Enna Press

Testata giornalistica Online

Cronache di Gusto; La blockchain contro le fake news: nasce un bollino per garantire la veridicità delle notizie

La blockchain contro le fake news: nasce un bollino per garantire la veridicità delle notizie
Pubblicato in Scenari
di Michele Pizzillo
L’informazione spazzatura, a quanto pare, dilaga in tutte le salse, colpendo anche il mondo del food&beverage, ed in particolare le migliori espressioni dell’agroalimentare italiano.
In questo momento particolare, tra crisi sanitaria e la presenza di esperti – spesso solo presunti esperti di medicina, di alimentazione – gli effetti che può produrre la cattiva informazione sono veramente preoccupanti, tant’è che il Governo ha deciso di creare l’Unità per il monitoraggio contro le fake news. Poi c’è l’Ansa, prima agenzia di informazione italiana e fonte che alimenta tutti i media, che ha pensato ad un sistema di tracciatura di notizie “fonte Ansa” addirittura certificata, basata su tecnologia Blockchain, attraverso il bollino “Ansacheck”- Notizia di origine certificata. Per questa iniziativa, la prima in Italia nel mondo dell’editoria, l’Ansa si è avvalsa della collaborazione di Ey che ha sviluppato il sistema che permette di verificare la provenienza delle notizie, siano esse presenti sulle piattaforme Ansa o distribuite ad altre testate editoriali o terze parti (social, altre piattaforme etc.).
L’obiettivo dell’iniziativa è quello di rafforzare ulteriormente il legame di fiducia che lega la prima Agenzia di informazione italiana ai suoi lettori e clienti che poi sono i media, attraverso l’utilizzo della tecnologia Blockchain che garantisce immutabilità, trasparenza, sicurezza. Grazie al bollino di tracciamento delle notizie “Ansacheck”, infatti, sarà possibile risalire alla storia notarizzata di ciascuna news, garantendo al lettore la tracciabilità del dato e la trasparenza dell’informazione, e permettendo così di verificare l’autenticità delle fonti delle notizie. In un contesto come quello attuale di emergenza sanitaria – ma, anche, quando sono coinvolte aziende agroalimentari e problematiche del mondo del vino e della sicurezza alimentare -, l’attenzione alle notizie e alle sue fonti è ai massimi livelli, e diviene sempre più rilevante fornire al lettore una soluzione che gli consenta di verificare la fonte delle notizie. E, così, la Blockchain applicata all’industria dell’editoria permetterà di produrre e distribuire contenuti digitali in maniera affidabile e sicura, aumentando ulteriormente il rapporto di fiducia con il lettore.
“Nei giorni scorsi abbiamo assistito al frequente uso fraudolento del nostro brand, utilizzato per conferire veridicità a notizie false; siamo quindi particolarmente orgogliosi di essere i primi a lanciare un progetto ad alto contenuto di innovazione, portato avanti a garanzia di tutti i nostri lettori e dei clienti dell’Agenzia – dice Stefano de Alessandri , Amministratore Delegato di Ansa – Da oggi siamo in grado di certificare la provenienza delle notizie e – allo stesso tempo – garantire la professionalità dei nostri giornalisti: un importante passo nella lotta alle fake news”. Infatti Ey, attraverso il suo Blockchain Hub Med, per Ansa e i suoi publisher consorziati, ha sviluppato una soluzione basata su tecnologia blockchain mettendo a disposizione uno strumento che per permettere al lettore di vedere la storia di una news e verificarne l’affidabilità risalendo alla fonte primaria. La nuova soluzione Ansa si basa su tecnologia Ey OpsChain Traceability, caratterizzata da transazioni pubbliche registrate sulla blockchain di Ethereum. In particolare, fulcro della piattaforma è lo smart contract, un protocollo informatico che consente di creare una stringa crittografata delle notizie per consentirne la verifica in fase di pubblicazione sul sito Ansa.com. Il lettore, non appena visualizzerà la news sul proprio browser, potrà verificare la presenza o meno del bollino digitale, che verrà ricalcolato sulla base dei parametri della news pubblicata sul sito Ansa e solo se tali parametri saranno identici a quelli registrati su blockchain in fase di creazione della news; a quel punto sarà possibile visualizzare il bollino “Ansacheck” e scoprire l’origine della notizia. Con Ansacheck, Ey “vuole sostenere la transizione al digitale delle aziende operanti nell’industria editoriale, in un momento particolarmente delicato in cui le notizie assumono un ruolo ancora più determinante indirizzando i comportamenti sociali e la garanzia dell’autenticità delle fonti. Questa soluzione innovativa, basata su tecnologia blockchain EY OpsChain Traceability, consentirà al lettore di avere piena visibilità dell’autenticità di più di mille news al giorno, garantendone la tracciabilità, l’immutabilità e la trasparenza”, spiega Marco Mazzucchelli, che di Ey è Med Transaction Advisory Services Leader.

Visite: 23