Enna Press

Testata giornalistica Online

Emergenza Coronavirus; Cgil, Cisl e Uil, "Un tavolo permanente con il Sindaco di Enna"

ISTITUZIONE TAVOLO PERMANENTE TRA OO.SS E SINDACO DI ENNA
La crisi epidemiologica da COVID-19 che sta colpendo in maniera drammatica il nostro
Paese sta incidendo fortemente sulla vita di tutta la popolazione e sta richiedendo uno sforzo
immane in termini di risorse umane, economiche e sociali.
In particolare la provincia di Enna, come è noto ormai da tempo, vive una controversa
stagione economica e sociale contraddistinta da arretramento e marginalizzazione, per cui si
registra già una percentuale abbastanza considerevole di povertà – sia assoluta che relativa –
e un tasso di disoccupazione pari a circa al 35%.
Da parte di tutti i livelli istituzionali è richiesta l’adozione di misure economiche e sociali in
grado di contenere la diffusione del disagio, ma a fronte di ciò a parte lo sforzo dei comuni e
qualche somma molto esigua proveniente dal Governo Regionale e Nazionale, non si
registrano stanziamenti straordinari di aiuto alle amministrazioni locali in modo da poter
fronteggiare tutte le esigenze dei cittadini e delle cittadine. E’ quello che è emerso dal
Tavolo di confronto che si è tenuto con i mezzi telematici ed è stato richiesto dai Segretari
delle OO.SS – Scornavacche, Petralia e Mudaro, rispettivamente della CGIL CISL UIL – al
Sindaco di Enna, Maurizio Di Pietro, sugli inevitabili risvolti sociali, economici e produttivi
per il nostro territorio a causa dell’emergenza sanitaria.
La platea classica dei fruitori dei servizi sociali, ha dichiarato il Sindaco Di Pietro, si è
necesseriamente allargata. Per questo con le somme del bilancio comunale riusciremo a
coprire un breve periodo, nella speranza che le risorse stanziate dal Governo Nazionale e dal
Governo regionale arrivino presto per poter continuare a garantire i servizi essenziali e di
prima necessità.
I Segretari di CGIL CISL UIL hanno evidenziato la necessità che l’INPS attivi subito i
pagamenti degli ammortizzatori sociali richiesti dalle aziende e delle domande di sostegno
al reddito previste dal Governo Nazionale per permettere ai lovoratori e lavoratrici e ai
cittadini e cittadine di avere una boccata di ossigeno.
Importante, in tale direzione, è stato il risultato prodotto dalla convenzione sottoscritta tra le
parti sociali e l’Associazione bancaria italiana e grazie alla quale milioni di lavoratori
potranno vedersi riconoscere dalle banche una rapida anticipazione dell’importo del
trattamento d’integrazione salariale che gli spetta con condizioni di massimo favore per
evitare costi a carico dei lavoratori.
Ciò certamente non è sufficiente, e nella completa intesa tra le OO.SS e il Sindaco si è
deciso di attivare un Tavolo permanente territoriale che oggi servirà ad affrontare le
situazioni ed avviare un confronto immediato sulle modalità sociali ed economiche per
fronteggiare l’emergenza ma che in una seconda fase – di cui si spera presto – sarà
trasformato in Tavolo per la ripresa produttiva, economica e sociale della provincia di
Enna con le forze istituzionali, datoriali e sociali presenti sul territorio.
Il messaggio lanciato congiuntamente dai Sindacati e dal Sindaco di Enna è chiaro, va
prodotto uno schock economico con l’immissione di liquidità immediata e con lo sblocco
senza inutili burocrazie delle somme già conosciute, come ad esempio quelle di Agenda
Urbana.
Inoltre, avendo l’esigenza prioritaria di evitare il più possibile la diffusione del contagio all’
esterno dei servizi sanitari e, considerati i recenti dati che vedono la provincia di Enna al
primo posto per numero di contagi in rapporto alla popolazione provinciale, le OO.SS hanno
chiesto al Sindaco di Enna la possibilità di adottare delle misure di prevenzione mettendo a
disposizione dei lavoratori impegnati nei percorsi Covid 19 strutture albergiere e/o altre
strutture idonee al fine di evitare spostamenti sul territorio provinciale e assicurare la salute
pubblica.
F.to
Cgil Enna Cisl AgClEn Uil ClEn
Nunzio Scornavacche Carmela Petralia Vincenzo Mudaro

Visite: 9