Enna Press

Testata giornalistica Online

Enna: verso le elezioni amministrative: entro fine settimana il nome del candidato sindaco in opposizione all’uscente Dipietro?

Mentre il sindaco uscente Maurizio Dipietro insieme alla sua Giunta ed ai consiglieri comunali che lo sostengono continuano nella loro campagna elettorale all’insegna della compattezza e sicurezza e nel ricordare ai cittadini tutto ciò che di bene questa esperienza civica ha fatto per la città, dalla parte “antagonista” si continua nel “cantiere aperto” anche se pare che le “fondazioni” del progetto politico siano state gettate. Infatti secondo indiscrezioni nelle ultime riunioni del tavolo programmatico, l’ultimo domenica scorsa, le sei “anime” che si stanno ritrovando insieme Pd, Italia Viva, Civ.es, Movimento 5 Stelle, Nuova Cittadinanza e un altro gruppo civico, stiano definendo il programma all’insegna della serenità del rispetto reciproco. E dalla successiva riunione quella di ieri sera invece si doveva iniziare a parlare di candidature a sindaco. Le “voci di corridoio” dicono che si lavorerà su una rosa di nomi per poi trovare la figura giusta che rappresenti la sintesi di tutti i soggetti politici seduti attorno al tavolo. I tempi però cominciano a stringere ed è molto probabile che questo lavoro di “selezione” dovrà avvenire in tempi celeri. C’è chi giura che entro la fine di questa settimana possa essere ufficializzato il nome del candidato che dovrà opporsi all’uscente Maurizio Dipietro. Infatti considerando che si vota il 4 e 5 ottobre e che in Italia il mese di agosto di fatto “non esiste”, per la campagna elettorale sono rimasti si e no una quarantina di giorni effettivi. E considerando che c’è anche da costruire le liste che appoggeranno il candidato sindaco, il tempo rimasto è veramente molto risicato. Quindi se entro la fine della settimana si conoscerà il nome dell’altro candidato ad oggi sarebbero in due a contendersi la poltrona di sindaco anche se però dalla Lega non hanno confermato ma neanche smentito che dopo le polemiche scaturite dal fatto che alcuni rappresentanti del partito di Salvini sarebbero potuti essere candidati in liste in appoggio a Dipietro, dai due consiglieri leghisti in consiglio comunale Savoca e Cuci, non è stato escluso che questo partito possa correre da solo e con un suo candidato a sindaco.

Visite: 13