Enna Press

Testata giornalistica Online

Enna martedì si presenta il progetto di valorizzazione del Santuario di Papardura

Arricchire l’offerta turistica con uno dei suoi gioielli tanto prezioso quanto non adeguatamente apprezzato. E’ l’intento dell’amministrazione comunale di Enna che martedì prossimo presenterà il progetto di valorizzazione del Santuario del Santissimo Crocifisso di Papardura con il suo inserimento nel tour cittadino turistico con pagamento di un Ticket unico che ad oggi prevede la visita del Castello di Lombardia e della Torre di Federico. L’iniziativa verrà presentata pubblicamente nello stesso sito della Chiesa scavata nella Roccia, con la presenza del sindaco e l’assessore ai Beni Culturali Maurizio Dipietro e Francesco Colianni e con i rappresentanti della Congrega dei Massari da sempre custodi del sito con in testa l’attuale Depositario Santo Calzetta. Una storia che si perde nel tempo quella del Santuario sotto la giurisdizione della Parrocchia di Mater Ecclesiae che si trova in un luogo il cui nome significherebbe “località dalle acque perenni e cospicue”. La conferma arriva dal fatto che sottostante il sito attaccati ad un costone roccioso si trovano degli antichi lavatoi. Ed a custodirlo da sempre sono stati i “massari” ovvero chi sin dalle origini, ovvero, contadini e pastori abitavano le numerose grotte nella zona. Il momento più importante per il Santuario è legato alla ricorrenza del Santissimo Crocifisso a settembre a cui è legata anche la tradizione della preparazione delle “Collorelle” (cudduredde) biscottate benedette a forma di delta greca (croce santa) costituite da impasto di pane azzimo, da parte delle donne dei massari. Ma il luogo è anche il prescelto per antonomasia non solo da ennesi, per convolare a nozze. Addirittura non sono pochi coloro, per la maggior parte originari siciliani in genere che vengono da paesi stranieri per sposarsi in questo luogo suggestivo e ricco di fascino. Alcuni anni fa anche la trasmissione “A sua Immagine” su Rai uno scelse il santuario di Papardura per la ricorrenza del Santissimo Crocifisso.

Visite: 362

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *