Categorie
Libri

Mauro Cascio, un artigiano del sapere che conquista lettori a uno a uno. In libreria il suo ultimo lavoro: «Dove sei? Un disegno melodico attorno a un'assenza che pesa»

Mauro Cascio, un artigiano del sapere che conquista lettori a uno a uno.
In libreria il suo ultimo lavoro: «Dove sei? Un disegno melodico attorno a un’assenza che pesa»
Ayeka, Dove sei? È la prima domanda che si sente nel mondo. Lo domanda Dio ad Adamo. Adamo che ha disubbidito, che ha mangiato cioè dall’albero della Conoscenza. E cosa ha scoperto, mangiandone il frutto? Intanto una cosa: di essere nudo. Ha scoperto la sua debolezza, ha scoperto di essere mortale. Non più l’essere eterno, la cosa partecipe di eternità (l’unica cosa creata con della materia preesistente e non solo con la Parola di Dio) che poteva/doveva nominare le cose (Logos vale pensiero e linguaggio). Ma qualcosa destinata a sparire. Ecco che la domanda è qualcosa di lancinante. Perché rispondere vuol dire essere ‘adesso’ e ‘qui’. E essere ‘adesso’ e ‘qui’ vuol dire confessare di aver ‘peccato’. Confessare la propria ‘conoscenza’. Dire: io sono, adesso, è una sconfitta. La dichiarazione di una sconfitta. E di questa sconfitta si fa carico un filosofo, a suo modo eretico, originale sempre, che in questi anni abbiamo visto crescere e maturare fuori dalle accademie, quasi a dire che si può fare ottima cultura filosofica anche non appartenendo all’Università (pur dall’Università provenendo). Si chiama Mauro Cascio, si è fatto da strada da artigiano del sapere, casa per casa, si è conquistato lettore dopo lettore; lo ha fatto come solo un buon artigiano sa fare, con esperienza, ruffianeria, unendo tanta intelligenza e cultura con una ironia a volte disarmante, con toni disincantati che a volte dici poetici. Sa, insomma, sorprenderti. Quando credi di avergli trovato un’etichetta definitiva è lì che arriva la sorpresa perché lui è già oltre. È difficile definire un genio. E forse è questa la genialità: sapere andare oltre lo scontato e il banale. Così, il sapiente costruttori di piccoli capolavori «Piazza Dalmazia», «La Sapienza di Re Salomone», è tornato per far discutere ancora e meravigliare. Una lettura, quella del filosofo di origini siciliane, che è qualcosa da consigliare assolutamente. Perché, ci ricorda, quella domanda, Dove sei?, Dio la fa ad ognuno di noi. E non c’è risposta che tenga. Resta, affascinante, severa, soltanto la domanda.

Visite: 100
Categorie
Libri

“LA MEDICINA ESTETICA AL TEMPO DEL COVID-19”, ON LINE L’E – BOOK DI FABRIZIO MELFA E BRUNO BOVANI

“LA MEDICINA ESTETICA AL TEMPO DEL COVID-19”,
ON LINE L’E – BOOK DI FABRIZIO MELFA E BRUNO BOVANI
21 aprile 2020
Il futuro della medicina estetica alla luce dei nuovi scenari sociali, economici e scientifici delineati dall’emergenza planetaria legata al Coronavirus.
All’argomento è dedicato l’e- book “La Medicina estetica al tempo del Covid-19”, scritto da Fabrizio Melfa e Bruno Bovani che, nel corso del mese di marzo, costretti a stare a casa a causa della pandemia, hanno fatto di necessità virtù, trasformando l’obbligo del distanziamento sociale in un’occasione per rinsaldare il rapporto con i propri pazienti e dare il via a una tavola rotonda, seppure virtuale, di confronto con i colleghi, tra condivisione di esperienze e di temi che afferiscono non soltanto alla cura dei pazienti ma anche alla salute degli stessi medici e dei loro collaboratori.
I due autori – Fabrizio Melfa, originario di Termini Imerese in provincia di Palermo è un medico estetico mentre Bruno Bovani, chirurgo plastico, è nato a Perugia – hanno dato vita a un interessante esperimento di divulgazione scientifica, articolato in cinque capitoli che affrontano temi quali il concetto di salute al tempo del Coronavirus, il marketing e il management nel contesto dell’emergenza sanitaria in atto, la comunicazione esterna, gli adempimenti pratici e giuridici da applicare negli studi e negli ambulatori e la gestione della formazione scientifica e dell’aggiornamento professionale.
Patrocinato dalla Società G.I.S.T. (Gruppo Italiano di Studi sulle Tecnologie) e pubblicato on line dalla Casa Editrice Officina Editoriale Oltrarno di Firenze, l’e – book rivolto ai medici – per loro scaricabile gratuitamente – si inserisce nell’ambito di una più vasta iniziativa editoriale presentata a livello mondiale nel gennaio scorso, in occasione del Congresso Internazionale ( IMCAS International Master Course on Aging Science ) tenutosi a Parigi.
Nel corso dei lavori, la casa editrice ha festeggiato il decimo anno di attività presentando la OEO Digital Library (www.digital.oeofirenze.com), biblioteca digitale di video e contenuti utili per tutti i professionisti della medicina estetica.
La pubblicazione di Melfa e Bovani, dunque, rappresenta un tassello prezioso nella realizzazione di un progetto digitale che pone al centro la formazione, l’aggiornamento e lo scambio di dati attraverso la realtà online, l’unica che permette di superare le barriere consentendo la realizzazione di veri e propri tavoli di lavoro su temi di fondamentale importanza per la collettività.
Oltre al libro, Melfa e Bovani hanno creato per i colleghi medici il gruppo facebook “La medicina estetica al tempo del Covid-19”, luogo virtuale di scambio di opinioni e confronto.

Visite: 47
Categorie
Libri

In stampa il libro “1943: la “Reconquista” dell’Europa. Dalla Conferenza di Casablanca allo sbarco in Sicilia”

