Enna Press

Testata giornalistica Online

Emergenza Coronavirus; la lettera a "Cara Italia…." dell'ennese Silvia Vicari arriva sino a "Uno Mattina"

Una lettera “patriottica” da fare pulsare il cuore divenuta così virale in tutta Italia sino ad essere ripresa dal contenitore mattutino della rete ammiraglia Rai “Uno Mattina”. E’ quella scritta nei giorni scorsi e pubblicata sulla home page del sito del suo ateneo, dall’ennese ventitreenne Silvia Vicari studentessa universitaria al corso Magistrale in gestione dei contenuti digitali per i media alla Cattolica di Brescia che ha appunto scritto una lettera trasformata anche in un video, (ed il cui testo è letto da un’altra ragazza siciliana la leonfortese Silvia Barbera) in cui idealmente si rivolge alla sua “Cara Italia….è una studentessa qualunque che ti scrive”….sull’attuale situazione che la nazione sta vivendo. Un testo dai così forti contenuti emotivi che unisce idealmente il Nord e Sud senza nessuna distinzione divenuta una sorta di tormentone tanto da essere attenzionata dalla redazione di Uno Mattina condotto dai giornalisti Valentina Bisi e Roberto Poletti. E ieri mattina Silvia è stata ospite in collegamento Skype in una finestra della trasmissione a commentare la sua lettera insieme al famoso Storico Franco Cardini e alla giornalista economica Annalisa Bruchi. Ed ancora una volta Silvia alla domanda del perché ha voluto scrivere quella lettera ha rimarcato il concetto di Italia come unico stato. “Io sono siciliana di Enna ed amo tantissimo la mia terra e la mica città – ha detto – ma nello stesso tempo amo anche Brescia la città che da due anni mi ha adottato. E proprio per questo motivo ho fortemente sentito l’esigenza di scrivere questa lettera. Oggi più che mai in particolare tra noi giovani è importante fare esaltare il concetto di Italia (come la definisce lei nella lettera “terra in mezzo al mondo”) come unica nazione senza nessuna distinzione di tradizioni, costumi, dialetti, perché per superare questo momento drammatico c’è bisogno dell’unità da Nord a Sud senza nessuna divisione. Valore che ad onor del vero si sta vedendo. Ed io sono sicuro che sul cielo della nostra bella Italia ritornerà a splendere un arcobaleno proprio da Nord a Sud”.

Visite: 30