Enna Press

Testata giornalistica Online

Calcio le comunicazioni del Comitato provinciale Figc

1.1. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D.

COMUNICATO UFFICIALE n. 310 del 18 maggio 2021
Si pubblica il Comunicato Ufficiale n. 244/A della FIGC, inerente disposizioni derogatorie degli articoli 17, 18 e 20 NOIF, per le Società dilettantistiche e del Settore Giovanile e Scolastico, valevoli per la stagione sportiva 2021/2022

COMUNICATO UFFICIALE N. 244/A

Il Consiglio Federale
– nella riunione 17 maggio 2021;
– vista la nota in data 12 maggio 2021, con la quale la Lega Nazionale Dilettanti, rappresentando il perdurare dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, ha evidenziato l’opportunità di porre in essere, anche in deroga alle disposizioni vigenti, misure che possano agevolare e favorire soluzioni dirette a salvaguardare il patrimonio calcistico in ambito dilettantistico;
– ritenuto condivisibile lo spirito della proposta avanzata dalla Lega Nazionale Dilettanti, tenuto conto del contesto socio economico particolarmente difficile che caratterizza il nostro paese;
– valutato opportuno intervenire, limitatamente alla realtà dilettantistica e di settore giovanile, sui termini di presenta zione delle domande di cambio di denominazione, di trasferimento di sede sociale, di fusione, scissione e conferimento di azienda e sulle condizioni per procedere a dette operazioni, introducendo disposizioni derogatorie agli articoli 17, 18 e 20 delle N.O.I.F., valevoli per la stagione sportiva 2021/2022;
– visto l’art. 27 dello Statuto Federale;
su proposta del Presidente Federale e d’intesa con la Lega Nazionale Dilettanti
h a d e l i b e r a t o
ai fini del cambio di denominazione, del trasferimento di sede, di fusione, di scissione e di conferimento di azienda per società dilettantistiche e del settore giovanile e scolastico (di seguito società), si applicheranno le seguenti disposizioni in deroga agli artt. 17, 18 e 20 delle N.O.I.F. , per la stagione sportiva 2021/2022:
1) sarà consentito alle società presentare domanda di cambio di denominazione, di trasferimento di sede, di fusione, di scissione e di conferimento di azienda entro il 26 luglio 2021;
2) il trasferimento di sede sarà consentito alle seguenti condizioni: a) la società deve essere affiliata alla F.I.G.C. da almeno una stagione sportiva; b) la società deve trasferirsi in Comune confinante o, anche in Comune non confinante, purché situato entro un raggio di 20 chilometri, nella stessa provincia o in provincia confinante, all’interno della stessa Regione;
3) non si applica il vincolo del mancato trasferimento di sede nelle due stagioni sportive precedenti;

4) le società oggetto di fusione, la società oggetto di scissione ovvero la società conferente devono essere affiliate alla F.I.G.C. da almeno una stagione sportiva e non si applica per tali operazioni il vincolo delle mancate effettuazioni di fusioni, di scissioni o di conferimenti di azienda. nelle due stagioni sportive precedenti.

Restano salve tutte le altre disposizioni non derogate dalle presenti.
COMUNICATO UFFICIALE n. 264 del 19 aprile 2021
Si rende noto che, a far data dal 1° Luglio 2021, per le Società non professionistiche e per i tesserati delle Società non professionistiche entrerà in vigore l’art. 53 del nuovo Codice di Giustizia Sportiva, così come previsto dalle “Disposizioni transitorie” dell’art. 142 del Codice di cui al Comunicato Ufficiale F.I.G.C. n. 201/A del 20 Maggio 2020.
Le Società dovranno comunicare un indirizzo di posta elettronica certificata quale dato obbligatorio per procedere all’affiliazione o al suo rinnovo.
I tesserati delle Società non professionistiche, all’atto del tesseramento o del rinnovo dello stesso, dovranno comunicare l’indirizzo di posta elettronica certificata della Società per la quale si tesserano. Tale comunicazione sarà condizione per il tesseramento.

CIRCOLARE N° 135 pubblicata il 4 giugno 2021
In allegato si trasmettono per opportuna conoscenza le decisioni del Tribunale Nazionale Antidoping – Sig. Andrea Sauro, Sig. Filippo Sauro, Sig. Pietro Sassi, Sig.ra Daniela Fattori, Sig. Sebastiano Massegnan e Sig. Davide Lipari.

