Categorie
Concerti

Associazione Bandistica A. Giunta Calascibetta: OLTRE LE DISTANZE con ….“L’altra faccia della Musica”

OLTRE LE DISTANZE con ….“L’altra faccia della Musica”

La chiusura “sociale” non ha fermato la musica dell’Antonino Giunta, l’associazione xibetana che vanta premi internazionali e consensi di pubblico e critica si è prodigata in una serie di attività musicali a distanza.

Visite: 51
Categorie
Concerti

Emergenza Coronavirus; artisti ennesi intrattengono con la musica i loro cittadini sui Social

Si può fare aggregazione come se fosse reale anche rimanendo solo in rete. Lo hanno sperimentato giovedì scorso due Dj ennesi Giuseppe Fazzi in arte Peppe Killo EnnaMassive e Angelo Vaccaro che senza programmare nulla hanno fatto trascorrere una piacevole serata a tanti. Infatti in questo periodo che si prevede non breve di permanenza forzata a casa i due hanno deciso di “passare musica” sui Social che ha intrattenuto per diverse ore centinaia di utenti. Ad iniziare intorno alle 18 è stato Peppe Killo con la sua musica Reggae mentre il “dopocena” è stato a cura di Angelo Vaccaro con un piacevolissimo DjSet. E a quanto pare i riscontri sono stati molto confortanti tanto che l’esperienza sarà ripetuta da entrambi. Un modo diverso di trascorrere le serate ed allontanarsi dal tram tram mediatico sull’emergenza che stiamo vivendo. “Considerando chè è stata una idea nata all’improvviso sono soddisfatto – commenta Angelo – e ho carpito la stessa sensazione di chi si è collegato. Penso che prossima settimana organizzeremo un’altra serata”. “Anche io non mi aspettavo questo numero di collegamenti – continua Peppe Killo – si capisce che la gente ha necessità di staccare la spina e la musica è la migliore occasione. Anche io ripeterò questa esperienza”. Ieri pomeriggio invece come è stato in tuta Italia non sono stati pochi coloro che dalle 18 si sono messi sui balconi per suonare uno strumento o addirittura cantare l’inno nazionale. E c’è chi continua a garantire servizi alla collettività e nella massima sicurezza. Dal pomeriggio di ieri sino a notte il Comune ha effettuato la sanificazione delle strade della città. Medesima cosa da martedì a giovedì prossimo per tutti gli immobili scolastici di sua competenza. Tra oggi e martedì prossimo la Soprintendenza ha previsto la sanificazione in ordine della Villa Romana del Casale, Area Archeologica di Morgantina, Museo di Aidone, Museo Varisano di Enna, Palazzo Trigona di Piazza Armerina ed uffici di Enna. Il Libero Consorzio dei Comuni lo ha previsto per i suoi uffici lunedì prossimo. E per ridurre ulteriormente la mobilità in città il Sindaco Maurizio Dipietro ha sospeso il servizio dei Bus navetta gratuiti. L’emergenza Coronavirus sta facendo riscoprire il valore del senso di Comunità. Dopo il Crowfunding del Corpo Volontari protezione civile per l’Ospedale Umberto I e che in pochi giorni ha fatto raccogliere quasi 6 mila euro, il Gruppo Area operante nella GDO ha donato all’Asp l’alcool con cui la farmacia dell’Azienda produrrà il disinfettante necessario ai 4 ospedali in provincia, per almeno 4 settimane per ambienti strumentazioni sanitarie e la disinfettazione delle mani.

Visite: 9
Categorie
Concerti

MODÀ: ALLA LUCE DEI RECENTI AVVENIMENTI E DELLE VIGENTI DISPOSIZIONI GOVERNATIVE RINVIATO IL “TESTA O CROCE TOUR”, PREVISTO A MARZO

