Categorie
Musical

Al via la rubrica "Storie di una Quarantena": L'artista ennese Luigi Margio si racconta – di Silvia Vicari

Storie di una quarantena… Luigi Margio si racconta
Nasce “Storie di una quarantena”, una rubrica lanciata dalla redazione EnnaPress, uno spazio per raccontare come, nonostante il periodo storico che stiamo vivendo, i giovani non rinunciano alle proprie passioni, non si arrendono ma anzi cercano di poter trarne sempre il meglio. Per questo motivo, abbiamo deciso di aprire questa rubrica raccontando la quarantena di Luigi Margio, ventisettenne ennese che adesso vive a Roma, per coronare il suo sogno: quello di diventare una IENA.
È grazie alla sua formazione scolastica e alla possibilità di partecipare per la prima volta ad uno stage estivo come animatore a quindici anni che scopre la sua vocazione: diventare uno showman. Nel 2014, entra a far parte dell’Accademia Internazionale di Teatro di Roma, dove nel 2017 consegue il Diploma di Laurea. In Accademia, capisce che fare teatro non è solo recitare su un palcoscenico, è anche acquisire tecnica, imparare a parlare dietro un microfono e formarsi a 360 gradi. Finito il percorso di studi, Luigi inizia a collaborare come speaker radiofonico a Radio Roma Capitale oltre ad avere collaborazioni importanti come quelle con Giucas Casella e Clementino.
Così quando tutto sembrava andare bene, il mondo si è fermato e come tutti ha dovuto reinventarsi e rimettersi in gioco in maniera del tutto nuova. Lui stesso racconta che i primi venti giorni ha faticato a capire ciò che stesse accadendo e come tanti giovani e tante altre persone che fanno il suo stesso lavoro ha avuto paura di quello che questa quarantena gli stesse imponendo. “Ero molto demoralizzato, però quei giorni di stallo mi sono serviti per raccogliere le idee per cercare di capire cosa fare. Ho deciso di bloccare tutto, ripartire da zero e inventarmi un modo per intrattenere le persone. Ho iniziato a fare una cosa semplicissima: mi sono intrufolato, grazie alle dirette Instagram, a casa di personaggi famosi e abbiamo passato del tempo insieme, ragionando e riflettendo sul periodo che stiamo vivendo. Ho avuto il piacere di chiacchierare con Giucas Casella, con le Iene Silvio Schembri e Niccolò Torielli, con Melissa Greta Marchetto (una delle conduttrici del Dopo Festival del Sanremo di Claudio Baglioni) e con Marco Santin della Gialappa’s Band.”
Ma la quarantena di Luigi, seppur già piena e ricca di appuntamenti importanti non finisce qui. Infatti, da qualche giorno sui suoi profili social, lo vediamo impegnato in un Talent virtuale sul profilo Instagram di Claudio Cecchetto. “Era il 6 aprile”- racconta – “quando alle 18 ad un certo punto Instagram mi invia una notifica per dirmi che Claudio Cecchetto era in diretta e che invitava ad accedervi. Così, io avvolto nel mio tutone da quarantena invio la richiesta, che subito viene accettata. Solo dopo mi sono reso conto di cosa mi stesse accadendo: dovevo far vedere in un minuto il mio talento in diretta Instagram sul profilo di Cecchetto. Io ho deciso di fare il monologo “Folle, ma sono me stesso” di Francesco Chianese. Pensavo fosse finita lì ed invece, giorno 20 sera, mi contatta il profilo di IGTalent dicendomi che il giorno dopo sarei stato in diretta con Claudio Cecchetto sul suo profilo IG. Ovviamente, io non pensavo che fosse vero ed invece il giorno dopo ero con lui in diretta che mi proponeva di far parte di questo suo talent giornaliero e di creare al suo interno un mio spazio che io ho chiamato DOPO IGTalent”.
Sicuramente, Luigi ha ricevuto un regalo da questa quarantena e gli auguriamo che lui possa veramente continuare a fare sempre meglio per raggiungere il suo sogno. Ciò che fa però riflettere, sono le parole con cui ha concluso il suo racconto: “Per quello che vorrei diventare e vorrei essere nella vita è una grandissima opportunità perché sto condividendo questo show virtuale con il più grande in questo settore, ma io non mi faccio illusioni: voglio rimanere con i piedi per terra e godermi il più possibile questo bel momento. Ciò che ho appreso dalla vita di animatore è che quando devo affrontare qualcosa devo farlo senza paura e far vedere a tutti cosa so fare con spensieratezza. Questa occasione è sicuramente unica, mi fa esporre e ricevere critiche che fanno male ma, allo stesso tempo, danno tantissima carica per fare sempre di più. Se sono arrivato fin qui lo devo a tutte le persone che hanno creduto in me, ai miei genitori, Giuseppe e Anna Maria, per primi e a mio fratello Luca. A loro devo veramente tanto.”
Ringraziamo Luigi per averci raccontato questa sua bellissima storia di quarantena e vi invitiamo a seguirlo sui suoi canali social Facebook e Instagram @luigi_cricket_margio. Da giovedì potrete, inoltre, ascoltarlo su Bedda Radio insieme agli amici Francesco Spampinato e Mario Di Prima.
Silvia Vicari

Visite: 320
Categorie
Musical

Annullate le due date siciliane di “Balliamo sul Mondo” previste il 6 febbraio a Palermo e l’8 febbraio a Catania

Annullate le due date siciliane di “Balliamo sul Mondo” previste il 6 febbraio a Palermo e l’8 febbraio a Catania
Sono state annullate le date previste per giovedì 6 febbraio al Teatro al Massimo di Palermo e per sabato 8 febbraio al Teatro Metropolitan di Catania di “Balliamo sul Mondo”, il Musical con i più grandi successi di Luciano Ligabue, per la regia di Chiara Noschese. L’annullamento degli spettacoli si è reso necessario per improvvisi problemi tecnico-logistici.
Per coloro che hanno acquistato i biglietti presso un punto vendita, il rimborso potrà essere richiesto rivolgendosi agli stessi punti vendita dove i biglietti sono stati acquistati, entro e non oltre il 16 marzo 2020.
Per coloro che hanno acquistato i biglietti online sul sito TicketOne o tramite call center con modalità ‘ritiro nel luogo dell’evento‘, il rimborso dei biglietti potrà essere richiesto indirizzando una comunicazione via email all’indirizzo: ecomm.customerservice@ticketone.it, entro e non oltre il 16 marzo 2020.
Per coloro che hanno acquistato i biglietti online sul sito TicketOne o tramite call center con modalità ‘spedizione tramite corriere espresso‘, il rimborso dei biglietti potrà essere richiesto indirizzando una comunicazione di richiesta con allegati i biglietti, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, entro e non oltre il 16 marzo 2020 (farà fede la data del timbro postale) all’indirizzo: TicketOne S.p.A. – Via Vittor Pisani 19 – 20124 Milano (C.a. Divisione Commercio Elettronico).

Visite: 66