1.2. COMUNICAZIONI DEL COMITATO REGIONALE SICILIA

INDICAZIONI GENERALI PER LA RIPRESA DELLE SESSIONI DI ALLENAMENTO COLLETTIVO E DELLE ATTIVITA’ SPORTIVE DI SQUADRA, DI BASE ED AGONISTICHE (TORNEI E CAMPIONATI) DILETTANTISTICHE E GIOVANILI
Si informano le Società che sulle “NEWS” del nostro sito ufficiale è pubblicato quanto in oggetto specificato

AGGIORNAMENTO ORARIO EFFETTUAZIONE TAMPONI PRESO GLI HUB DRIVE IN DELL’ASP DI AGRIGENTO
Si comunicano nuovi orari per l’effettuazione dei test rapidi presso gli HUB DRIVE IN della nostra provincia:
I DRIVE IN saranno aperti solo i giorni feriali dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9,00 alle 13,00.
Restano confermate le procedure per la richiesta da parte di quanti interessati e il ritiro dei tamponi da parte dei medici sociali.

CORSO PER COLLABORATORE DELLA GESTIONE SPORTIVA
Con C.U. N. 251 del 21 Maggio 2021 è stato pubblicato il Pre-bando e scheda di pre-iscrizione per un eventuale Corso per Collaboratore della Gestione Sportiva che avrà luogo nel periodo da Ottobre 2021 in poi.
Il Bando ufficiale verrà pubblicato sul sito del Settore Tecnico F.I.G.C. non appena raggiunto il numero minimo di 25 iscritti.

INDIRIZZI E NUMERI UTILI
Gli indirizzi ed i numeri utili delle Società affiliate potranno essere reperiti sui siti sicilia.lnd.it oppure www.lnd.it accedendo all’“Area Società” per mezzo della propria “ID” e “Password”, optando per la voce “Dati Societari” e scegliendo successivamente nel menu a tendina, ”Interrogazioni/Società”. Questa funzione mostra l’elenco filtrabile per Denominazione, Comune, Provincia delle società LND con i relativi riferimenti (indirizzo, telefono, fax).

CIRCOLARI E COMUNICATI UFFICIALI L.N.D./F.I.G.C.
Si invitano le Società a prendere visione delle Circolari ed i Comunicati Ufficiali diramati dalla L.N.D./F.I.G.C. che sono consultabili sul sito www.lnd.it

MODIFICHE REGOLAMENTARI “CARTE FEDERALI”
Poiché sono intervenute numerose variazioni attinenti, soprattutto, le norme dello Statuto Federale, delle N.O.I.F., del Codice di Giustizia Sportiva, del Settore Tecnico, etc…le Società tutte sono invitate a prenderne atto e conoscenza consultando, oltre i Comunicati Ufficiali di questo C.R., le Carte Federali inserite nel sito della L.N.D., cliccando la voce “Comunicazioni” e, successivamente “CARTE FEDERALI”.

RICHIESTE COMMISSARI DI CAMPO
Si informano le Società che le richieste di Commissari di Campo vanno inoltrate a questo Comitato entro il martedì antecedente la disputa della partita, con allegata la ricevuta del Bonifico di Euro 100,00 comprensivo di ogni diritto.

MINUTO DI RACCOGLIMENTO
Si ricorda che la Segreteria Federale ha segnalato che ogni richiesta per l’effettuazione del minuto di raccoglimento deve essere inoltrata alla F.I.G.C. per il tramite di questo Comitato Regionale della Lega Nazionale Dilettanti.
Tali richieste debbono essere ben motivate e circostanziate (Dirigenti regolarmente tesserati e risultanti agli atti depositati presso il Comitato Regionale Sicilia) e non possono, in ogni caso, essere valutate dagli Ufficiali di Gara.

1.3. UFFICIO ATTIVITÀ GIOVANILE SUL TERRITORIO

COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C.

Sul sito di questo C.R. è possibile scaricare il Protocollo pubblicato dalla FIGC in data odierna con le indicazioni generali per la ripresa delle sessioni di allenamento collettivo e delle attività sportive di squadra, di base ed agonistiche (tornei e campionati), dilettantistiche e giovanili (ivi compresi il Beach Soccer, il Calcio a Cinque, il Calcio Paralimpico e Sperimentale), non regolamentate dai protocolli che disciplinano le competizioni di preminente interesse nazionale, finalizzate al contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. S.G.S.