MODÀ: ALLA LUCE DEI RECENTI AVVENIMENTI E DELLE VIGENTI DISPOSIZIONI GOVERNATIVE RINVIATO IL “TESTA O CROCE TOUR”, PREVISTO A MARZO
Alla luce dei recenti avvenimenti e delle vigenti disposizioni governative, Friends & Partners è costretta a rinviare il “TESTA O CROCE TOUR” dei MODÀ, la cui partenza era prevista il 6 marzo da Catania. Le due date siciliane (PalaCatania) del 6 e 7 marzo verranno recuperate il 2 e 3 ottobre. Rimangono validi i biglietti già acquistati. Rimane invariata la data speciale all’Arena di Verona il 2 maggio. Ulteriori informazioni verranno comunicate a partire dal 9 marzo su: www.friendsandpartners.it e www.ticketone.it.
Queste le nuove date del tour:
02 ottobre al PalaCatania di Catania: recupero concerto del 6 marzo
03 ottobre al PalaCatania di Catania: recupero concerto del 7 marzo
06 ottobre al Palasport di Reggio Calabria: recupero concerto del 17 marzo
09 ottobre al PalaFlorio di Bari: recupero concerto del 13 marzo
10 ottobre al PalaFlorio di Bari: recupero concerto del 14 marzo
13 ottobre al PalaSele di Eboli (SA): recupero concerto del 10 marzo
12 dicembre al Palazzo dello Sport di Roma: recupero concerto del 20 marzo
18 dicembre al Mediolanum Forum di Assago (MI): recupero concerto del 28 marzo
19 dicembre al Mediolanum Forum di Assago (MI): recupero concerto del 29 marzo
Da oggi, lunedì 2 marzo, alle ore 16.00, saranno disponibili le prevendite per le nuove date su Ticketone.it e sui circuiti di vendita abituali.

Visite: 12
Categorie
Concerti

Enna il 2 marzo al Teatro Garibaldi concerto dell'Orchestra da Camera ECO

Concerto dell’Orchestra da Camera ECO lunedì prossimo al teatro Garibaldi di Enna. Si esibiranno al Contrabasso Davide Galaverna e Vadim Pavlov. Inizio del concerto alle 20,30.
L’associazione musicale E.C.O. organizza uno straordinario concerto con l’Orchestra da Camera di Enna lunedì 2 marzo ore 20,30, al teatro Garibaldi.
Ospiti del gruppo saranno due solisti di fama internazionale Davide Galaverna al contrabbasso-direttore e Vadim Pavlov al violoncello.
Eseguiranno musiche di
Elgar serenata per archi op.20
Bottesini fantasia sulla Sonnambula per contrabbasso e archi
Haydn concerto in Do magg. per violoncello e archi
Bartok danze rumene

Visite: 31
Categorie
Concerti

67a Stagione Concertistica degli Amici della Musica di Trapani Lo spettacolo “LA SEDIA NANA” – Frammenti anticonvenzionali su Glenn Gould

67a Stagione Concertistica degli Amici della Musica di Trapani
Lo spettacolo “LA SEDIA NANA” – Frammenti anticonvenzionali su Glenn Gould
Un atto unico musicale di Marco Ballestracci
ispirato allo straordinario ed eccentrico pianista canadese
Venerdì 21 febbraio
Ore 18.30
Chiesa di Sant’Alberto, Via Garibaldi – Trapani
Sono passati oltre 30 anni dalla morte di Glenn Gould, il leggendario pianista canadese.
Lo scrittore e bluesman castellano, Marco Ballestracci, gli rende omaggio con lo spettacolo “LA SEDIA NANA” – Frammenti anticonvenzionali su Glenn Gould che debutterà domani, venerdì 21 febbraio, alle ore 18.30 nella Chiesa di Sant’Alberto, a Trapani, nell’ambito della 67ª stagione concertistica degli Amici della Musica di Trapani.
Un atto unico musicale di Marco Ballestracci ispirato allo straordinario ed eccentrico pianista canadese. Una sedia e un tavolino con i libri: questa la scenografia.
Per quasi tutta la sua vita, dal 1953 fino alla morte avvenuta nel 1982 a 50 anni, sia a casa che in concerto, Glenn Gould suonò il piano seduto sulla stessa, miserabile sedia fabbricata, su sua indicazione, dal padre. Questo oggetto, chiamato da molti “la sedia da campeggio” perché oltretutto cigolava ignobilmente, permetteva a Gould di posizionarsi a 35 cm dal suolo, approcciando lo strumento “dal basso”. Da qui il titolo dello spettacolo. Niente musica suonata dal vivo. La musica ci sarà ma suonata direttamente dal pianista canadese grazie alle sue registrazioni in CD. Marco Ballestracci rivelerà questo genio agli spettatori con la sua formula di narrazione e musica. Al di là del cliché del genio estroverso, solitario ed egocentrico, si racconteranno storie e aneddoti su Glenn Gould e la sua carriera.
BIGLIETTI
– Intero euro 7,00,
– Ridotto euro 5,00 (studenti fino a 24 anni, possessori Diamond Card, Associazione 50&Più, Soci Associazione Amici della Musica – Calatafimi Segesta).
I biglietti potranno essere acquistati anche a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo oppure on line sul sito www.amicidellamusicatrapani.it.

Visite: 9
Categorie
Concerti

Enna il 29 maggio il Coro Passio Hennensis organizza la Rassegna corale "Passio 2020"

Si avvicina il tradizionale appuntamento della Settimana Santa. Ed il Coro Passio Hennensis diretto da Giovanna Fussone sta lavorando alla realizzazione di due grandi eventi:
Il 14 Marzo, in Duomo, il tradizionale Concerto di apertura ai Riti della Settimana Santa;
Il 29 Marzo con la Rassegna “Passio 2020” promossa dall’Ars Cori e patrocinata dal comune di Enna che vedrà la presenza in città di 15 Cori,
per una giornata all’insegna dell’unità nella Musica.

Visite: 16
Categorie
Concerti

67a Stagione Concertistica degli Amici della Musica di Trapani

67a Stagione Concertistica degli Amici della Musica di Trapani
“Addio al piano. Gli ultimi quattro cicli pianistici di Johannes Brahms” con il M° Gianluca Di Donato al pianoforte
Domenica 16 febbraio
Ore 18.30
Chiesa di Sant’Alberto, Via Garibaldi – Trapani
Domenica 16 febbraio, alle ore 18.30, nella Chiesa di Sant’Alberto a Trapani, per la 67ª stagione concertistica degli Amici della Musica di Trapani, “Addio al piano. Gli ultimi quattro cicli pianistici di Johannes Brahms”, con il M° Gianluca Di Donato, al pianoforte.
Il tutto parte da un interessante saggio scritto dal valente pianista Gianluca Di Donato, affermato in tutto il mondo, ed è il risultato di anni di esecuzioni e ricerche sui quattro cicli pianistici di Brahms che eseguirà a Trapani offrendo un’accurata analisi sulla produzione di questo compositore che si può considerare unica nel panorama della storia della musica.
I quattro cicli pianistici rappresentano non solo l’addio al suo strumento, il pianoforte, ma anche la fine di un’epoca dominata dai classici, soprattutto Bach e Beethoven che avevano permeato con la loro musica gli elementi peculiari e l’inizio di una musica “nuova”.
Attraverso le lettere e le riflessioni contenute nel libro vengono narrati gli eventi salienti della vita di Brahms, il suo carattere, il suo spirito inquieto.
BIGLIETTI
– Intero euro 7,00,
– Ridotto euro 5,00 (studenti fino a 24 anni, possessori Diamond Card, Associazione 50&Più, Soci Associazione Amici della Musica – Calatafimi Segesta).
I biglietti potranno essere acquistati anche a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo oppure on line sul sito www.amicidellamusicatrapani.it.

Visite: 17
Categorie
Concerti

Il violoncellista Ferrante incanta Calascibetta

Il violoncellista Ferrante incanta Calascibetta
Sold out per il recital del violoncellista Gabriele Maria Ferrante, tenutosi ieri presso l’Auditorium Comunale di Calascibetta (EN).
Un programma vario e accattivante, Bach Piatti e Cassadò, che il giovane musicista ha eseguito con estrema disinvoltura e assoluta padronanza tecnica. Eleganza e sobrietà hanno caratterizzato la seconda Suite in re minore di Bach creando, con l’esecuzione successiva di due Studi trascendentali di Piatti, un contrasto di rara efficacia. Applauditissima ogni interpretazione che ha toccato l’apice in un caleidoscopio di sfumature timbriche e dinamiche nella virtuosistica Suite di Cassadò. Al termine del concerto, rientrando sul palco a seguito di calorosi e prolungati applausi, un momento di grande emozione ha coinvolto tutti: il pubblico presente ha intonato il “Tanti auguri a te” per Ferrante che proprio ieri ha compiuto i suoi 20 anni. Il musicista ha ringraziato il pubblico per l’inatteso regalo eseguendo Julie-O di Summer. Una serata ricca di musica, ricca di gioia.

Visite: 24
Categorie
Concerti

STAGIONE SWING 2019/2020 Per la Festa degli innamorati la HJO Jazz Orchestra guest Anita Vitale portano in scena Love songs

STAGIONE SWING 2019/2020
Per la Festa degli innamorati
la HJO Jazz Orchestra guest Anita Vitale
portano in scena Love songs
La sera di San Valentino per la Stagione Swing la big band diretta
da Benvenuto Ramaci accompagna la voce della grande artista messinese in un concerto che parla d’amore attraverso le più belle note di musicisti del calibro di Duke Ellington, Count Basie, George Gershwin,
Leonard Bernstein e persino Beethoven
Catania, Teatro Ambasciatori, “Love Songs” venerdì 14 febbraio ore 20.30
Pagina Facebook: @hjojazzorchestra
Nel giorno di San Valentino, venerdì 14 febbraio, la HJO Jazz Orchestra Musica non poteva che celebrare la festa degli innamorati con un concerto che parlasse d’amore attraverso le note più belle composte da grandi musicisti quali Duke Ellington, Count Basie, George Gershwin, Leonard Bernstein e persino Ludwig Van Beethoven, solo per citarne alcuni.
Dopo il grande successo di pubblico e critica registrato per i primi due appuntamenti della Stagione Swing, la HJO Jazz Orchestra, la big band di ispirazione americana nata dall’idea di Benvenuto Ramaci, direttore musicale della formazione, si esibirà ancora venerdì 14 alle ore 20.30 al Teatro Ambasciatori di Catania in “Love Songs”, omaggio agli innamorati di ogni tempo, per il quale saranno affiancati da una special guest: la cantante e musicista messinese Anita Vitale, che vanta importanti collaborazioni con Lucio Dalla, Claudio Baglioni e Le Divas, solo per citarne alcune.
Il concerto “Love Songs” è dedicato agli innamorati ma anche a tutti quelli che credono ancora nella forza dell’amore e nella bellezza della musica che, come poche altre forme d’arte, riesce bene ad interpretare questo sentimento universale. Nel corso della serata Anita Vitale accompagnata dalla big band diretta da Ramaci proporrà al pubblico alcuni brani classici del jazz come Sing sang sung di Gordon Goodwin ispirata alla celeberrima “Sing, Sing, Sing” di benny goodman, e The Man I Love musicata da George Gershwin e cantata tanto da Billie Holiday quanto da Ella Fitzgerald, che saranno intercalati da altri classici dello swing, da Duke Ellington a Count Basie.
LOVE SONGS
1Flight to the foo birds (Count Basie); 2) Medley from Sophisticated Ladies (Duke Ellington); 3) In A Sentimental Mood (Duke Ellington); 4) I Can’t Give You Anything But Love (Jimmy McHugh); 5) Someone To Watch Over Me (George Gershwin); 6) Somewhere (vocal) da West Side Story (Leonard Bernstein); 7) ‘S Wonderful (George Gershwin); 8) Dark Eyes (Adalgiso Ferraris); 9) Laura (Johnny Mercer e David Raksin); 10) Blues for Elise (Ludwig Van Beethoven); 11) Ballad for a Lady (Nick Ayoub); 12) Hungarian Dance No 5 (Johannes Brahms); 13) Prelude To A Kiss (Duke Ellington); 14) Fever (John Davenport); 15) Skylark (Hoagy Carmichael); 16) The Man I Love (George Gershwin); 17) Angel Eyes (Earl Brent); 18) The Girl From Ipanema (Antonio Carlos Jobim); 19) Cute (Count Basie); 20) Sing, sang, sung (Gordon Goodwin)
Anita Vitale è nata a Brolo, in provincia di Messina, e probabilmente è la sua anima siciliana che la porta ad esplorare il mondo musicale in ogni direzione, senza limiti di genere e pregiudizi, versatile ed eclettica, con una costante ed intensa volontà di confrontarsi, conoscere, emozionarsi ed emozionare. Coltiva la passione per la musica afro-americana e le colonne sonore, ma l’amore per il canto jazz sboccia grazie all’incontro con Maria Pia De Vito, con la quale ha la fortuna di studiare per tre anni.
Il suo percorso formativo continua nel 2000 con la partecipazione agli Umbria Jazz Berklee Clinics, dove vince la borsa di studio per il Berklee College of Music di Boston. Successivamente si trasferisce a Londra ed a New York, dove vince un’altra borsa di studio, stavolta per il New York City College. Nel 2004 frequenta il Conservatorio di Groningen, in Olanda, dove ha la possibilità di studiare con musicisti di fama internazionale come Ralph Peterson, Conrad Herwig, Brian Linch, e altri. Vince il premio come migliore studente dell’anno e partecipa ad un seminario ad Amsterdam con Bobby McFerrin, esibendosi con lui.
Nel suo percorso artistico trasversale, incontra nel 2002 la band palermitana pop-rock IBeatiPaoli con cui vince il festival Spazio Giovani di Foggia. Il 2005 è un anno particolarmente importante nella sua attività con IBeatiPaoli; partecipano, infatti, al Musicultura Festival di Recanati (secondi classificati) e iniziano le collaborazioni con Claudio Baglioni (Festival O’ Scià di Lampedusa e Notte del Satiro Danzante di Mazara del Vallo) e con Lucio Dalla (Premio Archimede 2005 ed Etna Fest 2005). Tra il 2006 e il 2007, l’attività concertistica di Anita Vitale è molto intensa, soprattutto in ambito jazzistico, ed è segnata dalla nascita di diversi progetti e collaborazioni, tra cui quella con il quartetto femminile Le Divas, (Anita Vitale, Rita Collura, Valeria Milazzo, Marcella Nigro). Nel 2007 è in tour internazionale con Riadh Fehri, virtuoso suonatore tunisino di oud. Collabora, inoltre, con il gruppo Sudd MM (pop-dub-folk) con il quale incide il disco “Sudd” e partecipa al festival WOMAD in Inghilterra, nel 2008.
In questi anni, inoltre, consolida il rapporto artistico con Ruggiero Mascellino e Mario Incudine, che nel 2008 la porterà sul palco del Teatro Massimo di Palermo (con Antonella Ruggiero), al Teatro di Verdura con L’Orchestra Etno-mediterranea (con Hevia), a Firenze insieme a tre icone della musica popolare italiana come Fausta Vetere, Clara Murtas e Lucilla Galeazzi, e ancora al Teatro Greco di Siracusa, a Taormina e a Catania con un’orchestra popolare di oltre 120 elementi e Beppe Servillo. Tra il 2008 e il 2011, Anita prosegue la sua attività jazzistica in tour in Sudafrica e in Germania; vince il My Way Festival e il Moncalieri Jazz Festival 2009 con il quartetto vocale “Naima” e collabora, tra gli altri, con Mauro Schiavone. Nel 2012 vince il premio Rosa Balistreri e collabora con il Maestro Mario Modestini per il quale interpreta “Across Abbey Road”, concerto su musiche dei Beatles da lui riarrangiate per orchestra d’archi, eseguito al Teatro Politeama di Palermo con l’orchestra Gli Armonici. Il 2013 segna un importante riconoscimento internazionale con la vittoria assoluta della Made In New York Jazz Competition. Nel 2014 collabora con Sung Deep, gruppo vocale a cappella di Boston, diretto da Joey Blake, con il quale incide anche il disco omonimo. Nel frattempo presenta il nuovo videoclip del brano The Bridge con le Divas e vince la decima edizione del premio Bianca D’Aponte per la migliore interpretazione.
E’ direttore artistico del Blu Blu Festival, che nella prima edizione ha ospitato musicisti internazionali come Maria Pia De Vito, Alfredo Paixao e Roberto Taufic. Si esibisce nuovamente al Teatro Di Verdura di Palermo con l’Orchestra Sinfonica Siciliana diretta dal Maestro Gaetano Randazzo con il progetto “Le Donne del Jazz”, accanto a Chiara Civello, Daniela Spalletta e Rosalba Bentivoglio. Alla fine del 2016 inizia la collaborazione con Agricantus, storica band della world music siciliana. Partecipa inoltre allo spettacolo “Un Canto Mediterraneo”, diretto da Mario Incudine, con l’Orchestra Popolare Siciliana e Beppe Servillo, andato in scena a Barcellona Pozzo di Gotto, Catania, Siracusa, e Taormina. Nel 2018 va in scena con “West Side Story”, storico musical di Leonard Bernstein, alternando il ruolo di Maria a quello di Anita, con l’Orchestra Sinfonica Siciliana diretta dal M. Gaetano Randazzo, Teatro Politema, Palermo.
La Stagione Swing della HJO Jazz Orchestra prosegue venerdì 13 marzo con il concerto “Latin & Funk”, serata dedicata ai classici standard di latin jazz e funk con un repertorio tra i più vasti e compositi che annovera i pezzi che hanno fatto la storia delle Orchestre latino-americane.
HJO Jazz Orchestra con Anita Vitale
Direttore: Sebastiano Benvenuto Ramaci
Sax: Andrea Iurianello, Vito Latora, Daniele Limpido, Leonardo Ragaglia, Giovanni La Ferla
Trombe: Giuseppe Spampinato, Matteo Frisenna, Dario Scimone, Salvo Musumeci
Tromboni: Boris Latina, Alfredo Vitale, Rosario Patania, Nicola Crescenzi
Chitarra: Sergio Casabianca
Piano: Angelo Fichera
Contrabbasso: Luca Nicotra
Batteria: Stefano Ruscica
HJO JAZZ ORCHESTRA – STAGIONE SWING 2019/2020
Direzione artistica Giuseppe Calanna – Direzione musicale Sebastiano Benvenuto Ramaci
Teatro Ambasciatori, via Eleonora D’Angiò 17 – Catania. Botteghino tel 095 432350
Inizio concerti: ore 20.30
Informazioni e abbonamenti tel. 3920889640 (ore 09.30-13 e ore 16.30-20)
Prevendita online www.cpsmusic.com
Biglietti: 15 euro. Convenzionato con 18app e Carta Docent

