Enna Press

Testata giornalistica Online

Comando provinciale Carabinieri Enna: intensificati i controlli dei servizi sul territorio

Il Comando Provinciale Carabinieri di Enna in occasione dei festeggiamenti del Carnevale ha disposto un’intensificazione dei servizi sul territorio finalizzati a prevenire condotte illecite che spesso metto a rischio l’incolumità dei giovani. Momenti di festa, divertimento e socializzazione si traducono sovente in episodi con possibili conseguenze per gli utenti della strada. Per tale motivo ed al fine garantire una maggiore sicurezza e consentire un divertimento responsabile, le principali arterie stradali della provincia e quei luoghi che hanno catalizzato maggiormente la presenza di avventori sono stati oggetto di controlli nei giorni scorsi. In tale ambito a Barrafranca i militari della locale Stazione, controllavano un’automobile con due persone a bordo e insospettiti dall’atteggiamento del conducente che sembrava celasse qualcosa, procedevano ad una perquisizione veicolare e personale, che consentiva di rinvenire della marjuana e della cocaina. Il conducente dell’autovettura, un giovane della provincia di Caltanissetta, veniva segnalato al Prefetto di Caltanissetta per uso personale di sostanze stupefacenti e, contestualmente, gli era ritirata la patente di guida. A Pietraperzia i carabinieri fermavano un giovane del luogo e dopo aver effettuato i primi accertamenti sul conto del ragazzo, gli stessi hanno deciso di effettuare una perquisizione che permetteva di rinvenire circa 2,70 gr. di sostanza stupefacente del tipo marjuana. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Enna e della Stazione di Enna controllavano rispettivamente un ventottenne a Catenanuova e un trentenne extracomunitario trovati in possesso complessivamente di ventisei grammi di marijuana. A Regalbuto veniva deferito alla Procura della Repubblica di Enna uno studente catanese per “guida senza patente”, poiché veniva sorpreso alla guida senza averne titolo. Nella circostanza i carabinieri verificavano che il minore era giunto a Regalbuto proveniente dal capoluogo etneo per partecipare alle manifestazioni carnevalesche insieme ad altri coetanei. Tutti i minori venivano poi affidati ai rispettivi genitori. A Troina invece nel corso di un controllo presso una sala da ballo veniva accertato ed elevate sanzioni amministrative per complessivi euro mille nei confronti del titolare per avere somministrato bevande alcoliche a minori degli anni diciotto. Tra Troina e Regalbuto altri quattro giovani della provincia di Catania venivano trovate in possesso di stupefacente per uso personale. Sempre a Troina un altro giovane veniva anch’egli denunciato per “guida senza patente e infine a Centuripe un uomo veniva denunciato alla competente Autorità Giudiziaria poiché durante un posto di blocco era controllato a bordo della propria autovettura in una zona isolata e sottoposto a perquisizione personale veniva trovato in possesso di una pistola semiautomatica e relativo caricatore. Gli accertamenti effettuati permettevano di acclarare che lo stesso benché in possesso del porto d’armi aveva violato le norme previste sul porto dell’arma. Tutti i fermati – trovati in possesso di sostanze stupefacenti – sono stati segnalati per uso personale alle competenti Prefetture ai sensi dell’art. 75 del DPR 309/1990. Ne consegue un ben preciso iter amministrativo finalizzato ad evitare possibili dipendenze, il tutto anche con il contributo fondamentale del servizio di assistenza sociale. Infatti, ove ricorrano i presupposti, l’interessato viene invitato a seguire un programma terapeutico e socio-riabilitativo o ad altro programma educativo e informativo personalizzato predisposto ad hoc dal servizio pubblico per le tossicodipendenze competente per territorio.

Visite: 6