RADUNI DI GIOVANI CALCIATORI
Si rammenta che le Società devono richiedere al Comitato territorialmente competente autorizzazione ad organizzare il singolo raduno inviando la richiesta con l’indicazione del Responsabile Tecnico e del Responsabile Organizzativo e fornendo le informazioni necessarie allo svolgimento delle attività tecniche che coinvolgono i giovani calciatori o le giovani calciatrici, secondo quanto specificatamente indicato nel Comunicato Ufficiale n°1 del SGS, di cui si allega lo stralcio.
Resta inteso che le modalità organizzative del raduno dovranno tenere in considerazione tutte le limitazioni e le procedure indicate nei protocolli e nelle linee guida vigenti per lo svolgimento dell’attività di allenamento.
Ricordiamo che oltre alle informazioni necessarie allo svolgimento della parte tecnica del raduno, la comunicazione dovrà riportare l’elenco dei giovani sottoposti a prova che dovrà essere trasmesso al Comitato territorialmente competente almeno 4 giorni prima dello svolgimento del raduno stesso.
In assenza della prevista documentazione il raduno dovrà essere annullato e l’attività dovrà essere considerata non autorizzata, e nel caso si dovrà procedere alla trasmissione degli atti ai competenti organi disciplinari e di indagine per attivare le relative procedure.
Nel ringraziare per il supporto, qualora fosse necessario ricevere ulteriori informazioni o chiarimenti Vi invitiamo a contattare l’Ufficio Attività di Base presso lo scrivente Settore Giovanile e Scolastico.

…OMISSISS…

RADUNI E PROVINI PER GIOVANI CALCIATORI

RADUNI GIOVANI CALCIATORI
Le Società affiliate alla FIGC ed operanti nel Settore Giovanile e Scolastico possono organizzare, previa autorizzazione, raduni selettivi per giovani calciatori di età non inferiore ai 12 anni compiuti nell’anno in cui ha inizio la stagione sportiva (ovvero fino ai nati nel 2008 e non per i nati nel 2009) e non superiore al limite massimo previsto per la categoria “Allievi”.
Vengono considerati “Raduni di selezione”, le attività organizzate dalle società (in proprio o in collaborazione con altri club affiliati alla FIGC), durante le quali vengono coinvolti in gruppo giovani calciatori tesserati per altre società.
Possono partecipare a tali raduni solo i calciatori tesserati per società operanti nella stessa regione o in provincia limitrofa a quella della località in cui si svolge il raduno selettivo, seppur di diversa regione.
Per le categorie “Esordienti” e “Pulcini”, non è consentito dar luogo a selezioni precoci.
Le società affiliate, che nel corso della corrente stagione sportiva intendano organizzare Raduni di selezione, entro e non oltre il 30 Novembre 2020 sono tenute a richiedere preventiva autorizzazione, per il tramite del Comitato Regionale LND territorialmente competente, al Settore Giovanile e Scolastico
della FIGC che provvederà a concedere la relativa autorizzazione.
I requisiti richiesti sono i seguenti:
__ possesso dei requisiti minimi per il Riconoscimento come “Scuola di Calcio”;
__ presenza di un tecnico con qualifica federale nel gruppo squadra in cui viene inserito il giovane;
__ situazione disciplinare adeguata – relativamente a tecnici e dirigenti della società.

Il raduno di selezione deve essere organizzato in modo che i giovani calciatori coinvolti lo vivano in modo “positivo”, senza eccessivi stress, mettendo in condizione i giovani di esprimere le proprie qualità.
Per l’organizzazione dei raduni selettivi la Società interessata deve richiedere preventiva autorizzazione
al Comitato Regionale competente per territorio tenendo conto delle seguenti limitazioni riferite ai raduni fuori della propria regione di appartenenza (in collaborazione con altra società):
– per le società professionistiche MASSIMO 1 RADUNO PER PROVINCIA
– per le società dilettantistiche MASSIMO 4 RADUNI PER STAGIONE SPORTIVA
La richiesta di autorizzazione deve pervenire al Comitato Regionale territorialmente competente almeno dieci giorni prima del giorno di effettuazione del raduno, con lettera a firma del legale rappresentante o del Responsabile del Settore Giovanile, e deve specificare:
a)_ se il raduno è organizzato “in proprio” dalla Società richiedente o per conto od in collaborazione con un’altra consorella (in quest’ultima ipotesi vanno acquisite agli atti del Comitato anche le attestazioni della Società cointeressata);
b)_ i nominativi del Dirigente e del Tecnico responsabili dell’organizzazione del raduno per conto della Società richiedente (ed eventualmente di quelli delle Società co interessate) opportunamente tesserati per le rispettive società;
c)_ categorie e classi d’età interessate, indicando per ciascuna l’elenco nominativo dei partecipanti
e trasmetterlo ai Comitati Regionali di riferimento entro i 4 giorni precedenti al raduno;
d)_ sede del raduno, con indicazione dell’impianto di gioco omologato, che dovrà essere coincidente
con la sede della società richiedente;
e)_ la data e l’orario del raduno che dovrà tener conto degli obblighi scolastici dei ragazzi;
f)_ modalità di svolgimento del raduno e modalità di selezione previste (p.e. svolgimento di una gara della durata di 2 tempi di 35’ ciascuno);
g)_ il nominativo del medico presente durante il raduno.

