Enna Press

Testata giornalistica Online

Campionati regionali nuoto Master: la Polisportiva Nadir Palermo conquista il decimo titolo

Campionati regionali nuoto Master: la Polisportiva Nadir Palermo conquista il decimo titolo
Decimo titolo regionale (che fa il paio con i dieci nazionali fin qui conquistati) e terzo consecutivo. Al termine della due giorni di gare, che si sono disputate nella piscina Giovanni Paolo II di Paternò, la compagine del presidente Morici, ha prevalso sulla Waterpolo Palermo e sulla Mimmo Ferrito.
Paternò (CT). E sono dieci! Tanti quanti i campionati regionali di nuoto master vinti dalla Polisportiva Nadir Palermo. L’ultimo, lo scorso fine settimana a Paternò, in una due giorni di gare che ha visto circa 800 atleti sfidarsi, batteria dopo batteria, nella piscina comunale “Giovanni Paolo II”. Per la compagine del presidente Morici, che da cinque anni detiene anche il titolo italiano, arriva dunque la “stella virtuale” dei dieci titoli regionali, conquistati al termine di una cavalcata che l’ha vista sempre in testa e vanamente inseguita dalle avversarie. L’ennesimo titolo “pesante” per numeri e qualità: la Polisportiva Nadir ha infatti collezionato 215.974 punti, contro i 162.678 della Waterpolo e i 123.569 della Polisportiva Mimmo Ferrito. Praticamente lo stesso podio dell’edizione del 2019, ma distacchi più netti.
Grande soddisfazione per questo nuovo successo, raggiunto tra l’altro, con meno fatica rispetto agli altri anni, perché il gruppo, ben collaudato e ben amalgamato, ha risposto come non mai, consapevole di appartenere ad un team vincente.” Ad affermarlo è Salvo Caleca coach della Nadir. La mia più grande soddisfazione – continua Caleca – è quella di avere visto come il gruppo dei master più anziani si sia entusiasmato nel vedere le gare dei più giovani e viceversa. Adesso un paio di appuntamenti da non mancare, prima dell’obiettivo finale che vede la squadra difendere l’ennesimo titolo italiano a Riccione dal 23 al 28 giugno prossimi.”
Una due giorni di gare che ha visto scendere in vasca circa 800 atleti, in rappresentanza di 27 società giunte da ogni parte della Sicilia. La Nadir, da parte sua, ha schierato 143 atleti e 31 staffette. Spettacolo nello spettacolo in casa Nadir con le prestazioni degli ex agonisti del coach Salvo Caleca che hanno sfoderato prestazioni spettacolari: Luigi e Renata Caleca, Antonella Vermiglio, Emilia lo Forte, solo per citarne alcuni. Sei i record regionali individuali ritoccati dagli atleti Nadir (Salvo Aluia nei 200 dorso, Gino Stefanelli 200 dorso e 400 stile, Andrea Pace nei 400 misti, Luigi Caleca nei 200 stile e Daniela Gioia nei 400 stile. Due le staffette a record, la 4×50 categoria 100 e la 4×50 mista categoria 120.
“ Una vittoria importante considerata la qualità altissima delle società presenti – questo il commento del presidente della Nadir Giuseppe Morici. Nonostante l’incubo del Coronavirus più di 800 master hanno gareggiato divertendosi quasi a dire a tutti che una delle armi migliori contro virus e malattie di ogni tipo è l’attività fisica. Nella consapevolezza – ha sottolineato Morici – che promuovere lo sport, equivale a promuovere la salute e la capacità del nostro organismo di contrastare le avversità ambientali, speriamo che nulla e niente possa fermare l’attività sportiva”.
Un campionato che ha regalato anche ottimi spunti tecnici. Trentuno i record regionali, di cui uno addirittura italiano quello della mistaffetta 4×50 stile libero, della Waterpolo categoria 240 (Valentina Salvia, Roberto Polizzi, Marina Tagliavia e Fabrizio Griffo) che ha fermato il crono a 1’59”46. Tra i record regionali che hanno “impreziosito” la competizione quelli nei 400 misti di Vincenzo Ira del C.C. Ortigia, 70 anni e non sentirli e quello di Salvatore Aluia, della Polisportiva Nadir Palermo, nei 200 dorso M75 (il record meno giovane); atleti che incarnano il vero “spirito master”; e ancora il record nei 400 misti (categoria M40) di Tony Trippodo della Mimmo Ferrito e quello di Luigi Caleca della Nadir PA nei 200 stile libero (M30) con un crono da applausi di 1’56″15. Per concludere con il record di Tiziana Papandrea della Mimmo Ferrito nei 400 stile libero M45, il doppio “primato” centrato da Dario Rosselli della Olympiapalermo (categoria M50) nei 100 e 200 dorso e quello nei 200 delfino della compagna di team Giulia Noera.
Classifica finale a squadre: 1) Polisportiva Nadir 215.974,650; 2) Polisportiva Waterpolo 162.678,200; Polisportiva Mimmo Ferrito 123569, 360; 4) Altair Nuoto Catania 111.590,340; Olympiapalermo 90.611,010
I dieci titoli regionali della Nadir: 1994, 1996, 1998,2000, 2001, 2002, 2015, 2018, 2019, 2020.

Visite: 7