Visite: 13
Categorie
Concerti

Enna Caffè Letterario Al Kenisa SABATO 15 FEBBRAIO ORE 22:00 Half a Comet live concert

SABATO 15 FEBBRAIO ORE 22:00
Half a Comet live concert
BIOGRAFIA di Half A Comet Gli “Half A Comet” sono Paolo Castellana e Dario Cordovana. Paolo Castellana Palermitano, anno DOC 1959 (era post-bellica e pre-rivoluzionaria), liceo classico, per pochi danari tenta di convertire al linguaggio della matematica i pre-adolescenti, coi quali sviluppa qualche velleità teatrale. Fa esperienze con alcuni gruppi tra cui i Regen All di Centuripe (2000/2002), coi quali ha condiviso tre anni di serate in pub e concerti di piazza. Fin dall’età di 15 anni suona la chitarra ed insieme a lei compone canzoni. Autore sia della musiche che del testo di molti brani, di alcuni dei quali (“Africa” e “Blu”) sono stati realizzati videoclip. Dario Cordovana Palermitano, ennese per circa un ventennio fino a qualche anno fa, nato in occasione del centenario dell’unificazione d’Italia. Anche lui ha fatto l’Umberto (i due cometofili si conoscevano a quei tempi, poi, dopo avere seguito percorsi di vita completamente diversi si sono ritrovati). Insegna inglese e la cultura anglosassone è il suo credo. Suona, arrangia, compone, ascolta e conosce molto profandamente musica di ogni tipo. I due insieme Gli Half A Comet nascono nel 2010 e quest’anno festeggiano quindi un decennio di sodalizio. Appassionati da sempre (anche prima della nascita…) della Musica intesa come la chiave di comunicazione totale con gli altri e con sé stessi, amano raccogliere certe canzoni in giro (in senso spazio-temporale), magari abbandonate da altri, ne curano le ferite affettive e tentano di rianimarle fino all’estremo, suonandole e cantandole ad altri esseri umani. Il live 2020 Il sistema musicale è acustico (ma Paolo e Dario sperano che nell’ascolto venga coinvolta anche l’anima oltre che gli orecchi). Verranno proposte alcuni brani composti da Paolo e arrangiate da Dario e post-cover inglesi ed italiane (R.E.M., Bon Iver, Battisti, Joseph Arthur, Radiohead, Cat Stevens, Pacifico, Fossati, ecc). Link https://www.youtube.com/watch?v=lbswIGZWm4o https://www.youtube.com/watch?v=w8OdX87z2rU https://www.youtube.com/watch?v=tEHI0K2a5aI

Visite: 10