In occasione di tali raduni, ad ogni giovane calciatore deve essere garantita la partecipazione per un tempo di gioco adeguato (p.e. almeno metà gara ufficiale), pertanto la partecipazione dovrà essere limitata ad un numero di giocatori e di categorie adeguato alla durata del raduno stesso.
Ai raduni possono partecipare soltanto giovani calciatori tesserati per Società della FIGC operanti nella
stessa regione o in provincia limitrofa a quella della località in cui si svolge il raduno, seppur di diversa regione, muniti del necessario “nulla osta” rilasciato dalla società di appartenenza.
È assolutamente vietato il coinvolgimento di persone non tesserate, le quali, pertanto, non possono aver accesso né agli spogliatoi né al recinto di gioco. I Comitati Regionali territorialmente competenti devono rilasciare le prescritte autorizzazioni, d’intesa con il Settore Giovanile e Scolastico, soltanto dopo aver accertato l’espletamento di tutte le formalità da parte delle Società richiedenti e devono esercitare, comunque, una azione di controllo del rispetto della normativa suddetta, disponendo, se necessario, nei confronti di eventuali trasgressori, il relativo deferimento ai competenti organi disciplinari.
I Comitati Regionali territorialmente competenti debbono comunicare almeno 5 giorni prima della data di effettuazione del raduno, al Settore Giovanile e Scolastico, tutte le notizie e la documentazione ad esso relative.

PROVINI PRESSO LE SOCIETÀ
(giovani calciatori sottoposti a prova)
Vengono considerati “Provini”, le modalità con cui una società, convoca un giocatore di altra società presso la propria struttura per “sottoporlo a prova”, prevedendo l’inserimento in un proprio gruppo squadra.
Le società affiliate, che nel corso della corrente stagione sportiva intendano sottoporre a prova giovani calciatori di età inferiore agli anni 16, sono tenute a richiedere preventiva autorizzazione, per il tramite del Comitato Regionale territorialmente competente, al Settore Giovanile e Scolastico della FIGC che provvederà a concedere la relativa autorizzazione tenendo in considerazione le seguenti necessarie condizioni:
1._ società possono sottoporre a prova un giovane calciatore di età compresa tra i 12 anni anagraficamente compiuti nell’anno in cui ha inizio la stagione sportiva (non per i nati nel 2009) ed i 16 anni, previo rilascio di regolare “nulla osta” da parte della società di appartenenza e che il giovane calciatore sia residente nella medesima regione o in provincia limitrofa alla sede della Società, seppur di diversa regione;
2._ soltanto alle società che dimostrano di essere in possesso dei sotto indicati requisiti può essere concessa la possibilità di sottoporre a “prova” giovani calciatori di età compresa tra i 10 anni compiuti ed i 12 anni residenti nella medesima regione, o in provincia limitrofa alla sede della Società, seppur di diversa regione, e/o giovani calciatori di età compresa tra i 12 e i 16 anni provenienti da altra regione.

I requisiti richiesti sono i seguenti:
__ possesso dei requisiti minimi per il Riconoscimento come “Scuola di Calcio”;
__ presenza di un tecnico con qualifica federale nel gruppo squadra in cui viene inserito il bambino;
__ situazione disciplinare adeguata – relativamente a tecnici e dirigenti della società;
__ presenza di un esperto di aspetti socio-relazionali, ai fini di una più compiuta valutazione

sull’inserimento del bambino nel gruppo-squadra ed a testimonianza del clima educativo che comunque dovrà caratterizzare il contesto in cui ci si trova (es. Psicologo dello Sport).

