Enna Press

Testata giornalistica Online

Il Presidente del Consiglio Comunale Paolo Gargaglione su atto di indirizzo sui Centri Incontro Anziani

Apprendo con grande favore che l’amministrazione Dipietro, con deliberazione della giunta municipale n.129 del 28.05.2021, avente ad oggetto “Centri Incontro per gli Anziani della Città. Atto di indirizzo per la gestione.”, ha sostanzialmente, e formalmente, ripreso l’iter politico-amministrativo, voluto fortemente da me quando ero alla guida dell’assessorato alle Politiche Sociali e bruscamente interrotto alla vigilia delle ultime elezioni amministrative.
Con il predetto atto si stabilisce in ossequio del D.Lgs 117/2017, meglio conosciuto come il Codice del Terzo Settore, la futura gestione dei centri incontro anziani della nostra Città.
A tal proposito, è bene ricordare che ben 4 associazioni su 5 e specificamente le associazioni: Napoleone Colajanni, Valore degli Anni, Dell’Amicizia e Proserpina, i cui presidenti non mi stanchero’ mai di ringraziare per la fiducia accordatami, hanno già adeguato i loro statuti secondo le linee guida che vengono impartite con la succitata deliberazione.
Aggiungo, inoltre, che a seguito dell’adeguamento degli statuti, i presidenti delle menzionate associazioni ovvero Cefalù, Di Vincenzo, Bruno ed Alberto Tirrito sottoscrissero, gia’ allora, la convenzione con il Comune, identica a quella che oggi viene riproposta per la gestione dei centri.
E’ importante, nel corpo della deliberazione, il richiamo all’art. 93 comma 4 del D.Lgs 117/2017 che recita testualmente: “le amministrazioni pubbliche e gli enti territoriali che erogano risorse finanziarie o concedono l’utilizzo di beni immobili o strumentali di qualunque genere agli enti del Terzo settore per lo svolgimento delle attività statutarie di interesse generale, dispongono i controlli amministrativi e contabili di cui alla lettera e) del comma 1 necessari a verificarne il corretto utilizzo da parte dei beneficiari”.
Tale inviolabile principio, da me spiegato, fino allo sfinimento in tutte le sedi, è stato uno dei motivi che ha indotto l’associazione Don Leo Vetri ad introdurre un infinito contenzioso giudiziale contro il Comune.
Colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente il funzionario Fiorello ed il dirigente Puleo, che, anche, in questa circostanza hanno dimostrato grande competenza e professionalità. È proprio il caso di dire che il tempo è galantuomo!

Enna, 03.06.2021
Il Presidente del Consiglio Comunale
Paolo Gargaglione

Visite: 288

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *