Enna Press

Testata giornalistica Online

Coronavirus, agricoltura, Caputo (FI) presenta mozione al Governo: "Si autorizzino coltivazioni di terreni anche fuori i comuni di residenza per evitare l'aumento di prezzi, rischio incendi e collasso economico"

Coronavirus, agricoltura, Caputo (FI) presenta mozione al Governo: “Si autorizzino coltivazioni di terreni anche fuori i comuni di residenza per evitare l’aumento di prezzi, rischio incendi e collasso economico”
Palermo, 18/04/2020: “Ho presentato una mozione con carattere d’urgenza per chiedere un provvedimento dell’intera giunta di Governo che autorizzi gli agricoltori siciliani a recarsi nei loro terreni, anche se situati in comuni diversi da quello di residenza, per potere riprendere le coltivazioni, anche al fine di evitare il rischio di sanzioni, atteso che i singoli provvedimenti emessi da alcuni Amministratori potrebbero non essere condivisi dalle forze di polizia, in quanto resterebbero limitati al territorio di appartenenza”. Così afferma l’on. Mario Capito, deputato del Gruppo di Forza Italia all’Assemblea Regionale Siciliana e componente della Commissione Attività produttive, che unitamente al gruppo parlamentare e condiviso dal Presidente Gianfranco MIccichè, ha promosso tale iniziativa rivolta al Presidente Musumeci e all’Assessore alla Agricoltura, Edy Bandiera.
“I provvedimenti adottati dal Governo nazionale e condivisi dal Governo regionale al fine di contenere la diffusione del Coronavirus – continua il Parlamentare – in Sicilia hanno determinano la sospensione della maggior parte delle attività produttive, con una pesantissima ricaduta all’interno del comparto agricolo, il forzato abbandono della campagna e il conseguente blocco di tutte le attività, anche di media dimensione e a conduzione familiare. Alto inoltre è il rischio di incendi a causa delle già elevate temperature. E’ necessario che il Governo siciliano adotti un’ordinanza a carattere di urgenza che aldilà di sporadiche e lodevoli iniziative di singoli amministratori, assicuri un indirizzo univoco in tutto il territorio siciliano con regole certe e chiare”.

Visite: 6