Enna Press

Testata giornalistica Online

Cantieri Anas: costituito in Sicilia dalla struttura territoriale Anas e dai sindacati Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea regionali tavolo di monitoraggio su progetti e lavori

Cantieri Anas: costituito in Sicilia dalla struttura territoriale Anas e dai sindacati Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea regionali tavolo di monitoraggio su progetti e lavori

Palermo, 12 giu- I sindacati regionali degli edili di Cgil, Cisl e Uil e la struttura territoriale dell’Anas hanno costituito un tavolo permanente di monitoraggio e di informazione sui progetti e sui cantieri in corso in Sicilia. Il tavolo interverrà non solo sui singoli appalti, ma anche sulla pianificazione e sui programmi di intervento relativi alle strade statali delle macro aree (centro occidentale, e centro orientale) e anche sulla rete autostradale che va da Mazara del Vallo a Catania. Saranno in questa sede anche esaminati l’andamento degli infortuni e delle malattie professionali denunciati, l’applicazione delle norme su salute e sicurezza, le verifiche contributive e della congruità, la situazione occupazionale e lo stato dei rapporti con le istituzioni e con gli enti bilaterali. L’iniziativa è scaturita da un incontro tra i segretari regionali di Feneal, Filca e Fillea, Francesco Di Martino, Paolo D’Anca e Mario Ridulfo, il responsabile regionale Anas Valerio Mele e i dirigenti per la gestione rete e dell’area progettazione realizzazione dei lavori. Nel corso dell’incontro la direzione regionale Anas ha fornito un quadro dello stato dei cantieri in corso, dei progetti e delle iniziative.
In Sicilia, le opere finanziate da Anas prevedono un investimento complessivo pari a 4,4 miliardi, ripartiti tra manutenzione programmata e nuove opere. Per quanto riguarda gli interventi di manutenzione programmata, il valore dell’investimento complessivo è pari a quasi 1,2 miliardi di euro, ripartiti su 377 interventi.Di questi, 65 sono gli interventi attualmente in corso, per 185 milioni di euro.Gli interventi in progettazione ammontano 180, per un investimento complessivo pari a quasi 800 milioni di euro. Gli interventi di prossimo avvio, che saranno attivati entro quattro mesi, sono 91, per un investimento di oltre 100 milioni di euro. In particolare, tra gli interventi di manutenzione programmata di prossimo avvio si segnalano: sull’autostrada A19 “Palermo-Catania”, gli interventi di ripristino del piano viabile dal km 72,800 a Catania, in entrambe le carreggiate, per 7 milioni di euro, gli interventi di adeguamento delle barriere laterali di sicurezza tra il km 14,000 e il km 26,000, in entrambe le carreggiate, per 6,6 milioni di euro, l’installazione di sistemi Smart Road dal km 142,500 a Catania, per 5 milioni di euro. Sulla Tangenziale Ovest di Catania, gli interventi di adeguamento delle barriere laterali di sicurezza, per 10 milioni di euro;
sulla strada statale 114 “Orientale Sicula”, i lavori di ricostruzione del ponte “Agrò”, al km 35, per un investimento di 9 milioni di euro; sulla strada statale 115 “Sud Occidentale Sicula”, il risanamento strutturale e l’adeguamento degli impianti tecnologici della galleria “Garebici” al km 162, per 4,5 milioni di euro, e il rifacimento del ponte “Cassibile” al km 392,400, per 1,1 milioni di euro; sulla strada statale 115 quater, gli interventi di manutenzione programmata delle pile del viadotto Akragas I, primo stralcio, per 2,5 milioni di euro; sulla strada statale 118 “Corleonese Agrigentina”, la sostituzione delle barriere di sicurezza su viadotti, per quasi 2 milioni di euro;
sulla strada statale 124 “Siracusana”, gli interventi di ripristino funzionale del viadotto al km 56,500 (Variante di Buccheri), per 1,1 milioni di euro;
sulla strada statale 626 “Della Valle del Salso”, gli interventi di risanamento strutturale delle solette tra impalcati e la sostituzione dei giunti di dilatazione del viadotto “Capodarso”, per 2,3 milioni di euro.
Tra gli interventi di manutenzione programmata di prossimo avvio si segnalano, infine, gli interventi di rifacimento del piano viabile e della segnaletica orizzontale delle strade statali 115, 115 ter, 115 quater, 118, 122, 122 ter, 123, 189, 190, 410, 410 dir, 557, 576, 640 e 644, per 5,7 milioni di euro. Per quanto riguarda invece le nuove opere, il valore dell’investimento complessivo è pari a 3,2 miliardi per 18 interventi.Di questi, 7 sono gli interventi in corso, per un investimento complessivo pari a 1,550 miliardi di euro. Gli interventi in progettazione totalmente finanziati sono otto, per circa 1,4 miliardi di euro.
Gli interventi di prossimo avvio ammontano invece a oltre 300 milioni di euro, così ripartiti:
il tratto A della Licodia Eubea, per 118 milioni di euro; l’ammodernamento e sistemazione della strada statale284 “Occidentale Etnea”, lotto 2 (Bronte-Adrano), per quasi 65 milioni di euro;il completamento e l’integrazione dei lavori di ammodernamento e sistemazione del tratto compreso tra il km 38,700 e il km 42,600 della strada statale 117 “Centrale Sicula”, per 120 milioni di euro.

Visite: 11