Categorie
Cultura

Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi: Bando per Borse di Studio

Concorso a borse di studio per l’anno accademico 2020-2021
Art. 1
La Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi bandisce un concorso a borse di studio per l’anno
accademico 2020-2021 con inizio dal 1° ottobre 2020. Il concorso intende favorire quanti aspirano a dedicarsi alle
discipline storico-artistiche.
Art. 2
Requisiti per l’ammissione al concorso
Per la partecipazione al concorso sono richiesti, pena l’esclusione, i seguenti requisiti:
1) Laurea con tesi in Storia dell’Arte per i giovani di nazionalità italiana e per giovani di nazionalità non italiana
un titolo almeno equivalente (Maitrise, Magisterprufung, etc.) conseguito in Università straniere o istituti
corrispondenti con un indirizzo caratterizzante di Storia dell’Arte.
2) Età inferiore a 32 anni alla data del 20 giugno 2020.
3) Buona conoscenza della lingua italiana, conoscenza della lingua inglese e/o francese a livello scolastico.
I requisiti devono essere posseduti alla data della scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di
ammissione al concorso.
Avrà carattere preferenziale l’avvenuto conseguimento del diploma di specializzazione o del dottorato di ricerca.
Art. 3
Presentazione delle domande e dei titoli
La domanda di partecipazione al concorso e i documenti richiesti devono essere indirizzati alla Fondazione di
Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi e inviati esclusivamente in PDF tramite PEC all’indirizzo
fondazionelonghi@legalmail.it entro il giorno 20 giugno 2020.
Alla domanda dovranno essere allegati i seguenti documenti:
a) certificato di residenza;
b) certificato di laurea quadriennale (vecchio ordinamento) o quinquennale (nuovo ordinamento), con
l’indicazione dei voti riportati nei singoli esami;
c) copia della tesi di laurea e di altri eventuali lavori originali editi o inediti;
d) “curriculum studiorum”, con l’indicazione delle lingue straniere parlate e scritte conosciute;
e) lettere e attestati di almeno due docenti, sotto la cui guida il candidato ha lavorato o lavora, o comunque ha
svolto attività di studio;
f) un piano della ricerca alla quale il candidato intende applicarsi nell’ambito delle discipline storico-artistiche;
g) due fotografie formato tessera.
Non è previsto nessun tipo di autocertificazione.
Non saranno prese in considerazione le domande che non contengano, in tutto o in parte, i documenti
sopraindicati, nonché le domande prive di sottoscrizione.
Per informazioni:
E-mail: longhi@fondazionelonghi.it – web site: www.fondazionelonghi.it Via B. Fortini, 30 – 50125 Firenze
– Fac-simile della domanda di partecipazione al concorso si può trovare sul sito internet.
Art. 4
Commissione giudicatrice
I concorrenti ritenuti idonei in base ai titoli presentati saranno invitati ad un colloquio con la Commissione
Scientifica e parte del colloquio si svolgerà in lingua italiana e parte in inglese o francese.
La data del colloquio verrà comunicata ai candidati tramite messaggio di posta elettronica almeno 15 giorni
prima dello svolgimento della prova stessa.
Per sostenere il colloquio i candidati dovranno essere muniti di un documento di riconoscimento in corso di
validità. Il giudizio della Commissione Scientifica è inappellabile.
Art. 5
Conferimento della borsa di studio
A ciascuno dei candidati prescelti dalla Commissione Scientifica il Consiglio Direttivo della Fondazione Longhi
assegnerà una borsa di studio il cui importo verrà erogato in rate mensili, per la durata di nove mesi, a partire dal
mese di ottobre 2020 fino al giugno 2021. L’ammontare complessivo della borsa sarà di 5.400 euro lordi, tranne
che per i residenti a Firenze, a Prato e nelle rispettive province, per i quali l’ammontare complessivo è ridotto a