In stampa il libro “1943: la “Reconquista” dell’Europa. Dalla Conferenza di Casablanca allo sbarco in Sicilia”
E’ in stampa il libro di Alfonso Lo Cascio “1943: la “Reconquista” dell’Europa. Dalla Conferenza di Casablanca allo sbarco in Sicilia”. Il volume edito per i caratteri della Giambra Editori sarà in distribuzione le prossime settimane nelle librerie.
IL VOLUME: Il 1943 segna la svolta della Seconda guerra mondiale. La notte tra il 9 e il 10 luglio non fu solo il momento dello sbarco degli Alleati in Sicilia ma anche il giorno in cui inizia la “Reconquista” dell’Europa, quella lunga rincorsa che si concluderà soltanto a Berlino e riporterà il vecchio continente nell’alveo della libertà e della democrazia. Ma è soprattutto la scelta operata a gennaio nella Conferenza di Casablanca della “resa senza condizioni” che determina il punto di non ritorno: dopo quella risoluzione nulla sarà più come prima.
Attraverso il racconto degli avvenimenti, il libro ripercorre quanto accadde in quei mesi. A partire dalle premesse che favorirono l’incontro di Casablanca e i contatti tra gli alleati che portarono a una maggiore unità di intenti e obiettivi comuni, le ragioni degli assenti, ma anche di coloro che furono “costretti” a prendere parte alla Conferenza, i contrasti tra le due scuole di pensiero militare, quella inglese e quella americana e, infine, le decisioni che ne scaturirono, consegnate alla storia con la dichiarazione finale e gli accordi per il proseguimento della guerra. Presente anche una breve cronistoria dell’evento, la ricostruzione giorno per giorno di ciò che avveniva nell’Anfa Camp, la zona militarizzata, creata appositamente e posta sotto la stretta vigilanza dai soldati americani, all’interno della quale si svolse l’incontro.
Vengono descritte le conseguenze della riunione di Casablanca e le reazioni in Italia da parte del regime, della monarchia e del Vaticano, inoltre i motivi per cui gli Alleati scelgono di invadere la Sicilia e i complessi preparativi dell’Operazione Husky, il più grande intervento militare nel Mediterraneo. Immancabile, quando si affronta l’argomento, un capitolo sul ruolo della mafia nello sbarco, che ha visto per molto tempo contrapporsi tesi diverse, anche alla luce dei nuovi documenti resi disponibili dagli archivi militari. E infine il momento in cui si materializzano le scelte della Conferenza: l’occupazione del “ventre molle dell’Asse”, con gli Alleati che muovono il primo attacco alla “Fortezza Europa” e conquistano, in appena 38 giorni, l’intera isola.
L’AUTORE: Alfonso Lo Cascio, Giornalista pubblicista, è da anni impegnato nell’ambito del volontariato culturale. Tra i fondatori di BCsicilia, l’Associazione a carattere regionale che si occupa di salvaguardia e valorizzazione dei beni culturali e ambientali, oggi ne è Presidente regionale. Ha inoltre dato vita all’Università Popolare di Termini Imerese. E’ Direttore della rivista Espero che si occupa di cultura, politica, informazione. Già componente della redazione dell’autorevole rivista “Segno” e collaboratore del prestigioso settimanale “Centonove”, suoi scritti compaiono su diversi giornali e riviste. E’ stato inoltre direttore de “I racconti di Luvi”, quadrimestrale di Letteratura, poesia e cultura, e fondatore della Casa editrice Don Lorenzo Milani. Ha tenuto relazioni e interventi in molti convegni e tavole rotonde. Ha pubblicato: “Castelli e Torri della costa, da Termini a Solanto”, “Himerensis, Agenda dei paesi del termitano”, La riserva di Pizzo Cane, Pizzo Trigna e Grotta Mazzamuto”, “Ascuta lu cantu, antologia di poeti del comprensorio di Termini, Cefalù, Madonie”, “Un eroe semplice”. Per il suo impegno culturale gli sono stati assegnati i premi “Quattro arcangeli”, “Sikelè” e “Gaia”.

Visite: 87
Categorie
Libri

Libri: l'esordio dell'ennese Daniela Accurso con "Una storia Capovolta"

La giornalista Daniela Accurso si racconta.Una vita in un libro. Da mamma bambina a giornalista.
Il suo libro è un mix esplosivo che lascia la suspence.
Si intitola Una storia capovolta, edizioni Albatros il libro della giornalista ennese di nascita, ma palermitana di adozione, Daniela Accurso. Unica donna a rivestire un ruolo istituzionale, quello di capo ufficio stampa, Daniela ha sempre coltivato la passione della scrittura. Ma adesso ha voluta tradurla in un avvenimento editoriale.
Come mai?
Non avrei mai pensato di scrivere un libro in un Paese dove nessuno legge. Poi mi sono detta. Ma si, anche io. Del resto ho l età per concedermi quello che voglio e dire quello che penso.
In verità il suo carattere è stato sempre molto diretto, come i suoi atteggiamenti tanto accettati, quanto criticati.
È vero. Sono stata sempre molto io, ovvero sincera fino all osso. Ciò mi ha portato a non sapere fingere, anche se non dicevo nulla, parlava sempre il mio viso. Non tutti amano le persone così. E qualcuno me l ha fatta pagare, anche al lavoro. Tant’ è che sono scappata dalla mia amata Enna perché sentivo addosso troppa negatività.
Addirittura..
Si, sa quando si percepisce che respiri cattiveria gratuita, potere al limite del abuso su di te? Ecco per me era diventato così. Sono stata trattata come l ultimo chiodo della carrozza, quando la mia esperienza mi ha portato molto lontano, con tutto il rispetto per chi si sentiva superiore a me. Certi giorni andavo a lavoro relegata agli umori dei ducetti, così li chiamavo, quando magari avevo ricevuto un invito, una telefonata da persone che mi stimano, e sconoscono proprio l ‘esistenza di chi si sentiva al di sopra di me, cercando in tutti i modi di mantenere le distanze. Poveri. Ridevo, dentro, pensando che sono miserabili, ma nell animo. Io risorgo sempre, per fortuna. Non ci riescono ad affossarmi. Non mi posso capacitare di come l essere umano arrivi a tanta cattiveria. É ciò che sto vivendo al lavoro. Sono piena di avvocati di Enna di Roma, con cui ormai sono diventata amica per quanto con periodicità ricevo letterine d.’. amore della Provincia.
Per fortuna ha il libro.
Certo è stata una forma catartica. Mi sono raccontata spudoratamente mettendo anche un pizzico di fantasia. Il risultato? Non so. Fuori Enna complimenti, interviste, sarei andata pure da Costanzo. Non avevo una data libera. Poi, la pandemia ha bloccato tutto.
Enna non l ha presa bene?
Non so e non me ne importa. Certo gli amici sono stati molto carini. Mi stupisce che alcuni fanno finta di non sapere,pur essendo a conoscenza che in libreria tutti cercano il mio lavoro non foss’ altro per curiosità.
Di cosa parla esattamente?
Dell mia storia di mamma a 16 anni, ma 44 anni fa. Un altro mondo . Gags, stupori, tradimenti ed un finale a sorpresa, toccando argomenti attuali.
Ha voluto dedicarlo a qualcuno?
Certo al mio nipotino Francesco 7 anni, che ha scritto pure la prefazione.
Non vuole dirci altro sul libro?
Ma no. È un racconto molto scorrevole.. Meglio la suspence.
Altri lavori in vista?
Ne ho pronti altri tre. Appena passa pandemia mi incontrerò con editore, forse punteremo alla Spagna e la Germania . In Italia non ne vale proprio la pena.
Cosa le manca di Enna?
Posso essere sincera? Nulla. Mi hanno talmente tolto il piacere di resipare l aria di casa mia che non ho proprio voglia di tornare are. Ma…
Mah?
Io penso che esista una giustizia , anche del Cielo e lo scrivo nel mio libro. Tutto quello che si architetta scientemente di male, prima o poi ritorna. Ed io sono qui. Mi riprenderò tutto, pure le mie belle soddisfazioni. Anche se le ho già.
Sta bene a Palermo?
Si. Prima della pandemia mi sono concessa molti viaggi oltreoceano. Ho girato tanto. Mi sono arricchita di sapori e odori. Adesso sto ferma. Ma il solo fatto di lavorare a Palazzo reale, nel posto più bello del mondo per arte, cultura, ogni giorno mi riempe di bellezza. Passo i grandi saloni ricchi di storia , percorro il tappeto rosso e raggiungo il mio ufficio. Visto? Ad Enna un macello a Palermo una meraviglia. Tutto capovolto. Come la mia storia.

Visite: 88
Categorie
Libri

NAVIGARE TRA I LIBRI E LE PAROLE Cooperazione, solidarietà e gratitudine 23 aprile: Giornata Mondiale del Libro

NAVIGARE TRA I LIBRI E LE PAROLE
Cooperazione, solidarietà e gratitudine
23 aprile: Giornata Mondiale del Libro
La rivista “Leggere:tutti” organizza una diretta straming per tutto il giorno con scrittori, attori, registi, musicisti
Giovedì 23 aprile 2020
ore 10:00 – 20:00
Da 10 anni “Leggere:tutti” organizza la Nave dei libri per Barcellona in occasione della Festa di San Giorgio, i libri e le rose che si tiene nella città catalana il 23 aprile, giornata mondiale del libro. A causa del Coronavirus nel 2020 non avrà luogo la traversata verso Barcellona con la Nave, ma si potrà comunque “Navigare tra i libri e le parole”. “Leggere:tutti” ha infatti coinvolto scrittori, musicisti, attori e tutti coloro che in 10 anni sono stati, o sarebbero stati nel 2020, protagonisti sulla Nave dei libri ad un grande evento in diretta che si svilupperà per tutta la giornata di giovedì 23 aprile, con interventi, presentazioni di libri, musiche, performance teatrali, che si svilupperanno intorno a tre parole: “Cooperazione, Solidarietà e Gratitudine”.
A partire dalle ore 10:00, Annalisa Nicastro, Sergio Auricchio, Sandro Capitani, Luisa Sodano, Bruno Gambacorta e Gianni Zagato coordineranno gli incontri tramite skype e canale youtube con: Eraldo Affinati, Viola Ardone, Paolo Ambrosini, Antonio Aprile, Allegra Bartalucci, Olivia Belli, Renato Bernardi, Annarita Briganti, Valerio Calzolaio, Massimo Carlotto, Ascanio Celestini, Katia Colica, Claudio Damiani, Maurizio De Giovanni, Stanislao de Marsanich, Oscar di Montigny, Antonello Giannelli, Pietro Greco, Giordano Bruno Guerri, Veit Heinichen, Mimmo Locasciulli, Pierluigi Lopalco, Gino Manfredi, Stefano Mabntegazza, Giusy Mantione, Giuseppe Marchetti, Melania Mazzucco, Peppe Millanta, Carlo Ottaviano, Fabrizio Paterlini, Telmo Pievani, Plutonium Baby, Roberto Riccardi, David Riondino, Eugenia Romanelli, Valerio Rossi Albertini, Carlotta Rondana, Donald Sassoon, Gaetano Savatteri, Silvia Scapinelli, Maurizio Serra, Peppe Servillo, Marco Spagnoli, Simona Sparaco, Emanuele Trevi, Valerio Varesi, Andrea Vitali, Massimo Zamboni, Giorgio Zanchini, Voci nel Deserto.
Gli autori saranno a disposizione degli utenti collegati per rispondere alle domande che otranno essere rivolte attraverso email, Whatsapp e Whatsapp Audio.
“Abbiamo voluto creare questo appuntamento – spiega Sergio Auricchio, editore di “Leggere:tutti” – per non dimenticare, pur in questo momento difficile, la Giornata Mondiale del Libro e per questo abbiamo scelto come tema tre parole oggi di grande attualità, ma che dovranno guidarci anche nel futuro: Cooperazione intesa come partecipazione a progetti in cui non siamo più soli come persone, come imprese, come Stati ma lavoreremo tutti per il bene comune; Solidarietà verso chi non ce la fa, verso gli ultimi rompendo il muro dell’indifferenza; Gratitudine, un sentimento ricorrente oggi verso medici e infermieri che rischiano la loro vita per la salvezza degli altri, ma gratitudine non solo verso le persone, ma nei confronti di tutti gli esseri viventi e per la Natura che sempre più spesso viene violentata.”
La diretta partirà alle ore 10.00 di giovedì 23 aprile e si concluderà alle ore 20:00. Nelle giornate precedenti al 23 aprile sarà possibile iscriversi sulla pagina Facebook dell’evento, o tramite email info@leggeretutti.it ricevendo aggiornamenti ed eventuali variazioni sul programma. Sarà inoltre possibile prenotare copie dei libri con dedica degli Autori e chi vorrà riceverà in omaggio l’ultima copia di “Leggere:tutti” in formato digitale.

Visite: 25
Categorie
Libri

CONTINUANO GLI APPUNTAMENTI IN RETE DEGLI AUTORI CARTHAGO SUI SOCIAL CAFFE’ CON L’AUTORE E LIBRI IN ONDA

CONTINUANO GLI APPUNTAMENTI IN RETE DEGLI AUTORI CARTHAGO
SUI SOCIAL CAFFE’ CON L’AUTORE E LIBRI IN ONDA
Ad aprile continuano i due appuntamenti in rete degli autori della casa editrice Carthago: Caffè con l’autore e Libri in onda.
Alfredo Polizzano, proprietario della Libreria Fenice, sita in via Giuseppe Garibaldi 133, a Catania, ogni venerdì alle ore 12,00 sorseggerà Il caffè con l’autore Carthago. Ad aprile il primo appuntamento sarà il 3 aprile e il libro che sarà presentato è Tutto in un giorno di Annarita Schiavone. Gli appuntamenti letterari potranno essere seguiti sulla pagina facebook https://www.facebook.com/Libreria.Fenice/ o all’indirizzo Instagram https://instagram.com/libreriafenice?igshid=tjgastw4ieep.
Questo è il calendario degli incontri online:
3 Aprile – Annarita Schiavone, Tutto in un giorno;
10 Aprile – Anna Clara Rizzo Giacobbe, All’Ombra del Castello;
17 Aprile – Maria Ausilia Saitta, Tra Mare e Montagna – Esperienze sensoriali tra i paesaggi etnei;
24 Aprile – Pina Spinella, Il Mito di Aci e Galatea.
Roberto Biasotti, scrittore Carthago e formatore, curerà la rubrica online Libri in onda, il primo incontro sarà l’8 aprile, alle ore 20, con Mario D’Anna, sarà presentato il libro Storie Pulpitanti – Niente è vero, tutto è possibile e si potrà seguire collegandosi alla pagina facebook https://www.facebook.com/robby.biasotti
Ecco il calendario per il ciclo Libri in Onda:
8 Aprile – Mario D’Anna, Storie Pulpitanti – Niente è vero, tutto è possibile;
15 Aprile – Aldo Agostino Dugo, Lettere d’amore dal Panama;
22 Aprile – Antonino Greco, Sophia Greco, Neuroteologia Generale;
29 Aprile – Emanuele Mario Spitaleri, Uomo e Universo allo Specchio.
Sinossi dei libri Caffè con l’autore:
Annarita Schiavone, Tutto in un giorno;
Cosa fa una donna tutto il giorno? Cosa pensa? E come si difende dai pensieri? Fa di tutto, tutto in un giorno, sentendosi un po’ marziana, un po’ umana. E quella donna, come milioni di altre donne, vive in città, o magari in collina, assorbe i rumori e respira la vita, sente i colori e cerca di dissolvere il sapore amaro della sconfitta con ironia e talvolta con saggezza. È una donna sola, alla ricerca di un sogno che forse non arriverà mai e intanto vive, agisce e spera; spera che le sue figlie diventino presto grandi o che, al contrario, non crescano mai; spera di essere sempre bella e di non invecchiare troppo presto e vorrebbe fermare il tempo. E con il tempo combatte, rincorrendo un tram o sognando in un vagone stipato di vita della metropolitana. A volte rincorre fantasmi, quelli propri e quelli degli altri, fantasmi da dimenticare o da tenere stretti nel cuore. Perché, indietro, quella donna non può più tornare e allora non le resta che pensare al presente e costruirsi una nicchia piccola piccola dove immaginare il futuro e costruirlo ancora una volta a partire dalla frattura di un dolore.
Anna Clara Rizzo Giacobbe, All’Ombra del Castello
La vita è un dono di inestimabile valore, ma Alba non sa cosa farsene. Il suo privato è devastato: non ha più certezze né desideri. Dirigente scolastico di un istituto del centro storico catanese affronta quotidianamente le istanze di un bacino di utenza sempre più dilatato, sempre più problematico. Ma questa vita che non vuole più vivere si snoda prepotente intorno a lei e, all’ombra del castello Ursino, una fitta rete di personaggi si misura con la propria realtà. La mayara, cieca, valente ostetrica che con le sue spezie e arti miracolose ridona la pace a chi l’ha persa; l’antiquario uomo affascinante ed enigmatico che fa riscoprire ad Alba le gioie dell’amore; la docente derubata da un ex alunno drogato; le donne abusate vittime dei propri carnefici. Nella sua scuola insegna un docente greco, innamorato di Catania e studioso dei misteri del castello, che rivendica a gran voce i diritti di una terra ricca di magie e profumi che richiama i propri figli sparsi per il mondo per farla risorgere dalle ceneri. E sulla vita che scorre un monito… “bisogna lasciar morire quello che deve morire e nascere quello che deve nascere”. Ed un messaggio tramandato dalla saggezza popolare: l’accettazione. L’accettazione del proprio posto nel mondo, la consapevolezza che dobbiamo misurarci con ciò che abbiamo senza fuggire come falene impazzite. L’accettazione, il sì alla vita che si traduce nel sussurro della vecchia sciamana alla prostituta nigeriana “Lascia che sia”. Perché accanto a noi, forse, una vita parallela ci segue e ci indica il cammino.
Maria Ausilia Saitta, Tra Mare e Montagna – Esperienze sensoriali tra i paesaggi etnei
“Tutto ciò che la natura ha di grande, tutto ciò che ha di piacevole, tutto ciò che ha di terribile, si può paragonare all’Etna e l’Etna non si può paragonare a nulla”, con queste parole Dominique Vivan Denon scopre la potenza dell’Etna e quindi della Sicilia. Attraverso un viaggio intorno al Mongibello, ripercorriamo esperienze che già i nostri avi hanno condotto e vissuto e, grazie ai più illustri viaggiatori del Gran Tour sono, oggi, a nostra disposizione per far rivivere ai turisti la Sicilia più vera. Grazie ai sensi e alle percezioni possiamo abbandonarci all’essenza di un’isola: via mare, tra i profumi della vegetazione e i paesaggi della Perla dello Jonio, passando per i luoghi verghiani della Riviera dei Ciclopi fino al porto turistico dell’Etna; via terra tra l’arida lava in cui la forza della natura si esplicita con la pianta del pistacchio e la connessione uomo-natura si rafforza attraverso i suoni del bosco e il contatto con le api. Un viaggio tra mare e montagna alla scoperta della Sicilia.
Pina Spinella, Il Mito di Aci e Galatea
Il nome della ridente cittadina di Acireale è quello del pastorello Aci, figlio del dio Pan. Un amore smisurato univa Aci a Galatea, bellissima ninfa del mare; il loro amore finì però per accecare di gelosia il mostruoso gigante Polifemo che, noto per l’unico occhio in fronte, dopo il rifiuto di Galatea, scagliò sul corpo di Aci un gigantesco masso che lo schiacciò. La notizia giunse a Galatea che alla vista del suo amore ridotto a quel modo, pianse tutte le lacrime che aveva in corpo; pianse talmente tanto che gli dei che vollero consolarla trasformando Aci in un bellissimo fiume che tuttora scende dall’Etna e sfocia nel tratto di spiaggia dove solevano incontrarsi i due amanti.
Sinossi dei libri presentati per Libri in onda:
Mario D’Anna, Storie Pulpitanti – Niente è vero, tutto è possibile
Storie Pulpitanti è un romanzo composto da dieci racconti, collegati tra loro dal sarcasmo tipico del genere pulp. Dinamiche paradossali e momenti del racconto quotidiano si fondono per tracciare una linea, labile e potente, tra il vero ed il possibile. Si viaggia tra le periferie del degrado urbano fino alle stanze dei cardinali, dalle nevrosi dell’uomo comune fino alle iperboliche e crudeli dinamiche del mercato. Storie Pulpitanti racconta le vicissitudini della nevrosi individuale e collettiva, giocando con le parole e utilizzando un linguaggio denso e cinico che racchiude le modalità della scrittura e della sceneggiatura nord americana. Sono immagini scritte, le pagine che racchiudono i dieci racconti che compongono il romanzo. È un’opera ruvida e sanguinante, veloce, fulminea; uno stile unico che non ha richiami o ammiccamenti letterari; una lingua apolide, senza confini. Un viaggio nella mente e nel cuore degli uomini del nostro tempo.
Aldo Agostino Dugo, Lettere d’amore dal Panama
Lettere d’amore dal Panama dimostra quanto sia reale il celebre scritto di Virgilio Omnia vincit amor: l’amore vince tutto. Infatti, Salvatore e Lucia, protagonisti e genitori del nostro autore, hanno abbattuto ogni ostacolo per coronare il loro sogno d’amore. Aldo Agostino Dugo racconta la storia della sua famiglia, attraverso la pubblicazione delle lettere che il padre Salvatore ha scritto all’amatissima Lucia, inserendole in una cornice familiare di estrema bellezza. Le vicende familiari si intrecciano e vengono ben collocate nel contesto storico locale e nazionale. Questo dona al lettore l’opportunità di conoscere sia la vicenda personale dell’autore che di riflettere sugli avvenimenti storici alla base delle nostre radici e identità.
Antonino Greco, Sophia Greco, Neuroteologia Generale
Antonino è un sincero amico, confidenzialmente lo chiamo Tony, egli è il marito di una mia ex allieva, la Dott.ssa Rosaria la Licata. Tony ha una particolare propensione al fenomeno religioso, conosce la Bibbia a memoria e non solo ha studiato accademicamente questi argomenti, ma attraverso i suoi innumerevoli viaggi mi ha parlato anche delle filosofie orientali. Un giorno, mi infornò che stava affrontando uno studio antropologico sull’anima. Mentre lo ascoltavo, gli dissi: “perché non fai una ricerca sulla neuroteologia?” Lui rimase per un istante senza parole, rispose: “io non sono un neuropsichiatra potrei errare”. A questo punto vedendo la sua indecisione insistetti: “fatti aiutare da tua moglie, lei è una psichiatra, non perde mai un congresso sulle neuroscienze, tua figlia è una psicologa, sicuramente ti aiuteranno!” Dopo un po’ di giorni, Tony mi teneva al corrente: stava iniziando a studiare l’argomento. Stupendo! Ero veramente contento. Oggi ho letto il suo lavoro e devo dire che lo studio neuroteologico della mente umana è stato una eccellente idea.
Emanuele Mario Spitaleri, Uomo e Universo allo Specchio
Uomo, Universo…Dinanzi a questi due concetti si sono versati fiumi e fiumi di parole. Si è detto tutto forse e il contrario di tutto. Sono state fornite definizioni, fra le più disparate, per dare delle risposte – più o meno definitive – a domande che ancora oggi rimangono insolute al centro dell’esistenza di ogni essere. Che cosa è l’Uomo? Che cosa è l’Universo?

Visite: 28
Categorie
Libri

Emergenza Coronavirus; anche i libri arrivano a domicilio

Libri a domicilio dalla Libreria Mondadori Bookstore
È arrivato oggi il parere positivo dei Vigili Urbani di Enna per fare consegna domicilio, in sicurezza di librario e lettore.
Al momento è possibile solo la consegna dei libri presenti in libreria senza possibilità di fare altri ordini. Questo permette di lavorare senza gravare ulteriormente sui corrieri, già molto affaticati.
Puoi chiedere la disponibilità di un titolo preciso o di un autore.
Richieste di altro genere devono essere il più dettagliato possibile.
Come sai sono solo una a rispondere ai messaggi, chiamate e fare le consegne non è la stessa cosa di stare in libreria, ti prego di aspettare se non rispondo subito e avere un po’ di pazienza e collaborazione.
Per favore NO messaggi vocali. Concordiamo una chiamata.
La consegna è gratuita.
Il costo dei libri è quello di copertina.
Il pagamento può avvenire tramite contanti per esempio in buchetta delle lettere o panaro (romantico e sicuro)!
Per favore comunica in anticipo alla consegna come intendi pagare e se hai bisogno di resto.
In caso diverso si può pagare tramite bonifico. La consegna senza distinzioni avverrà successivamente al ricevimento dell’importo.
Iban: IT57D0306916801100000017111
Indicare in Causale il proprio cognome.
Indica, via, numero civico e campanello. Concordare giorno e orario.
Al momento sto tenendo ristretta la consegna per evitare di avere un numero eccessivo anche di richieste di informazioni e quindi non riuscire a soddisfarle e anche per evitare di stare in giro tutto il giorno. Sicurezza per sé e per gli altri.
Vi ricordo che le novità editoriali sono sospese.
Potete fare le vostre richieste al mio numero personale o tramite Messenger alla pagina Facebook Mondadori Enna.
Se non vuoi ricevere più info sulla libreria, eventi e consigli scrivimi un messaggio.
NOVITA’
La Dragunera, Il saggiatore, di Linda Barbarino
La misura del Tempo, Eindaudi, Carofiglio (candidato Premio Strega)
Il Colibrì, Nave di Teseo, Veronesi (candidato premio strega)
Addio Fantasmi, Einaudi, Terranova
Stoner, Fazi, Williams
Confidenza, Einaudi, Starnone
Odiare l’odio, Rizzoli, Veltroni
La vita schifa, Arkadia, Palazzolo
Sicilia d’autore, Morellini, aa.vv
Vita con Lloyd e altri, Rizzoli, Tempia
Il sogno della crisalide, Feltrinelli, Monfort
La Memoria Rende Liberi, BUR, Segre-Mentana
Se questo è un uomo, Einaudi, Levi
Le città invisibili, Mondadori, Calvino
Fiorire d’inverno, Mondadori, Toffa
Cose che si portano in viaggio, Guanda,Duran
Piccirdidda, Giunti, Fiorello
Un amore, Mondadori, Buzzati
Ragazzi
2 Classici Stilton al prezzo di uno tanti titoli tra cui (ventimila leghe sotto i mari, giardino segreto, zanna bianca, mago di oz etc.)
Classici per ragazzi edizione economica (Piccole donne, Isola del tesoro, Giamburrasca..etc.)
Storie prima lettura Gribaudo
Libri da colorare con i gessetti
Tutto Rodari (illustrati, prima lettura e libri dai 7 anni)
Manuale della plastilina per creare forme e animali
Libri sulle emozioni dai 4 anni in su (illistrati, dopo up, economici etc.)
Speciale Mulan Disney (librotti, storie, libro gioco)
Per i più piccoli libri in cartonato, storie e libri tattili e sonori.

Visite: 123
Categorie
Libri

È uscito, per AG Book Publishing, il primo albo a fumetti della serie "I Cacciatori dei sigilli perduti",

È uscito, per AG Book Publishing, il primo albo a fumetti della serie “I Cacciatori dei sigilli perduti”, i fantastici supereroi in difesa della natura e dell’ambiente, nati dalla creatività di Angela Tabata Di Matteo.
Cari lettori…! Noi Cacciatori dei sigilli perduti non vediamo l’ora di raccontarvi la nostra speciale storia; un concentrato di amicizia, suspense, adrenalina e molto altro… Siete pronti a conoscerci e a partire con noi in questa epica avventura?
Buona lettura.
Angela Tabata Di Matteo è nata a Milano nel 1991 e vive a Rieti. Ha conseguito la laurea magistrale in Grafica d’arte e progettazione presso l’Accademia di Belle Arti di L’Aquila. Questo è il suo primo albo a fumetti, dedicato al mondo del fantastico che è da sempre una sua grande passione.
Formato: cm 21 x 29,7
Pagine: 44
ISBN: 9788898590483
€ 10,00
https://www.agbookpublishing.com/product/cacciatori-dei-sigilli-perduti/

Visite: 80
Categorie
Libri

LA CASA EDITRICE CARTHAGO BATTE IL CORONAVIRUS GRAZIE ALLA RETE DA CATANIA A MANTOVA IN COLLEGAMENTO SUI CANALI SOCIAL

LA CASA EDITRICE CARTHAGO BATTE IL CORONAVIRUS GRAZIE ALLA RETE
DA CATANIA A MANTOVA IN COLLEGAMENTO SUI CANALI SOCIAL
La casa editrice Carthago non si ferma, pur rispettando le istruzioni date dal Decreto Ministeriale. Due sono le iniziative intraprese dalla società per contrastare gli effetti negativi e per supportare i loro autori: Caffè con l’Autore e Libri in onda.
Il caffè con l’autore si svolgerà nella Libreria Fenice, sita in via Giuseppe Garibaldi 133, a Catania, ogni venerdì alle ore 12,00, il primo appuntamento sarà venerdì 13 marzo. Il proprietario della libreria, Alfredo Polizzano, converserà con gli autori, presentando al pubblico che lo seguirà da casa, ogni settimana un libro insieme all’autore. Venerdi 13 marzo l’autrice che interverrà in questa nuova presentazione online è Rossella Jannello con i libri La Bella Angelina e Lo Straordinario dell’Elefante. Queste presentazioni potranno essere seguite sulla pagina facebook https://www.facebook.com/Libreria.Fenice/ o all’indirizzo Instagram https://instagram.com/libreriafenice?igshid=tjgastw4ieep.
Libri in Onda, invece, sarà curata dall’autore e formatore, Roberto Biasotti, che ha pubblicato con Carthago Edizioni, La Voce degli Animali. Sarà un dialogo tra Biasotti e gli autori Carthago. Il primo appuntamento sarà mercoledì 11 marzo, alle ore 20.00 e si potrà seguire collegandosi alla pagina facebook https://www.facebook.com/robby.biasotti
Di seguito il calendario:
11 Marzo – Gabriella Vergari, Capriccio Siciliano;
18 Marzo – Teresa Tufo (3 libri), Micol – Selene – Mirea;
25 Marzo – Davide Bruno, Di tutto il resto in mezzo;
1 Aprile – Ionella Consolata Emmanuele, Nunet – Io e lei.
Non bisogna dimenticare che in qualsiasi momento della vita ascoltare di letteratura o leggere libri può far meglio dimenticare i periodi bui e far trascorrere meglio il tempo, non a caso il grande Cesare Pavese: La letteratura è una difesa contro le offese della vita.
Ecco le sinossi.
Caffè con l’Autore
Rossella Jannello – La Bella Angelina
Catania, 1911. Angelina Mioccio, figlia di una famiglia benestante di origini ebraiche, muore suicida lanciandosi dal torrione del Castello di Leucatia, dono del padre per l’imminente matrimonio della figlia con un buon partito, come nelle migliori tradizioni dell’epoca. Una decisione contrastata in ogni modo da Angelina, fino all’esito fatale. Da allora, storia e leggende si intrecciano intorno alla vicenda della giovane donna e del suo spirito che sembra aleggiare ancora oggi nel “suo” castello. Mentre la sua salma, agghindata con quell’abito da sposa che lei non avrebbe mai voluto indossare, giace tuttora, imbalsamata e dimenticata, nel cimitero monumentale del capoluogo etneo. Ne La Bella Angelina l’Autrice ripercorre, con una modalità stilistica avvincente, quanto elegante e poetica, i tanti fili che si snodano attorno a questa vicenda, dall’inizio sino ai giorni nostri. Tuttavia, La Bella Angelina non è solo la storia di una giovane donna e della sua famiglia: è la storia di una città e di una comunità in un’epoca, quella della Belle Époque, lontana per usi e costumi da quella attuale, ma ancora viva e affascinante. Ed è in quell’epoca che Rossella Jannello ci trasporta, con pathos emotivo e perizia di cronaca.
Rossella Jannello – Lo Straordinario dell’Elefante
C’è un’altra Catania oltre la Platea Magna di piazza Duomo, oltre al salotto buono di via Etnea. Piena di misteri. All’ombra dell’Elefante simbolo di Catania sono avvenuti nel tempo tanti fatti strani. Storie di nera, pure eclatanti, costate vite umane e tanto dolore, che non hanno mai trovato una soluzione. Luoghi maledetti che nei secoli sono stati al centro di inspiegabili vicende. Personaggi fra genio e follia, protagonisti di vicende particolari, leggende metropolitane che hanno trasformato in un attimo il falso in vero. Ed è proprio attraverso questi impervi sentieri che si inerpica il libro di Mario Bruno e Rossella Jannello. Cronisti di razza per il quotidiano catanese “La Sicilia”, hanno assistito da testimoni a tutto quello che nel libro raccontano, cercando sempre di separare il falso dal vero, andando all’essenza dei fatti. Il risultato è un libro diverso: più che un catalogo, un romanzo, che farà scoprire ai lettori una Catania diversa e meno conosciuta. Appunto, “Lo Straordinario dell’Elefante”.
Vincenzo Giuseppe Baldi – Il Tappeto – Incroci di trame possibili
In ogni casa c’è la stanza buona, interdetta alla vita familiare quotidiana ma pronta ad essere orgogliosamente sfoggiata quando arriva l’ospite buono. E in ogni stanza buona fa bella mostra di sé il tappeto prezioso. Questo, lungi dall’essere semplice orpello, in realtà rivela il suo essere copertura e mascheramento dei segreti più arditi. Segreti che nascondiamo a noi stessi e dinnanzi ai quali finiremmo per sentirci stanati, bloccati, disarmati. Sarà questa riflessione a dare il La alla storia di Salvo, promettente architetto in cerca di emancipazione dalle sue origini, e di Flora, elegante nobildonna palermitana avvezza ad intrattenere ospiti nel suo salotto cittadino e particolarmente colpita dal talento creativo, mai spudorato o invadente, del giovane professionista. Ma quello che nasce come rapporto professionale è destinato a tramutare in qualcosa di più profondo e misterioso, che neanche i protagonisti sanno comprendere fin dove li condurrà. Finiranno così per rendersi poco a poco conto che i fili della vita tramano e ordiscono infinite strade possibili e che, forse, nulla avviene mai per caso, specie quando a incrociarsi sono anime affini. A fare da cornice a Flora e Salvo alcuni amici
Duccio Di Stefano L’Angelo di Pietra – La Barca del Destino
“Tempo sospeso” di Stefania Germenia si compone di tre racconti e una raccolta di poesie in coda all’ultimo racconto. Si tratta di tre storie concluse e quindi leggibili indipendentemente l’una dall’altra. Incorniciate da un luogo fisico, la casa dei nonni, che è anche e soprattutto il luogo dell’anima all’interno. Luogo nel quale Rosa, la protagonista unica dei racconti, è visibile, prima a sprazzi, poi in maniera sempre più nitida. In questo contesto Rosa rivela la sua storia di donna e madre che vive e non sopravvive, ha il coraggio di lottare, scegliere, sbagliare, attraversare il dolore in nome del suo più grande amore: la vita.
Stefania Germenia – Tempo Sospeso
“Tempo sospeso” di Stefania Germenia si compone di tre racconti e una raccolta di poesie in coda all’ultimo racconto. Si tratta di tre storie concluse e quindi leggibili indipendentemente l’una dall’altra. Incorniciate da un luogo fisico, la casa dei nonni, che è anche e soprattutto il luogo dell’anima all’interno. Luogo nel quale Rosa, la protagonista unica dei racconti, è visibile, prima a sprazzi, poi in maniera sempre più nitida. In questo contesto Rosa rivela la sua storia di donna e madre che vive e non sopravvive, ha il coraggio di lottare, scegliere, sbagliare, attraversare il dolore in nome del suo più grande amore: la vita.
Giovanni Lo Giudice – La Voce della mia Terra
Mi diceva sempre di tenere sotto controllo la mia mente perché rappresenta un “laboratorio instancabile” capace di produrre i pensieri più disparati.
Il nostro cervello spesso si comporta com un filo di capello che va dove lo porta il vento, sta a noi indirizzarlo verso la giusta direzione Giovanni Lo Giudice – La Voce Della Mia Terra
Nuccio Puglisi -Centootto volte più grande del sole
Cos’hanno in comune una maturanda, amante del baseball, e un uomo, innamorato della matematica e della filosofia? Alessandra ha diciotto anni, grandi occhi verdi, vivi ed aperti sul mondo, capelli neri perennemente raccolti in due codini. Frequenta la terza liceo e ama giocare con i Greenrays, sebbene sia l’unica ragazza in squadra. Padre Giovanni è un sacerdote, ha trentanove anni ed un nipotino, Lorenzo, che adora. Ama la matematica perché convinto che racconti dell’esistenza di Dio come e più di qualunque altra disciplina esistente. A farli incontrare prima, a legarli in maniera indissolubile poi, saranno una malattia, una corsia d’ospedale, una cavalcata verso la maturità dell’anima ed un filo la cui apparente invisibilità si dimostrerà essere inversamente proporzionale alla sua ancestrale potenza. E quei casi della vita che alcuni chiamano destino, altri inconscio, altri ancora provvidenza. Intorno a loro ruotano tante altre storie: quella di Maria Rita, Lucio ed Anna; quella di Enza e di Riccardo; quella di Giraldi, del piccolo Lorenzo e della famiglia di padre Giovanni. Il passato nella misericordia di Dio, il futuro nella sua provvidenza, il presente un atto d’immenso amore; così potrebbe riassumersi Centootto volte più grande del sole. Un romanzo che apre al senso, intessendo un’indistricabile relazione tra la forza del reale e l’intensità della metafora e del simbolo, che percorrono ogni singola pagina. Un romanzo che parla della vita, del valore delle cose che siamo chiamati ad affrontare e ad attraversare, della potenza dell’amore, unica vera panacea alla morte.
Don Vittorio Rocca – Dove sono gli uomini responsabili?
Dove sono gli uomini responsabili? È un quesito, questo, che dovrebbe scuotere nel profondo l’animo degli uomini e delle donne che vivono nella società d’oggi. Il prof. don Vittorio Rocca, partendo dalla convinzione che la coscienza è un dato costitutivo e distintivo della persona e che l’uomo vale la sua coscienza come pure dalla constatazione della crescente consapevolezza dell’importanza della coscienza per vivere la complessità e la rapidità che caratterizzano la società di oggi, prospetta il problema della questione educativa e, con questo volume, si propone di dare un contributo alla formazione della coscienza e al discernimento morale. Il lettore è aiutato a comprendere gradualmente cosa sia il discernimento morale senza mai perdere di vista il punto di riferimento essenziale: Gesù Cristo. L’ampio e ben articolato sviluppo logico del discorso e dei capitoli, lo stile chiaro ed iconico, il linguaggio semplice e puntuale ne rendono facile e attraente la lettura.
Sinossi
Libri in onda
Gabriella Vergari – Capriccio Siciliano
Con questo Capriccio Siciliano – afferma Vincenzo Spampinato nella Prefazione – Gabriella Vergari non solo è riuscita a far esistere la nostra Terra, ma addirittura a farla resistere nelle sue tradizioni e contraddizioni, nei suoi silenzi e nelle sue canzoni, facendola diventare lo spartito che tutti vorrebbero suonare. Questo Capriccio non è stravaganza puerile e incaponita ma, in accezione tecnica (e auspicabilmente melodiosa), componimento a proprio modo musicale al limite dell’improvvisazione. Una dichiarazione d’amore per la Sicilia, di cui essere suonatori e ascoltatori insieme. Un modo per entrare nel mood giusto e poterla abbracciare nelle sue sfaccettate dimensioni, ma soprattutto nei suoi mille volti, odori e colori.
Teresa Tufo – Micol
L’amore va oltre tutto e tutti, riesce a dare senso alla vita, sfiora e penetra l’anima. L’amore vero, unico, più forte del dolore, l’amore che salva e porta ad una nuova esistenza. Un rapporto tormentato ed intenso quello tra Fabio e Micol, il cui passato cela un tragico segreto. Un passato i cui segni porta addosso e dentro Micol, che finisce per ritrovare se stessa accanto all’uomo della sua vita. Una donna che ha perduto la propria anima a causa dei fantasmi del passato ma che incontra l’uomo che riesce a legarla a sé con il suo amore incondizionato, un uomo dagli occhi profondi come l’oceano, che sa guardare oltre l’apparenza e svela l’essenza di una donna forte e fragile, dolce e passionale. Micol appare distante, lontana, assente. Un mistero la rende diversa dalle altre donne. Sì Micol è diversa, è riuscita a sopravvivere dopo aver vissuto l’inferno, si fida dell’uomo che le è accanto, dei suoi sentimenti, della sua sensibilità, ma non riesce ad affidarsi a lui completamente. È il sentimento profondo che prova, a spingere Fabio ad affrontare i demoni di Micol e a ritrovare la felicità che credeva di aver perduto per sempre. Pur nella tragicità degli eventi, un miracolo unirà i due protagonisti per sempre.
Teresa Tufo – Selene
Nella cornice di una Londra dalla bellezza regale e gotica, grande e caotica, Selene, lascia il suo paese per andare a vivere nella capitale aperta al mondo, multietnica e multiculturale. Il suo nome significa «Luna» ma non indica semplicemente un corpo celeste. Rappresenta la sfera del femminile nella sua espressione più completa, raffigura la capacità di creare uno scambio emotivo attraverso sentimenti e stati d’animo tanto da dar vita ad un legame intimo e profondo. Distante dall’Italia, riparte da se stessa e ricomincia una nuova vita al fianco di Daniele. Affidabile, premuroso, attento, la sua àncora, il porto sicuro, la scelta migliore che abbia fatto. Fino al momento in cui riappare l’immagine dell’uomo da cui deve stare lontana. Lorenzo. Le loro vite si incontrano e scontrano fino al distacco doloroso che la costringe a raccogliere i pezzi del suo cuore e a ricostruire una vita senza di lui. Eppure un legame invisibile li tiene uniti, nonostante il tempo e la distanza, le strade diverse, la vita intrapresa da ognuno. Uno di quegli amori che restano dentro per sempre ma che non si riescono a vivere mai completamente. Nella meccanica quantistica, due sistemi che interagiscono tra loro e poi vengono separati, diventano un unico sistema. Dirac ha elaborato una formula in cui si fondono l’oggettività di una equazione della fisica e la poetica di una relazione d’amore: come particelle quantiche, esistono persone che, anche se si separano, continuano a portare dentro una parte dell’altra, restando indissolubilmente unite e intrecciate per tutta la vita.
Teresa Tufo – Mirea
Scegliersi e mai sciogliersi. Un “Filo” diviene “legàme” e quel legàme un “nodo” d’amore. Esistono legàmi profondi, fili invisibili che uniscono due persone, frammenti di divinità che si incontrano e si riconoscono. Fili preziosi e unici come “seta”, forte ed ineguagliabile come l’amore. Intrecciati gli uni agli altri, scelgono di divenire un “nodo” indissolubile sempre più stretto senza sciogliersi mai. Erede di un’azienda di lingerie molto quotata, bella, elegante e raffinata, ma al contempo, algida e glaciale, Mirea si ritrova a camminare sul “filo dell’esistenza” lasciandosi trasportare dal più universale dei sentimenti quando Alessandro irrompe nella sua perfetta esistenza e gli eventi della vita la conducono a guardare e a guardarsi e a far venire fuori la sua vera Essenza, il suo esser Donna. Un intreccio di dipendenza, complicità e amore fonde i loro destini. Nulla e nessuno, nemmeno il tempo e la distanza può sciogliere ciò che li incatena. Anche se sembrano essere due mondi lontani. Nonostante la tragicità di alcuni accadimenti, il filo che lega Mirea ed Alessandro riesce a superare ogni tempesta, perché solo l’amore avanza e si apre un varco verso l’infinito. Solo in questo modo quel legàme, quel “nodo” diviene saldo, forte, vivo, indistruttibile.
Davide Bruno – Di tutto il resto in mezzo
Questo non è un libro di poesie, di illustrazioni, o fotografie; non racconta un storia. Di tutto il resto in mezzo è un esperimento. Come una vita, un frullato stroboscopico di eventi, pensieri, passioni, paure e speranze, silenzi , suoni. “Scintille”, ossa, pensieri, muscoli, poesia, tendini, aforismi; un senso senza apparente ordine da sfogliare, da ascoltare in silenzio. Leggendolo e passeggiandoci in mezzo una volta noterete una quercia in fondo al viale, altre volte, le margherite alla vostra sinistra, altre volte solo la polvere sulla strada.
Ionella Consolata Emmanuele – Nunet – Io e lei
Giovane, inquieta, affascinante. Sfuggente nello spirito e offesa nel corpo. Questo il ritratto di Nunet, quando la vita la metterà di fronte alla prova più grande: cercare se stessa, guardando nel profondo della propria anima. Nel farlo Nunet si troverà a familiarizzare con la sua parte più irrequieta e selvaggia. Dovrà riparare il suo istinto ferito, apprendere dagli aspetti inconfessati della sua psiche, proclamare i desideri più nascosti per sé e per i propri cari oltre e, soprattutto, contro ogni cliché. Tutto ciò le richiederà, per dirla con Pinkola Estès, una resistenza sconfinata e mistica. La traghetterà nel mondo dell’archetipo della donna lupo: robusta, piena di energia, di forza vitale, capace di dare la vita e, al contempo, accarezzare la morte fino a rinascere rianimata e consapevole. Inventiva, leale, errante, resiliente, Nunet vagherà, faticherà, scenderà negli abissi della propria Ombra, per poi scoprire che solo nell’amore puro e incondizionato, ma non annichilente, risiede il senso arcano e arcaico del vero Sé.

Visite: 55
Categorie
Libri

TORNA IN LIBRERIA LA SILLOGE POETICA DI STEFANO LABBIA – “GLI ORARI DEL CUORE”.

TORNA IN LIBRERIA LA SILLOGE POETICA DI STEFANO LABBIA – “GLI ORARI DEL CUORE”.
La seconda edizione del libro che ha lanciato nel panorama poetico italiano il giovane autore romano Stefano Labbia, “Gli Orari del Cuore”, torna a grande richiesta con una seconda ristampa.
Prima raccolta di liriche del giovane scrittore, classe 1984, di origine brasiliana ma nato nella Capitale d’Italia, contiene poesie da lui composte tra l’adolescenza e la maturità.
Amore, satira politica, vita e città che hanno avuto un’importanza nella crescita dell’autore, si intrecciano in maniera perfetta e vengon da lui così soavemente descritte da risultare profonde e vivide agli occhi di chi legge.
Dicono di lui: “Con le sue composizioni, Stefano Labbia rende il sentimento del suo oscuro sentire – attorno a cui si affastellano brani di memoria, considerazioni e interrogativi continui – così
tangibile, da donare ogni volta parte di sé nelle sue liriche. Tutto tra apparizioni di luoghi, persone, natura incontaminata e paradisiaca, emozioni ritrovate o perdute per sempre, evitando qualunque forma di retorica, caratteristica dei poeti del millennio in cui viviamo.”.
La prefazione è a firma del poeta Alessandro Ebuli. La postfazione è firmata dalla Dott.ssa Sonia Luzi, Psicologa.
La scheda del libro:
Il libro è in vendita nello shop del sito dell’autore (https://stefanolabbia.wixsite.com/stefanolabbia) e ed è ordinabile presso le principali librerie su territorio italiano oltre che sul sito dell’editore (Amazon) nella sola versione cartacea.

Visite: 34