Le società devono attenersi alla seguente procedura:
__ Le società che intendono “sottoporre a prova” un giocatore, chiedono autorizzazione preventiva (all’inizio della Stagione Sportiva e comunque entro e non oltre il 30 novembre 2020) in base ai requisiti sopraindicati, al Settore Giovanile e Scolastico (e per conoscenza al Comitato Regionale LND e al Coordinatore Federale Regionale SGS di appartenenza), con lettera a firma del legale rappresentante o del Responsabile del Settore Giovanile;
__ il Settore Giovanile e Scolastico, autorizza la società richiedente tramite la pubblicazione entro il 15 Dicembre di un comunicato ufficiale nazionale, che potrà essere aggiornato nel corso dell’anno;
__ nel corso della Stagione Sportiva la società (preventivamente autorizzata) che intende “provare” giovani calciatori deve inviare comunicazione informativa solo ed esclusivamente al Presidente del Settore Giovanile e Scolastico entro 24h precedenti dallo svolgimento della “prova” senza necessità di ricevere ulteriore autorizzazione;
__ alla fine di ogni mese, le società devono inviare al Settore Giovanile e Scolastico un report dei calciatori che hanno “sottoposto a prova”, suddivisi per fascia d’età e gruppo-squadra.
Le società autorizzate a sottoporre a prova i giovani calciatori in età compresa tra i 10 e i 12 anni, possono utilizzare i giovani anche in occasione di gare amichevoli e/o Tornei Nazionali o Internazionali della categoria Esordienti nel numero massimo di tre calciatori, ovviamente, per poter usufruire di tale opportunità, la società deve aver ottenuto la necessaria autorizzazione all’inizio della stagione sportiva e rispettare le procedure sopra indicate.
Le società già autorizzate a sottoporre a prova i giovani calciatori nella stagione sportiva 2019/2020, mantengono l’autorizzazione a sottoporre a prova i giovani calciatori anche nella corrente stagione sportiva, purché rinnovino la loro richiesta entro e non oltre il 30 Settembre 2020, con le informazioni necessarie di cui sopra.
Qualora non fosse effettuato il rinnovo alla società richiedente verrà revocata l’autorizzazione per l’intera stagione sportiva.

COMUNICATO UFFICIALE n.80 dell’11 maggio 2021
ATTIVITÀ PROMOZIONALI ORGANIZZATE DALLE SOCIETÀ 2021
A seguito della pubblicazione del recente Protocollo e delle relative Linee Guida per lo svolgimento dell’attività collettiva e di squadra per l’attività dilettantistica e giovanile, con il presente Comunicato Ufficiale vengono confermate le norme e le indicazioni per quanto attiene lo svolgimento dei Camp Estivi e gli Open Day come previsto dal CU n.1 SGS, che di seguito specifichiamo sinteticamente.
In considerazione dell’attuale situazione epidemiologica relativa alla diffusione del virus Sars-Covid2, le attività di Centro/Camp Estivo e dell’Open Day devono attenersi a quanto previsto dalle specifiche linee guida governative relative all’emergenza COVID-19 in merito alla ripresa delle attività in sicurezza e ad eventuali ulteriori disposizioni vengano emanate dal Governo e/o dagli enti locali territorialmente competenti che possano trovare applicazione nell’ambito dell’organizzazione del Camp/Centro Estivo
e/o dell’Open Day.

CENTRI ESTIVI/CAMP ESTIVI 2021
Tutte le società affiliate che svolgono la propria attività all’interno della FIGC, possono autonomamente organizzare Centri Estivi o Camp Estivi aperti anche a soggetti non tesserati per la propria Società le cui finalità ludico-motorie, di avviamento o perfezionamento tecnico e le relative attività siano in linea con i princìpi educativi promossi dal Settore Giovanile e Scolastico della FIGC.
Non è pertanto consentito che i Centri Estivi o i Camp Estivi abbiano finalità di selezione di giovani calciatori/calciatrici.
Al fine di tutelare gli standard qualitativi federali le Società affiliate sono tenute a comunicare al Coordinatore Federale Regionale del Settore Giovanile e Scolastico territorialmente competente, apposita informazione di inizio delle attività in oggetto, utilizzando esclusivamente il modulo allegato da inviare tramite posta elettronica ai consueti indirizzi.
Qualora i Centri Estivi o Camp Estivi vengano organizzati in differenti regioni la mail dovrà essere inviata direttamente al Settore Giovanile e Scolastico Nazionale, ai seguenti indirizzi di posta elettronica:
sgs.segreteria@figc.it

sgs.attivitadibase@figc.it

In deroga ai previsti 30 giorni stabiliti in via ordinaria nel CU SGS n.1 della corrente stagione sportiva, la comunicazione dovrà essere effettuata almeno 15 giorni prima dell’inizio delle attività del Centro/Camp, seguendo le procedure esposte nel CU n.1 SGS di cui si allega uno stralcio, ed utilizzando il Modulo Fac-Simile allegato, prevedendo l’inizio dell’attività dei Camp Estivi il 7 Giugno, anziché il 10 come precedentemente indicato.
I Coordinatori Federali Regionali del Settore Giovanile e Scolastico pubblicheranno sulle pagine regionali del sito web FIGC (https://www.figc.it/it/giovani/territorio/mappa-del-territorio/) e tramite i consueti strumenti di comunicazione ufficiale, apposita nota informativa con elenco dei Centri/Camp Estivi organizzati dalle Società affiliate alla FIGC e regolarmente comunicati.

OPEN DAY 2021
Tutte le società affiliate che svolgono la propria attività all’interno della FIGC, possono autonomamente organizzare OPEN DAY aperti solo ed esclusivamente a soggetti non tesserati per alcuna Società le cui finalità sono orientati a promuovere la propria attività e favorire la conoscenza del proprio club, della propria struttura e della propria organizzazione, oltre che del proprio staff.
Non è pertanto consentito che i Centri Estivi o i Camp Estivi abbiano finalità di selezione di giovani calciatori/calciatrici.
Qualora una Società abbia intenzione di organizzare uno o più OPEN DAY, è tenuta a darne comunicazione al Coordinatore del Settore Giovanile e Scolastico territorialmente competente, indicando luogo, periodo e tipologia dell’evento organizzato, utilizzando il Modulo Fac-Simile allegato.C

Estratto dal C.U. n°3 – Circolare n.1 Attività Agonistica

AUTORIZZAZIONE TORNEI

Questo Comitato Regionale ha autorizzato lo svolgimento del seguente torneo:

Torneo Reg.le Elite Trophi 12/13 giu. ’21 ctg Esord.M. soc. Sportland 2000

1.4. COMUNICAZIONI DELLA DELEGAZIONE PROVINCIALE

1.4.1. ORARI DI RICEVIMENTO UFFICI DELEGAZIONE

Si comunicano, di seguito, gli orari di ricevimento degli uffici della Delegazione di Enna:

Lunedì 09:30-13:00 14:00-15:30
Martedì 09:00-14:00 chiusura
Mercoledì 09:30-13:00 14:30-16:00
Giovedì 09:30-13:00 14.30-16.00
Venerdì 09:00-13:00 14.00-15.30
Sabato Chiusura

Si avvisano le gentili società che, a causa del prolungarsi delle restrizioni legate al COVID-19, gli uffici della Delegazione Provinciale resteranno chiusi al pubblico fino a nuova comunicazione. Restano tuttavia attivi i recapiti telefonici, chiamando al numero 0935/37711, e di posta elettronica, inviando un’e-mail all’indirizzo del.enna@lnd.it.

1.4.2. CORSO UEFA GRASSROOTS C LICENCE

In previsione dell’organizzazione del “CORSO ALLENATORE GIOVANI CALCIATORI – UEFA GRASSROOTS C LICENCE” per la Stagione Sportiva 2021-22, si allega il modulo di pre-adesione da compilare in ogni sua parte e inviare, in formato pdf, opportunamente firmato all’indirizzo e-mail della scrivente Delegazione del.enna@lnd.it

1.4.3. TESSERE DIRIGENTI E/O CALCIATORI

Di seguito si elencano le società che hanno in giacenza, presso i locali della Delegazione di Enna, tessere dirigenti e/o calciatori.

SOCIETA’ DIRIGENTE CALCIATORE DL CALCIATORE SGS
VILLAROSA CALCIO 7
1 (ALLENATORE) 6 2
MARCO PANTANI 3
GEAR SIAZ 52
POLISPORTIVA NICOSIA 1
1 (ALLENATORE)
1 (FISIOTERAPISTA)
LEONFORTESE 1 (ALLENATORE) 1
ARMERINA 2 (ALLENATORE) 14
MATTROINA HANDBALL 2 22
FUTSAL REGALBUTO 20
CRISAS ASSORO 9
LAGOREAL 1981 3
AGIRA 7
1 (ALLENATORE)
CITTÀ DI LEONFORTE 1 1
ENNA CALCIO 2 (ALLENATORE)
S. ANNA ENNA 2 (ALLENATORE)
BRANCIFORTI 1 (ALLENATORE)
ENNESE 1 (ALLENATORE)

Visite: 48

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *