Categorie
Cultura

“TI RACCONTO ENNA” è il progetto dell’Associazione “Crescere Insieme” rivolto alle scolaresche degli Istituti Comprensivi della Città

“TI RACCONTO ENNA” è il progetto dell’Associazione “Crescere Insieme” rivolto alle scolaresche degli Istituti Comprensivi della Città
“Ti racconto Enna” è il progetto promosso dall’ associazione “Crescere insieme” ed è rivolto alle scolaresche degli Istituti Comprensivi di Enna. Si tratta di un progetto che mira a conservare la memoria del passato, ascoltare i segni del presente e guardare con responsabilità al futuro. È stato elaborato in collaborazione con le scuole e contiene al suo interno percorsi di conoscenza e studio del territorio e dell’ambiente ed è finalizzato a far conoscere la propria città sotto l’aspetto storico, culturale, ambientale, sociale ed economico. “Il progetto offre agli studenti della scuola primaria e a quelli delle prime tre classi della secondaria di primo grado un’occasione di crescita formativa ed educativa, finalizzato ad accompagnare i ragazzi a diventare cittadini consapevoli, responsabili e critici, valorizzando le radici locali, regionali e nazionali per costruire una propria identità culturale”, dice il prof. Angelo Moceri, referente dell’associazione Crescere Insieme. E aggiunge: “Si vuole altresì coinvolgere i giovani dando loro occasioni e spunti per riflettere sul proprio territorio e sulle sue potenzialità e mira a conservare la memoria del passato, ascoltare i segni del presente e guardare con responsabilità al futuro. Nel progetto è stato dato ampio spazio allo studio del territorio, allargato a quello provinciale e regionale, tale da costituire strumento per individuare le attività agricole, artigianali, commerciali che supportano l’economia, favorendo una riflessione e quindi una presa di coscienza sulle possibilità di innovazione e di sviluppo endogene”.
Il lavoro progettuale è stato portato a termine grazie alla collaborazione dell’Istituto Comprensivo ‘Pascoli’ diretto dalla Prof. Maria Concetta Messina, con le docenti referenti Prof.ssa Giancarla Fratantoni e la prof.ssa Adriana Ridenti per l’ I.C. De Amicis”. Sono stati coinvolti Enti e Associazioni quali il FAI, con la capo delegazione di Enna dott.ssa Nietta Bruno; la Confartigianato con la Dott.ssa Angela Maccarrone; l’Ordine Consulenti del Lavoro con il dott. Giuseppe Pintus e l’agronomo dott. Francesco Scoto per il mondo agricolo. Inoltre tra i relatori troviamo Angelino Fondacaro, architetto e scrittore, la prof.ssa Giancarla Fratantoni, insegnante in lettere e la dott.ssa Francesca Nestler, dirigente scolastico.
“Gli esperti relatori – ci fa sapere il prof. Moceri – sono stati interessati dall’Associazione e, con analogo spirito di volontariato che caratterizza l’operato di Crescere Insieme, hanno assicurato il loro qualificato apporto offrendo agli alunni ricchi spunti di riflessione sul nostro patrimonio culturale, monumentale, economico e tradizioni religiose. Con questo progetto abbiamo realizzato un piccolo modello di educazione integrata e posto le basi perché si possano in futuro coinvolgere altri operatori culturali del territorio”.
L’Associazione “Crescere insieme”, opera da circa un ventennio nella città di Enna. Ha intrapreso molteplici attività educative e formative a favore dei giovani, sostenendoli nel processo di crescita umana e culturale. Ha promosso, in collaborazione con le scuole, percorsi di conoscenza del territorio, dell’ambiente e, attraverso momenti di formazione rivolti allo sviluppo delle capacità manuali, artigianali e professionali, ha sostenuto funzioni di orientamento e d’integrazione dei giovani nel contesto territoriale.
“Ti racconto Enna è rivolto ai ragazzi che vogliono iniziare a realizzare un progetto di vita da spendere nel territorio. Si vuole fermare o almeno far diminuire l’esodo dei giovani in altri luoghi, orientandoli verso i successivi studi”. È questo l’auspicio del prof. Moceri e dell’associazione “Crescere insieme”.
Salvatore Presti

Visite: 104
Categorie
Ambiente

Vicenda lavoratori ex Ato Ennaeuno: al via le prime 13 assunzioni

Tredici assunzioni subito e un’altra ventina entro il mese di marzo. Dovrebbero essere questi i numeri sui 58 complessivi dei lavoratori ex ATO EnnaEuno che dopo oltre 2 anni di sospensione dal lavoro e dallo stipendio, dopo il licenziamento obbligato per il fallimento della società d’ambito dovrebbero avere a breve nuovamente un posto di lavoro. A sciorinare questi numeri è il presidente del Cda della SRR il sindaco di Assoro Antonio Licciardo. “Subito provvederemo alla ricollocazione di 13 unità – dice Licciardo – – 2 unità sono dettati da una transazione per delle cause già in corso (andranno rispettivamente 1 unità a Leonforte e alla società Ambiente e Tecnologia). Per gli altri 11 6 dovrebbero andare sempre alla stessa società A.T, 2 a Enna, ed 1 rispettivamente ad Assoro, Cerami e Gagliano Castelferrato”. Lunedì prossimo nel corso del Cda convocato dallo stresso Licciardo, dovrebbero essere decise altre assunzioni che dovrebbero interessare altri comuni come Agira, Nicosia, Barrafranca ed altri ed anche la stessa struttura SRR per un totale di un’altra ventina di unità. Quindi se tutto procederà per il verso giusto e con tempi relativamente celeri entro la fine marzo poco più della metà del personale licenziato dovrebbe essere ricollocato in attività. Rimane invece una vera incognita il destino dei restanti 25.Per questi ad oggi paradossalmente l’unica certezza è quella del licenziamento che li fa accedere ai benefici degli ammortizzatori sociali. Nello stesso tempo per legge hanno acquisito un diritto preferenziale nel caso di nuove assunzioni nel settore. Ma lo stesso Licciardo è fiducioso che con la collaborazione dei suoi collegi sindaci questo personale che per adesso è rimasto fuori dal mercato del lavoro venga gradualmente riassorbito. “per adesso non siamo nelle condizioni di poter parlare di tempistica – aggiunge Licciardo – ma sono fiducioso che il buonsenso ed il senso di responsabilità di tutti i sindaci dei comuni della provincia prevarrà e si darà un futuro a tutti questi lavoratori.”

Visite: 46
Categorie
Politica

Enna voto unanime del Consiglio Comunale contro la chiusura della sede locale di Siciliacque

La politica locale trova l’unità per la difesa del territorio. Infatti venerdì giovedì scorso il Consiglio Comunale di Enna ha votato all’unanimità un ordine del giorno presentato dal Consigliere Comunale del Pd Maurizio Cappa ma “sposato” da tutti con cui si chiede all’amministrazione comunale di porre in essere tutte quelle iniziative volte ad evitare la chiusura della sede territoriale di Siciliacque ed il trasferimento dei 22 dipendenti in altre sedi come Agrigento, Gela o sul acquedotto del Blufi. Gli uffici di Enna di Siciliacuque hanno una importanza strategica non solo per i 20 comuni della provincia di Enna ma anche per un’altra decina delle province di Caltanissetta e Catania. Quindi la chiusura di questa sede rappresenterebbe un danno per il territorio non indifferente. I sindacati stanno cercando in tutti i modi di contrastare questa decisione ma a quanto pare se non succederà nulla entro marzo gli uffici chiuderanno. Quindi adesso la palla passa nelle mani del Sindaco Maurizio Dipietro anche se però non sarà solo visto che la politica locale dovrebbe essere tutta al suo fianco.

Visite: 46
Categorie
Politica

Arresti Comune Palermo, deputati M5S: “Il cemento è ancora merce di scambio, pesanti ombre sulle dinamiche amministrative”

Arresti Comune Palermo, deputati M5S: “Il cemento è ancora merce di scambio, pesanti ombre sulle dinamiche amministrative”
PALERMO (29 febbraio 2020) – “Palermo non si smentisce. Il cemento continua ad essere la merce di scambio della criminalità e della politica compiacente. È avvenuto per mano di Ciancimino, cancellando per sempre il volto liberty della città. È avvenuto per mano degli assassini di Mattarella, grande oppositore della speculazione edilizia. Avviene oggi, pare, con la complicità di burocrati, politici ed imprenditori. Apprendiamo di indagini che lasciano un solco più grande del fatto in sé. Palermo ancora non è cambiata, ma merita di farlo, quantomeno per rispetto di chi ha lottato perché questo cambiamento avvenisse”.
Questo il commento dei deputati regionali del Movimento 5 Stelle Giampiero Trizzino e Roberta Schillaci, dopo l’arresto di sette persone, tra cui due consiglieri comunali di Palermo, nell’ambito dell’inchiesta “Giano Bifronte”, coordinata dalla Procura della Repubblica del capoluogo.
“L’inchiesta di oggi – proseguono – che vede coinvolti dirigenti del Comune e consiglieri comunali per fatti corruttivi, getta pesanti ombre sulle dinamiche amministrative, ancora una volta legate al tema dell’edilizia. Questi fatti meritano sicuramente maggiore approfondimento. Ci auguriamo, così come ha già sottolineato il presidente della Commissione nazionale antimafia, che la parte sana della politica di Palermo prenda le distanze in modo chiaro e deciso da coloro che infangano il nome della città”.

