Categorie
Solidarietà

Emergenza Coronavirus: Mimmo Rinaldi di Agira “grazie al personale medico e sanitario dell’Umberto I di Enna”

Ecco il testo della lettera che il Signor Mimmo Rinaldi di Agira guarito e dimesso dal reparto Covid di Agira ha voluto scrivere per ringraziare tutti coloro che in questo momento difficile gli sono stati vicini anche se non fisicamente, dalla famiglia, al sindaco Maria Greco, ai volontari delle associazioni ma soprattutto al personale del Reparto Covid dell’Ospedale Umberto I di Enna.
“Carissimi amici,
con immenso piacere sono lieto di comunicarvi di esser guarito e di aver sconfitto questo stramaledetto virus che mi ha fatto stare talmente male a tal punto di temere per la mia vita.
Quella vita che mi è stata salvata da medici straordinari che, con l’aiuto di infermieri meravigliosi, mi sono stati vicino ogni singolo istante, come se fossero i miei angeli custodi.
Non ci sono parole per ringraziare questi veri eroi, che combattono in prima linea questa guerra contro un nemico invisibile.
La combattono per noi, bardati come soldati, con tute, visiere, mascherine, stivali, guanti, non riuscivo a riconoscerli ma loro si facevano riconoscere con voce calda e parole di conforto che ci aiutavano a superare terribili momenti di sconforto. Devo ringraziare ognuno di loro ma in particolare l’infermiera Daniela Calandra per la sua profonda sensibilità e disponibilità.
Ringrazio il dottor Campione perchè grazie al suo pronto intervento mi ha salvato la vita.
Voglio ringraziare voi amici che con chiamate e messaggi mi siete stati vicini tirandomi su di morale.
Ringrazio il sindaco, on. Maria Greco, e il presidente del consiglio comunale, Dario Sposito, che mi hanno chiamato il giorno di Pasqua per sincerarsi delle mie condizioni e farmi gli auguri di pronta guarigione.
Grazie a tutti i volontari delle Associazioni di Agira che ogni settimana si impegnavano a portare in ospedale tutto ciò che la famiglia mandava.
Un ringraziamento alle forze dell’ordine, che si sono sacrificate come sempre assicurando il loro servizio.
Infine, ma non per ultimo, ringrazio la mia famiglia, che in questi giorni mi è stata sempre accanto senza lasciarmi mai un attimo. Senza il vostro affetto non ce l’avrei mai fatta. Vi voglio un mondo di bene!
Mimmo Rinaldi

Visite: 177