Categorie
Nuoto

Gli addetti al salvataggio della Project Diver Enna sempre protagonisti sulle spiagge di S.Vito Lo Capo

Gli assistenti bagnanti addetti al salvataggio delle “montagne” della Project Diver Enna sempre più apprezzati sulle spiagge di San Vito Lo Capo.

Visite: 80
Categorie
Nuoto

Campionati regionali nuoto Master: la Polisportiva Nadir Palermo conquista il decimo titolo

Campionati regionali nuoto Master: la Polisportiva Nadir Palermo conquista il decimo titolo
Decimo titolo regionale (che fa il paio con i dieci nazionali fin qui conquistati) e terzo consecutivo. Al termine della due giorni di gare, che si sono disputate nella piscina Giovanni Paolo II di Paternò, la compagine del presidente Morici, ha prevalso sulla Waterpolo Palermo e sulla Mimmo Ferrito.
Paternò (CT). E sono dieci! Tanti quanti i campionati regionali di nuoto master vinti dalla Polisportiva Nadir Palermo. L’ultimo, lo scorso fine settimana a Paternò, in una due giorni di gare che ha visto circa 800 atleti sfidarsi, batteria dopo batteria, nella piscina comunale “Giovanni Paolo II”. Per la compagine del presidente Morici, che da cinque anni detiene anche il titolo italiano, arriva dunque la “stella virtuale” dei dieci titoli regionali, conquistati al termine di una cavalcata che l’ha vista sempre in testa e vanamente inseguita dalle avversarie. L’ennesimo titolo “pesante” per numeri e qualità: la Polisportiva Nadir ha infatti collezionato 215.974 punti, contro i 162.678 della Waterpolo e i 123.569 della Polisportiva Mimmo Ferrito. Praticamente lo stesso podio dell’edizione del 2019, ma distacchi più netti.
Grande soddisfazione per questo nuovo successo, raggiunto tra l’altro, con meno fatica rispetto agli altri anni, perché il gruppo, ben collaudato e ben amalgamato, ha risposto come non mai, consapevole di appartenere ad un team vincente.” Ad affermarlo è Salvo Caleca coach della Nadir. La mia più grande soddisfazione – continua Caleca – è quella di avere visto come il gruppo dei master più anziani si sia entusiasmato nel vedere le gare dei più giovani e viceversa. Adesso un paio di appuntamenti da non mancare, prima dell’obiettivo finale che vede la squadra difendere l’ennesimo titolo italiano a Riccione dal 23 al 28 giugno prossimi.”
Una due giorni di gare che ha visto scendere in vasca circa 800 atleti, in rappresentanza di 27 società giunte da ogni parte della Sicilia. La Nadir, da parte sua, ha schierato 143 atleti e 31 staffette. Spettacolo nello spettacolo in casa Nadir con le prestazioni degli ex agonisti del coach Salvo Caleca che hanno sfoderato prestazioni spettacolari: Luigi e Renata Caleca, Antonella Vermiglio, Emilia lo Forte, solo per citarne alcuni. Sei i record regionali individuali ritoccati dagli atleti Nadir (Salvo Aluia nei 200 dorso, Gino Stefanelli 200 dorso e 400 stile, Andrea Pace nei 400 misti, Luigi Caleca nei 200 stile e Daniela Gioia nei 400 stile. Due le staffette a record, la 4×50 categoria 100 e la 4×50 mista categoria 120.
“ Una vittoria importante considerata la qualità altissima delle società presenti – questo il commento del presidente della Nadir Giuseppe Morici. Nonostante l’incubo del Coronavirus più di 800 master hanno gareggiato divertendosi quasi a dire a tutti che una delle armi migliori contro virus e malattie di ogni tipo è l’attività fisica. Nella consapevolezza – ha sottolineato Morici – che promuovere lo sport, equivale a promuovere la salute e la capacità del nostro organismo di contrastare le avversità ambientali, speriamo che nulla e niente possa fermare l’attività sportiva”.
Un campionato che ha regalato anche ottimi spunti tecnici. Trentuno i record regionali, di cui uno addirittura italiano quello della mistaffetta 4×50 stile libero, della Waterpolo categoria 240 (Valentina Salvia, Roberto Polizzi, Marina Tagliavia e Fabrizio Griffo) che ha fermato il crono a 1’59”46. Tra i record regionali che hanno “impreziosito” la competizione quelli nei 400 misti di Vincenzo Ira del C.C. Ortigia, 70 anni e non sentirli e quello di Salvatore Aluia, della Polisportiva Nadir Palermo, nei 200 dorso M75 (il record meno giovane); atleti che incarnano il vero “spirito master”; e ancora il record nei 400 misti (categoria M40) di Tony Trippodo della Mimmo Ferrito e quello di Luigi Caleca della Nadir PA nei 200 stile libero (M30) con un crono da applausi di 1’56″15. Per concludere con il record di Tiziana Papandrea della Mimmo Ferrito nei 400 stile libero M45, il doppio “primato” centrato da Dario Rosselli della Olympiapalermo (categoria M50) nei 100 e 200 dorso e quello nei 200 delfino della compagna di team Giulia Noera.
Classifica finale a squadre: 1) Polisportiva Nadir 215.974,650; 2) Polisportiva Waterpolo 162.678,200; Polisportiva Mimmo Ferrito 123569, 360; 4) Altair Nuoto Catania 111.590,340; Olympiapalermo 90.611,010
I dieci titoli regionali della Nadir: 1994, 1996, 1998,2000, 2001, 2002, 2015, 2018, 2019, 2020.

Visite: 46
Categorie
Nuoto

Enna dal mese di marzo 203 persone dai 5 ai 18 anni potranno praticare nuoto gratuitamente grazie alla Società Sportiva Enna Nuoto Murgano

Dal prossimo mese di marzo 203 bambini e ragazzi impareranno a nuotare gratuitamente.
La società sportiva Enna Nuoto Murgano ha visto accettata la propria candidatura su progetto all’interno del programma “Sport di tutti” finanziato dal CONI e rivolto ai bambine e ragazzi dai 5 ai 18 anni. “Abbiamo organizzato un servizio d’eccellenza” commenta Renato Estero, presidente dell’Enna Nuoto Murgano. Mi preme evidenziare il fatto che l’iniziativa sia decollata grazie alla immediata disponibilità degli assessori Paolo Gargaglione e Dante Ferrari, i quali hanno subito attivato gli uffici di competenza. In questa fase di avviamento abbiamo lavorato in perfetta sinergia con i funzionari degli uffici della solidarietà sociale del Comune di Enna. Buona parte dei futuri corsisti sono stati infatti informati per il loro tramite. Con la stessa professionalità si è reso disponibile il personale in servizio presso la piscina comunale di Enna, sede delle nostre attività. Il nuoto è ormai una realtà sportiva diffusa ed accessibile a tutti. Abbiamo lavorato a lungo per raggiungere questi risultati insieme con lo staff della società sportiva di cui mi onoro di essere presidente. Viva Enna, viva lo sport, Viva il nuoto tanto amato da adulti e bambini.

Visite: 80
Categorie
Nuoto

Sport, Nasce il Comitato “Nuoto per tutti”, l’unico formato da genitori di atleti agonisti

Sport, Nasce il Comitato “Nuoto per tutti”, l’unico formato da genitori di atleti agonisti
Palermo – Trecento genitori di nuotatori a livello agonistico hanno dato vita al comitato siciliano “Nuoto per tutti”. Per la prima volta “, i familiari di atleti agonisti tesserati FIN nelle diverse categorie di tutta la Sicilia, si sono riuniti autonomamente in un organismo per interfacciarsi con le amministrazioni locali, regionali e nazionali. “È necessario sensibilizzare le istituzioni e stimolarle il loro intervento – affermano i componenti del Comitato – con azioni concrete a favore del nuoto e delle infrastrutture natatorie che sono di loro competenza.” Tra gli obiettivi c’è anche il dialogo con le Società sportive e la Fin per garantire una equa distribuzione delle sedi delle competizioni, la stesura di calendari e programmi che tengano conto delle esigenze delle famiglie, la suddivisone delle corsie nelle piscine con regolamenti strutturati, l’eventuale costruzione di nuovi impianti e la salvaguardia di quelle esistenti, favorendone una migliore fruibilità per lo svolgimento e la promozione di competizioni regionali, nazionali ed internazionali di nuoto. Il Comitato “Nuoto per tutti” è oggi una realtà giuridica i cui quasi 300 promotori e 40 Consiglieri sparsi in tutta la Sicilia rappresentano le varie realtà natatorie siciliane e diventa una realtà ufficiale. L’attuale situazione in Sicilia del nuoto e delle infrastrutture idonee alle competizioni agonistiche è infatti drammatica. All’inizio di questo nuovo anno agonistico nessuna piscina da 25 mt con 8 corsie era disponibile per le gare indoor invernali. Solo un mese fa ha riaperto i battenti la piscina di Paternò, l’unico impianto con queste caratteristiche insieme a quello di Caltanissetta (chiuso ormai da oltre 4 mesi). Il Comitato chiede di dare seguito al tavolo tecnico già aperto da alcuni genitori con lo staff del Comune di Palermo, con l’installazione di un pontone nella vasca interna della piscina Comunale di Palermo, in modo da consentire lo svolgimento e la promozione di manifestazioni invernali regionali, nazionali ed internazionali. In altre regioni d’Italia e nel resto del mondo l’installazione di pontoni mobili è già stata la scelta naturale, veloce ed economicamente poco impegnativa delle amministrazioni per adeguare le strutture esistenti alle esigenze del nuoto. In Sicilia da due anni se ne parla senza ottenere risposte, non soltanto per Palermo, ma anche per la piscina Nesima di Catania. Il Comitato promuoverà, pertanto, la realizzazione del pontone allo stesso modo per Palermo, Catania e Marsala. “A gran voce ricordiamo che il nuoto è passione pura – sottolineano i componenti del Comitato – e che i nostri figli hanno il diritto di poterlo svolgere nel migliore dei modi”. Il Comitato sarà presente con propri delegati ai Campionati regionali a vasca corta iniziati il 7 febbraio e che si concluderanno l’8 marzo nella piscina di Paternò.

Visite: 35
Categorie
Nuoto

F.I.N. Campionati Regionali di Fondo indoor 2020; 2 medaglie per la società Fenice Enna

F.I.N. Campionati Regionali di Fondo indoor 2020
Due importanti medaglie e un titolo regionale per gli atleti della Fenice nuoto Enna che si piazza al quarto posto nella classifica per società assoluta.
Ancora protagonisti nel fondo regionale, gli atleti del tecnico Alessandro Addamo che, a Comiso il 7 febbraio 2020, conquistano un Oro con Francesco Rapisardi (2005) che vince i 3000 stile libero e conquista il titolo di campione regionale con il miglior tempo registrato sulla distanza (35’48.0); medaglia d’Argento per Ilaria Sortino (2006) sempre nei 3000 stile libero che fa registrare un ottimo crono (38’11.8 ).
Settimo posto per Giulia De Luca (2002) nei 5000 stile libero chiusi in 1h09m56sec, sua migliore prestazione e ottavo posto per Mattia Mondo (2005) nei 3000m stile libero con il suo record personale di 37’38.7; chiude benissimo, inoltre, Amalia Mazzaglia che alla sua prima esperienza nei 3000 stile libero in vasca, fa registrare una buona prestazione chiudendo al 18º posto regionale con il tempo di 44’49.1.
I risultati di quest’anno sono frutto dell’avvicinamento di giovanissimi nuotatori al fondo, da tempo obiettivo della società che inserisce ogni anno atleti di rilievo nel nuoto siciliano. Infatti, per la qualità e i numeri di questa edizione dei campionati regionali di fondo, i risultati ottenuti dagli atleti ennesi sono veramente di rilievo.
Attenzione inoltre alle prove cronometriche ottenute, il campionato disputato vale come qualificazione ufficiale ai Campionati Italiani di Fondo della Federazione Italiana Nuoto che si disputeranno a Riccione

Visite: 108