Visite: 25
Categorie
Cultura

Un "ponte" turistico – culturale tra Pietraperzia ed Assisi

Si riapre un proficuo dialogo tra le città di Assisi e Pietraperzia per rilanciare il turismo nell’entroterra siculo. Un ponte virtuale nato tre anni fa, un filo rosa ben saldo, tenuto stretto dall’amicizia di due donne il sindaco di Assisi, Stefania Proietti e Enza Di Gloria, presidente dell’associazione pietrina “PoliOrienta” e candidato sindaco alle prossime amministrative comunali. Oggi che la Di Gloria è candidata a Sindaco nel comune della provincia di Enna, il primo cittadino della città di San Francesco, ha salutato questo nuovo impegno a favore della comunità, con grande entusiasmo. Non è un caso che grazie a questo forte legame interpersonale il programma elettorale di Enza Di Gloria, riprenda appieno gli impegni assunti in termini di rilancio e promozione turistica del territorio pietrino prendendo ispirazione dalla politica solidale della città umbra. “Pietraperzia è arte cultura e folclore” ha dichiarato la Di Gloria anche nel suo recente incontro con il sindaco di Assisi. “Pietraperzia cittadina ricca di storia può e deve offrire, ai flussi turistici, anche il suo importante e caratteristico patrimonio monumentale oltreché archeologico e naturale”. La Di Gloria, mamma -professionista nell’ambito turistico, fonda nella sua preparazione personale la convinzione che lo sviluppo locale passi anche da un accurato piano di marketing territoriale, dichiarando: “Un’amministrazione che si doti di questo strumento di programmazione, si farà certamente promotrice di progetti ed azioni dirette a promuovere e valorizzare non solo il territorio, ma anche i prodotti, le peculiarità e potenzialità, che, se messi a sistema, possono sviluppare nuove economie e rendere concreta la rete di promozione territoriale”.

Visite: 79
Categorie
Mostre

Enna alla Galleria Arte Enna Contemporanea dal 4 marzo Personale di Enrico Colussi

Geniale e ironico, Enrico Colussi, fotografo e artista, coltiva l’arte sin da bambino portando nelle sue opere un voluto messaggio di positività.
Il tratto pulito e preciso, lasciata volutamente da parte la forma accademica, mostra la sua personale rappresentazione dell’amore, delle emozioni, e la sua visione dei mestieri, della politica, della società e dell’umanità che ogni giorno incontra nel suo lavoro di reporter di strada.
Enrico nel 2009 ha deciso di dare vita a un progetto che ha titolato QUOTIDIE.
Progetto nato da un incontro fortuito con una persona che durante una conversazione gli disse “Coltiva ogni giorno lo sguardo, il tuo pensiero e la tua personale visione del mondo perchè sei unico. Ascolta le persone che ti sono vicine, ma poi mettici sempre del tuo in ogni cosa che fai”
Da allora, e con questo pensiero nel cuore, si è preso un impegno con se stesso di realizzare ogni giorno un disegno che rappresentasse un volto. Ci è riuscito, e il lavoro continua.
Questo suo progetto è un’ invito a coltivare lo sguardo con costanza e impegno per tutti noi.
Le sue opere, ricche di quella nota ironica e scanzonatoria che ce le fanno amare, sono uno spaccato dell’arte contemporanea che rappresenta la voglia di crescere, di gioia e ottimismo che alberga in ognuno di noi.
In mostra ci sono disegni e dipinti su tela originali, e opere digigrafiche.
Il vernissage si svolgerà in Galleria AEC mercoledì 04 marzo 2020 alle ore 18,00.
A seguire, alle ore 20,30, presso l’Enoteca Tommy’s Wine in Piazza Francesco Paolo Neglia 1, ci sarà una “Cena con l’artista” con la presenza di Enrico Colussi. Per info e prenotazioni tel. 339 7773686
AEC tel. 347 3850589 – www.arteenna.it

Visite: 42
Categorie
Automobilismo

Automobilismo: newsauto.it; smart e-cup 2020, calendario dove si corre; a Pergusa il 10 e 11 ottobre

smart e-cup 2020, calendario dove si corre
La smart e-cup 2020 parte da ufficialmente sul circuito di Magione, dopo la parata in occasione dell’ePrix di Roma di Formula E. La stagione prosegue sulle piste di Misano, Vallelunga, Pergusa e termina a Varano.
Photo of Redazione Web Redazione Web 1 settimana fa
Facebook Twitter LinkedIn Pinterest
CALENDARIO smart e-cup 2020
La nuova stagione 2020 della smart e-cup, riservate alle smart elettriche da competizione ed inserita nel Campionato Italiano Velocità Energie Alternative ACI Sport 2020, scatta in occasione del weekend della Formula E di Roma, con la consueta parata del 4 aprile 2020. Il campionato, dopo la parentesi romana, parte ufficialmente il 18 e 19 maggio sul circuito di Magione.
In calendario ci sono in totale ci sono sei appuntamenti, che si corrono sui circuito di Magione, Misano, Vallelunga, Pergusa e Varano.
CALENDARIO smart e-cup 2020
18-19 aprile: Magione
23-24 maggio: Misano
20-21 giugno: Vallelunga
12-13 settembre: Vallelunga
10-11 ottobre: Pergusa
24-25 ottobre: Varano

Visite: 56
Categorie
Eventi

Enna dal 6 marzo al Caffè Letteraio Al Kenisa la prima Rassegna Jazz

Prende il via il prossimo 6 marzo la Prima Rassegna Jazz che si terrà al Caffè Letterario Al Kenisa. Ad organizzarla l’associazione culturale Innova Civitas. Previsti 5 appuntamenti. Il Calendario completo e altre utili informazioni sulla locandina.

Visite: 48
Categorie
Associazioni

Enna associazione di quartiere "Lummardì" organizza la Tavolata di San Giuseppe

Anche quest’anno l’Associazione Quartiere “Lummardì” ha il piacere di organizzare, per il secondo anno, la Tavolata di San Giuseppe nei locali del proprio quartiere. Si terrà nei giorni 17, 18 e 19 Marzo 2020.
L’associazione ha dato l’organizzazione della stessa in mano alle donne dell’associazione dirette da Sonia Lo Muto 3391785655 e Agnese Patti 3927406310.
Chiunque può contattarle telefonicamente o contattare la pagina Facebook dell’Associazione Quartiere “Lummardì” eventuali collaborazioni.

Visite: 43
Categorie
Politica

Arresti Comune Palermo, deputati M5S: “Il cemento è ancora merce di scambio, pesanti ombre sulle dinamiche amministrative”

Arresti Comune Palermo, deputati M5S: “Il cemento è ancora merce di scambio, pesanti ombre sulle dinamiche amministrative”
PALERMO (29 febbraio 2020) – “Palermo non si smentisce. Il cemento continua ad essere la merce di scambio della criminalità e della politica compiacente. È avvenuto per mano di Ciancimino, cancellando per sempre il volto liberty della città. È avvenuto per mano degli assassini di Mattarella, grande oppositore della speculazione edilizia. Avviene oggi, pare, con la complicità di burocrati, politici ed imprenditori. Apprendiamo di indagini che lasciano un solco più grande del fatto in sé. Palermo ancora non è cambiata, ma merita di farlo, quantomeno per rispetto di chi ha lottato perché questo cambiamento avvenisse”.
Questo il commento dei deputati regionali del Movimento 5 Stelle Giampiero Trizzino e Roberta Schillaci, dopo l’arresto di sette persone, tra cui due consiglieri comunali di Palermo, nell’ambito dell’inchiesta “Giano Bifronte”, coordinata dalla Procura della Repubblica del capoluogo.
“L’inchiesta di oggi – proseguono – che vede coinvolti dirigenti del Comune e consiglieri comunali per fatti corruttivi, getta pesanti ombre sulle dinamiche amministrative, ancora una volta legate al tema dell’edilizia. Questi fatti meritano sicuramente maggiore approfondimento. Ci auguriamo, così come ha già sottolineato il presidente della Commissione nazionale antimafia, che la parte sana della politica di Palermo prenda le distanze in modo chiaro e deciso da coloro che infangano il nome della città”.

Visite: 28