Categorie
sindacati

Da “Eroi” a Cassintegrati”: succede ad un gruppo di addetti al servizio Ristorazione dell’Ospedale Umberto I di Enna

Da “Eroi” a “Cassintegrati”. Ci sono voluti solamente un paio di giorni per passare da una situazione all’altra per un gruppo di dipendenti dell’azienda che si occupa della mensa dell’Ospedale Umberto I di Enna. Infatti diversi lavoratori sono stati posti già da diversi giorni in cassa integrazione perché in “esubero”. Infatti con il calo repentino dei ricoverati Covid passati nell’arco di un mese da 120 a zero, e con il trasferimento di numerosi reparti con degenti negli altri ospedali della provincia proprio per creare il Covid Center in provincia, attualmente il numero dei ricoverati no Covid all’Umberto I è minimo. Così questi lavoratori che con grande dedizione e senso di responsabilità hanno lavorato senza guardare orario, e con momenti anche a rischio per le difficoltà nel reperimento dei dispositivi di protezione individuale il primo “bonus” che arriva da chi di competenza è l’applicazione della Cassa Integrazione. Se è vero che direttamente l’Asp non ha competenze dirette sui lavoratori, potrebbe però interloquire con l’azienda appaltatrice del servizio per cercare di capire come trovare una soluzione in attesa che l’ospedale ritorni a regime. Infatti si attende già da stamattina che dall’assessorato regionale alla Sanità arrivino le direttive per il ritorno dei reparti trasferiti in modo provvisorio in altri nosocomi in provincia e pare che il tutto dovrebbe avvenire entro la settimana corrente. Sta di fatto però che ad oggi di questo rimpallo della burocrazia a pagarne le conseguenze è sempre l’anello più debole della catena e quindi i lavoratori delle aziende esterne che gestiscono alcuni servizi come appunto quello della ristorazione.

Visite: 245