Enna Press

Testata giornalistica Online

Vicenda lavoratori ex Ato Ennaeuno: al via le prime 13 assunzioni

Tredici assunzioni subito e un’altra ventina entro il mese di marzo. Dovrebbero essere questi i numeri sui 58 complessivi dei lavoratori ex ATO EnnaEuno che dopo oltre 2 anni di sospensione dal lavoro e dallo stipendio, dopo il licenziamento obbligato per il fallimento della società d’ambito dovrebbero avere a breve nuovamente un posto di lavoro. A sciorinare questi numeri è il presidente del Cda della SRR il sindaco di Assoro Antonio Licciardo. “Subito provvederemo alla ricollocazione di 13 unità – dice Licciardo – – 2 unità sono dettati da una transazione per delle cause già in corso (andranno rispettivamente 1 unità a Leonforte e alla società Ambiente e Tecnologia). Per gli altri 11 6 dovrebbero andare sempre alla stessa società A.T, 2 a Enna, ed 1 rispettivamente ad Assoro, Cerami e Gagliano Castelferrato”. Lunedì prossimo nel corso del Cda convocato dallo stresso Licciardo, dovrebbero essere decise altre assunzioni che dovrebbero interessare altri comuni come Agira, Nicosia, Barrafranca ed altri ed anche la stessa struttura SRR per un totale di un’altra ventina di unità. Quindi se tutto procederà per il verso giusto e con tempi relativamente celeri entro la fine marzo poco più della metà del personale licenziato dovrebbe essere ricollocato in attività. Rimane invece una vera incognita il destino dei restanti 25.Per questi ad oggi paradossalmente l’unica certezza è quella del licenziamento che li fa accedere ai benefici degli ammortizzatori sociali. Nello stesso tempo per legge hanno acquisito un diritto preferenziale nel caso di nuove assunzioni nel settore. Ma lo stesso Licciardo è fiducioso che con la collaborazione dei suoi collegi sindaci questo personale che per adesso è rimasto fuori dal mercato del lavoro venga gradualmente riassorbito. “per adesso non siamo nelle condizioni di poter parlare di tempistica – aggiunge Licciardo – ma sono fiducioso che il buonsenso ed il senso di responsabilità di tutti i sindaci dei comuni della provincia prevarrà e si darà un futuro a tutti questi lavoratori.”

Visite: 28