2.700 euro lordi.
I vincitori dovranno dare conferma dell’accettazione della borsa e delle condizioni stabilite dal presente bando,
tramite raccomandata A.R. o PEC, entro 15 giorni dal ricevimento della comunicazione dell’assegnazione.
Le borse di studio vengono erogate, ad insindacabile giudizio della Fondazione, grazie ai seguenti contributi:
Jean-Luc Baroni, preferibilmente per un progetto sul disegno (due); BIG – Broker Insurance Group, tramite
l’Associazione degli Amici della Fondazione Roberto Longhi e alla memoria di Manuela Calliari Varotto, per un
residente a Firenze, Prato e province; José Luis Colomer, per un progetto sui rapporti artistici italo-spagnoli;
Silvia Danesi Squarzina, in memoria del regista Luigi Squarzina e della sua collaborazione con Anna Banti, per
un residente a Firenze, Prato e province; Fondazione Sicilia, per un progetto di uno studioso siciliano o un
progetto sull’arte della Sicilia; Fabrizio Moretti, in ricordo del padre Alfredo, per un progetto sui ‘primitivi’;
Giovanna Poletti, in ricordo di Geo e Uberto Poletti, preferibilmente per un progetto di argomento caravaggesco;
Tiziana Sassoli della Galleria Fondantico; Daniel Thierry, per un progetto sul disegno; Mara Visonà per un
residente a Firenze, Prato e province, preferibilmente per un progetto sull’arte moderna (secoli XVI-XVIII). Una
borsa di studio per un residente a Firenze, Prato e province sarà erogata grazie al contributo della Fondazione
Piera, Pietro e Giovanni Ferrero, che la Fondazione Longhi ha deciso di assegnare in memoria di Nicola Pauer
d’Ankerfeld.
Nel corso dei loro studi i borsisti potranno avvalersi degli strumenti di lavoro esistenti presso la Fondazione
Roberto Longhi, che riguardano soprattutto la pittura italiana dal XIII al XVIII secolo.
Alla fine dell’anno accademico i borsisti dovranno presentare una relazione scritta, in forma di articolo, con i
risultati raggiunti nel corso delle ricerche individuali sull’argomento prescelto. La Fondazione Longhi si riserva la
priorità della pubblicazione di tali risultati.
Art. 6
Partecipazione dei borsisti all’attività scientifica
L’attività scientifica avrà inizio nel mese di ottobre. I borsisti dovranno frequentare la Fondazione e collaborare a
ricerche di gruppo su argomenti definiti in accordo con la Commissione Scientifica. L’accettazione della borsa di
studio comporterà la totale disponibilità all’attività di ricerca della Fondazione. I borsisti non potranno avere
impegni con altri enti o istituzioni e dovranno altresì garantire di risiedere in Firenze per la durata della borsa di
studio – eccettuati i viaggi e i soggiorni, da concordare, che si rendessero necessari in altri luoghi per ricerche
particolari –, di partecipare a tutti i seminari, conferenze e corsi che si terranno in sede, di non prolungare i
periodi di vacanza fissati dalla Direzione della Fondazione. Entro il 31 ottobre 2020 i vincitori della borsa di
studio residenti fuori delle province di Firenze e Prato dovranno comunicare il proprio domicilio in Firenze; in
mancanza di tali requisiti la borsa di studio potrà essere revocata.
Art. 7
Divieto di cumulo – Incompatibilità
La borsa di studio non potrà essere cumulata con altre borse di studio a qualsiasi titolo conferite ed è
incompatibile con qualsiasi attività che non garantisca la partecipazione dei borsisti all’attività scientifica della
Fondazione Longhi, come indicato all’art. 6.
Art. 8
Trattamento dei dati personali
I dati personali forniti dai candidati saranno raccolti dalla Fondazione Roberto Longhi ai sensi dell’art. 10, comma
1, della legge 31 dicembre 1996 n. 675 per le finalità di gestione del concorso e delle conseguenti adempienze.
Firenze, 11 maggio 2020
Il Presidente
MINA GREGORI

Visite: 55