Enna Press

Testata giornalistica Online

Enna sopralluogo al Castello di Lombardia per intervento di pulizia delle erbacce

Con la speranza che la vita ritorni “normale” prima possibile, l’amministrazione comunale di Enna da un punto di vista del settore turistico non vuole farsi trovare impreparata. Infatti per domani l’assessore ai Beni Culturali Francesco Colianni ha previsto un sopralluogo sul posto con la ditta incaricata che si dovrà occupare delle pulizia delle erbacce dei muri di cinta del Castello di Lombardia. La pulitura è stata finanziata con risorse già in bilancio. Nelle scorse settimane erano stati rimossi inoltre cavi elettrici vetusti che penzolavano pericolosamente dai muri. Ma altri importanti interventi interessano il maniero. Tra questi il recupero delle stanze reali all’interno mentre per l’esterno è prevista la riqualificazione della cosiddetta Via Sacra che da contrada Baronessa a Enna bassa arriva sino a sotto la Rocca di Cerere. L’impegno complessivo è di circa 100 mila euro. Così la politica di valorizzazione del Castello da parte del Comune per quello che può fare secondo le sue competenze continua anche se il vero salto di qualità si potrebbe ottenere con l’eventuale passaggio dallo Stato alla Regione del bene. A tal riguardo è in discussione all’Ars una mozione presentata dai deputati autonomisti Salvatore Lentini, Pippo Compagnone e Roberto Di Mauro in cui impegna il Governo regionale “a promuovere, presso il Governo nazionale, l’acquisizione al patrimonio regionale del Parco Archeologico del Castello di Lombardia e Torre di Federico II, in attuazione delle norme dello Statuto speciale della Regione siciliana” . “In attesa che dalla Regione ci accreditino le somme per consentire gli interventi alle Stanze Reali ed alla Via Sacra noi non ci fermiamo – commenta Colianni – e così con fondi propri inizieremo la pulitura delle erbacce. Nel frattempo però lavoriamo per ampliare l’offerta turista cittadina. Entro marzo presenteremo un progetto di riqualificazione della Chiesa dello Spirito Santo mentre sta suscitando successo la nostra manifestazione di interesse per creare un percorso turistico di dimore storiche private”.

Visite: 157

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *