Enna Press

Testata giornalistica Online

I cantieri Uisp di Capitan Uncino hanno ripreso il via

I cantieri Uisp di Capitan Uncino hanno ripreso il via

Le telecamere di Rai Gulp sono entrate nel cantiere Uisp Civitavecchia, dove è in costruzione una barca del progetto cofinanziato da Fondazione Vodafone

Le telecamere di Rai Gulp sono entrate in uno dei cantieri dove è in costruzione una delle barche della flotta del progetto “Capitan Uncino. In mare aperto per tutte le abilità”. Il progetto nazionale prevede l’attivazione di sei laboratori sportivi, Lago D’Iseo, Ragusa, Civitavecchia, Fano (Pu), Salerno e Lecce, per 180 giovani con e senza disabilità fra i 13 e i 20 anni, con l’obiettivo di lavorare insieme alla costruzione e l’utilizzo di sei barche a vela disegnate per equipaggio misto. Il progetto è co-finanziato da Fondazione Vodafone nell’ambito del bando OSO 2019 e realizzato con la collaborazione del Settore di attività Vela Uisp.

Oggi Rai Gulp ha mandato in onda un servizio che racconta l’avventura dei ragazzi e delle ragazze impegnati a Civitavecchia. Il servizio, che andrà in replica domani, sabato 11 luglio alle 14 e sarà visibile anche su Rai Play, ha puntato i riflettori sulla bottega artigiana di Giorgio D’Andrea, mestro d’ascia vecchia maniera, che ha preso per mano questi giovani e li sta guidando nella costruzione di un vero e proprio scafo in legno.

GUARDA IL SERVIZIO DI RAI GULP SU CAPITAN UNCINO A CIVITAVECCHIA

E così la troupe di Rai Gulp, canale attento alle attività dei ragazzi, si è mossa tra resine e compensato marino ed ha realizzato una serie di interviste dalle quali emerge il carattere fortemente inclusivo del progetto. Costruire una barca di tre metri e ottanta significa fare comunità, imparare a maneggiare i materiali sino alla verniciatura, che presuppone una buona dose di creatività.

C’è un po’ di lavoro per tutti: tagliare, incollare e assemblare i vari pezzi che sono stati predisposti dalla Vela Uisp e che sono andati a comporre i vari kit di montaggio che proprio in questo periodo vedono di nuovo impegnati i ragazzi delle varie città nella costruzione degli scafi.

Infatti, dopo la pausa forzata dell’emergenza Coronavirus, i vari cantieri Uisp si sono rimessi in moto, con cautela e prudenza, osservando le varie normative di sicurezza.

Uisp Civitavecchia opera in collaborazione con l’Associazione La Bilancella Onlus e con l’Asdc Gente di Mare: “I ragazzi sono tornati al lavoro e stanno osservando ogni precauzione relativa ai Protocolli sul Coronavirus – dice Simone Assioma, presidente Uisp Civitavecchia – credo che la realizzazione finale della barca sarà fonte di soddisfazione per tutti. Prossimamente prenderà il via anche la scuola vela, in modo che i ragazzi siano pronti per il momento del varo e la discesa in acqua delle proprie barche”.

Visite: 5