiche per gli ospedali ASP Enna

Con un investimento di quasi 700.000 € l’ASP di Enna procede all’ammodernamento della propria dotazione di apparecchiature radiologiche che interesserà tutti e quattro gli ospedali della Provincia.
Si tratta di quattro Telecomandati digitali di ultima generazione acquistati sul MEPA, Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione, per ciascuno dei quali è stata disposta una spesa di 173.179 €, iva compresa, che andranno a gravare sui fondi per l’epidemia COVID.
Tre dei quattro apparecchi andranno a sostituire quelli ormai obsoleti degli ospedali di Nicosia, Leonforte e Piazza Armerina, mentre il quarto saggiungerà a quello già presente all’Umberto I di Enna per infrastrutturare l’ Unità Operativa Semplice di “Radiologia di Pronto Soccorso” che sarà allocata all’interno del Pronto Soccorso, così rendendo autonoma e separata l’attività di emergenza radiologica da quella ordinaria per attività a favore di ricoverati o di quella ambulatoriale esterna.
Ciò determinerà un’abbreviazione dei tempi di attesa nel Pronto Soccorso perché i pazienti che vi ricorrono non dovranno essere inseriti nell’attività ordinaria, per la quale continuerà a funzionare l’apparecchio radiologico attualmente utilizzato sia per l’emergenza che per i ricoverati.

A breve, quando saranno conclusi i concorsi per l’acquisizione di 10 medici radiologi e del Direttore dell’Unità Operativa Complessa, all’attività di Radiologia del Pronto Soccorso saranno destinati in maniera esclusiva 3 medici che, con il già individuato Responsabile della Unità Operativa Semplice di Pronto Soccorso, dott. Roberto Di Natale, assicureranno l’immediato intervento radiologico.
“L’acquisto dei quattro Telecomandati – hanno dichiarato il direttore generale Francesco Iudica ed il direttore sanitario Emanuele Cassarà – contribuirà in maniera evidente al potenziamento ed ammodernamento tecnologico aziendale, ma soprattutto a migliorare la capacità di performance aziendale specialmente nel Pronto Soccorso di Enna, determinando una diminuzione dei tempi di attesa spesso oggi legati all’utilizzo di un solo Telecomandati per tutti gli usi radiologici.
Inoltre, con il finanziamento per la ristrutturazione del Pronto Soccorso, inoltre, per renderlo adeguato a garantire percorsi differenziati per Pazienti Covid e noCovid, determineremo una migliore logistica nell’utilizzazione degli spazi e con il prossimo acquisto di una TAC dedicata al Pronto Soccorso avremo una struttura di emergenza in grado di coniugare con l’attuale efficacia, anche una maggiore efficienza”.

Visite: 128