Enna Press

Testata giornalistica Online

Il Museo Etno Antropologico e dell’Emigraione Valguarnerese festeggia i suoi primi 10 anni .

Il Museo Etno Antropologico e dell’Emigraione Valguarnerese festeggia i suoi primi 10 anni .

Era il 24 agosto 2010 quando sono state aperte le porte del novecentesco Palazzo Prato grazie alla collaborazione tra il comune di Valguarnera e l’Associazione C.B. Valguarneresi nel Mondo.

Al momento dell’apertura il museo ospitava circa 200 pezzi sulla civiltà contadina e una mostra fotografica permanente dedicata agli emigrati valguarneresi nel mondo.
Con una attenda acquisizione basata soprattutto su donazioni, la collezione museale composta da oggetti e documenti fotografici ha fatto si che il museo ad oggi è considerato il più grande della provincia di Enna, al suo interno rarissimi esemplari di macchinari industriali per la pasta e per l’olio oltre a un importante archivio documentario e fotografico sulla civiltà contadina e sulla storia dell’emigrazione.

10 anni in cui i giovani dell’Associazione Valguarneresi nel Mondo in collaborazione con il club per l’UNESCO di Enna hanno portato avanti un progetto con determinazione, per dare significato concreto all’interesse per il recupero e la valorizzazione della cultura materiale e immateriale e di ogni altra testimonianza che riguardi la vita di Valguarnera e a quell’idea di turismo come sviluppo per il paese. A tal riguardo la presenza turistica a Valguarnera è passata da circa 100 visitatori prima della nascita del museo ai 5.000 nel primo anno di attività museale facendo registrare un aumento constante dei visitatori negli anni successivi per arrivare alle 8.000 presenze nel 2018 e nel 2019, ciò dovuto anche all’apertura nel 2014 della Casa Museo Caripa. Un risultato attenuto grazie alla vivace e costante attività di promozione del territorio anche attraverso la partecipazione a conferenze internazionali dell’UNESCO.

Provando a fare una sintesi veloce i suoi visitatori totali sono stati 80.000, 60 mostre prodotte, coprodotte o realizzate in collaborazione con altre associazioni del territorio, nazionali ed internazionali, tra le più importanti (La mia Vita in Miniera con le foto di Emanuele Cicala, l’opera Grafica di Bruno Caruso Impegno Civile e Arte, Artisti per Morgantina, ecc..) diversi gli eventi culturali di notevole spessore.

Questi numeri – afferma Paolo Totò Bellone, nuovo Presidente dell’Ass.ne Valguarneresi nel Mondo – dicono che la strada intrapresa per far crescere la cultura e il turismo nel piccolo centro di Valguarnera è quella corretta. Programmazione, collaborazioni con i privati, progetti grandi e piccoli, di qualità e popolari. Questi numeri dicono anche che possiamo migliorare ancora e l’impegno è grandissimo. Il ringraziamento va ai ragazzi e alle ragazze del’Associazione (Serena, Antonella, Mariaconcetta, Giuseppe F. Vincenzo, Marco V., Valerio, Giuseppe B.,) perché dietro queste cifre ci sono il loro lavoro e soprattutto la loro passione, alle Associazioni in particolare al Club per l’UNESCO di Enna, ai gruppi e ai soggetti che hanno collaborato con noi in questi anni e che hanno investito in questo programma.
L’importante anniversario raggiunto vedrà anche la pubblicazione di un volume sulla storia del museo e della sua collezione.

Continuiamo insieme per un futuro migliore!

Visite: 232

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *