XXI Giornata Nazionale della Colletta Alimentare La #Colletta2017 si colora di rossazzurro Pietro Lo Monaco, Amministratore Delegato Calcio Catania SpA, esorta i tifosi a donare per chi non ha cibo

XXI Giornata Nazionale della Colletta Alimentare
La #Colletta2017 si colora di rossazzurro
Pietro Lo Monaco, Amministratore Delegato Calcio Catania SpA,
esorta i tifosi a donare per chi non ha cibo

CATANIA – «Esorto tutti a fare qualcosa per chi ha più bisogno perché farlo riempie il cuore dando un senso a tante cose. Dobbiamo ricordare chi vive grandi difficoltà anche nel mettere a tavola un piatto di pasta e mi sembra giusto che ci sia questa corsa alla solidarietà. Brava la Fondazione Banco Alimentare che ha organizzato questo evento. Mi auguro che quanti più tifosi del Calcio Catania potranno contribuire a questo gesto per alleviare – seppure in minimissima parte – le sofferenze di chi vive in uno stato di povertà». Questa la dichiarazione che ha rilasciato l’amministratore delegato del Calcio Catania Spa, Pietro Lo Monaco, che ha partecipato alla XXI Giornata Nazionale della Colletta Alimentare salutando i volontari del SuperDecò di Sant’Agata Li Battiati (CT) della Fondazione Banco Alimentare e facendo la spesa per chi non ha cibo.
«Siamo felici di fare un gesto che rappresenta la solidarietà nazionale. Avere il Calcio Catania, e i suoi tifosi, come supporter contribuisce a educare tutti alla carità – ha commentato a margine Domenico Messina, direttore del Banco Alimentare della Sicilia onlus -. Questo è un momento importante sia per chi vive in uno stato di difficoltà, e grazie a questo gesto si sente pensato, sia per chi dona e sa di ricevere tanti sorrisi in cambio, primo fra tutti il proprio. In Sicilia il Banco Alimentare aiuta 220mila persone, di questi quasi 17mila sono bambini da 0 a 5 anni».

XXI Giornata Nazionale della Colletta Alimentare
Da Catania a Palermo si mobilitano Chiesa, Sport e tanto Cuore per la #Colletta2017
S.E. l’Arcivescovo di Catania Mons. Gristina: «La perseveranza di questa iniziativa va rimarcata perché significa fratellanza e costanza»

Pietro Lo Monaco, AD Calcio Catania SpA, ha esortato i tifosi rossazzurri a donare per chi non ha cibo

CATANIA – «La dolcezza negli occhi di chi dona e il sorriso di chi sa di aver contribuito ad aiutare chi non ha cibo sono il vero successo della XXI Giornata Nazionale della Colletta Alimentare promossa dalla Fondazione Banco Alimentare.
In Sicilia la #Colletta2017 è stata vissuta con un fermento senza pari in tutte le città dell’Isola e ognuno ha dato il proprio contributo nel modo migliore e sempre all’insegna del sorriso.
Due le iniziative a Catania che si sono svolte in contemporanea, una con S.E. l’Arcivescovo di Catania, Mons. Salvatore Gristina, e l’altra con l’Amministratore Delegato del Calcio Catania Spa, Pietro Lo Monaco. Sport e religione insieme perché la fame e il bisogno di cibo non hanno credo né colori, ma solo bisogni. E così mentre al Tondicello della Plaja Mons. Gristina riempiva il carrello senza lesinare benedizioni a grandi e piccoli; a Sant’Agata li Battiati Lo Monaco sceglieva con attenzione i prodotti da donare con una meticolosità e una competenza da fare invidia alla più solerte massaia e con un’attenzione particolare ai bisogni dei più piccoli.

«È la ventunesima volta che si svolge questa provvidenziale iniziativa di raccolta di generi di prima necessità che il Banco Alimentare valorizzerà durante l’anno – ha sottolineato S.E. Mons. Salvatore Gristina arcivescovo di Catania che ha partecipato alla XXI GNCA facendo la spesa presso l’Ard Discount di via Acquicella Porto a Catania -. La perseveranza dell’iniziativa va rimarcata perché significa fratellanza e costanza. Sappiamo quanto bisogno hanno le famiglie mentre aumentano quelle in stato di indigenza. Non abbiamo bacchette magiche, ma possiamo aiutare e la Colletta è un vero aiuto. Questa iniziativa si svolge a poca distanza dalla Giornata Mondiale dei poveri voluta da Papa Francesco ed è importante che la nostra chiesa e la nostra città si siano lasciati sensibilizzare e coinvolgere ancora una volta. Il nostro è un importante gesto di partecipazione. La solidarietà e la carità – ha concluso Mons. Gristina – impreziosiscono le nostre giornate».
I 1.220 supermercati siciliani che hanno aderito all’iniziativa oggi erano colorati di giallo, il colore delle pettorine indossate, con un immancabile sorriso, dai volontari che hanno accolto i clienti.
“La colletta è una festa alla quale partecipano adulti e bambini – ha evidenziato il presidente del Banco Alimentare della Sicilia onlus, Pietro Maugeri -. Ogni giorno il Banco dà qualcosa da mangiare e si fa la spesa per chi ha meno di noi. In Italia quasi 5 milioni di persone vivono sotto la soglia di povertà e questo non possiamo dimenticarlo. Quando partecipiamo alla Colletta facciamo solo un piccolo gesto. Piccolo per noi, grande per chi lo riceve e forse è per questo che le persone che abbiamo aiutato negli anni passati, si fermano ad aiutare a loro volta non appena ci vedono”.

Quest’anno, però, si sono aggiunti i colori rossazzurri alla #Colletta2017, grazie al sostegno e alla partecipazione del Calcio Catania SpA che ha invitato tutti i tifosi, e non solo loro, a partecipare a questo gesto di carità. «Esorto tutti a fare qualcosa per chi ha più bisogno perché farlo riempie il cuore dando un senso a tante cose. Dobbiamo ricordare chi vive grandi difficoltà – ha dichiarato l’amministratore delegato del Calcio Catania, Pietro Lo Monaco, che ha fatto la spesa per i più poveri nel SuperDecò di Sant’Agata Li Battiati – anche nel mettere a tavola un piatto di pasta e mi sembra giusto che ci sia questa corsa alla solidarietà. Brava la Fondazione Banco Alimentare che ha organizzato questo evento. Mi auguro che quanti più tifosi del Calcio Catania potranno contribuire a questo gesto per alleviare – seppure in minimissima parte – le sofferenze di chi vive in uno stato di povertà».

Tanta partecipazione anche nelle altre città dell’Isola, da Siracusa dove S.E. l’Arcivescovo Salvatore Pappalardo ha fatto la spesa per la #Colletta2017, fino a Palermo dove si sono mobilitati in tanti. L’arcivescovo di Monreale, S.E. Mons. Michele Pennisi si è unito ai volontari e ha dichiarato: «Considero importante l’evento della Colletta, lo reputo un gesto educativo che fa capire che è possibile aiutare tante persone che non riescono a mettere insieme il pranzo con la cena. E questo a dispetto del fatto che in Italia, ogni giorno, si spreca tanto cibo».
La Colletta fa venire fuori il desiderio di bene che c’è in ognuno di noi e “quest’anno si accosta alla Giornata Mondiale del Povero. Il richiamo del Papa – ha commentato Santo Giordano, presidente del Banco Alimentare Sicilia Occidentale onlus – ci incoraggia ad andare avanti e l’entusiasmo dei volontari che si respira davanti ai supermercati ci spinge a non mollare e fa ben sperare che le 216.000 persone assistite in Sicilia riceveranno, da domani, un pacco un po’ più ricco”.

La XXI Colletta Alimentare è soprattutto cuore e di cuori grandi oggi ce ne sono stati tantissimi. Due di questi battono a Palermo dove un cucciolo d’uomo di 13 anni che si chiama Nunzio, e che è l’angelo dei senzatetto, ha partecipato alla Colletta insieme alla sua mamma. Per lui il tempo libero si traduce nel donarsi agli altri e una domenica ogni quattro fa la ronda notturna con l’associazione Anirbas di Sabrina Ciulla per portare pasti caldi ai clochard di Palermo. E lo fa con gioia e rispettando gli impegni scolastici che quest’anno lo porteranno agli esami di terza media.
Poi c’è Mimmo che giovane non lo è più, ma non per questo ha smarrito il sorriso, anche se di motivi per non sorridere ne avrebbe eccome. Mimmo lavorava di notte come cartellonista pubblicitario, poi ha lasciato il suo posto per aiutare una persona più giovane. Purtroppo però non era ancora tempo per la pensione e questo l’ha costretto a scegliere la strada come letto. Mimmo da pochi mesi ha trovato un letto in un dormitorio di Palermo, eppure non dimentica chi sta peggio di lui e aiuta i suoi amici senzatetto tramite Anirbas. Oggi Mimmo ha partecipato come volontario alla #Colletta2017 e lo ha fatto indossando il più bello dei suoi sorrisi.

Il Banco Alimentare della Sicilia Onlus e il Banco Alimentare Sicilia Occidentale Onlus aiutano 215.133 persone attraverso le 786 strutture caritative convenzionate. Di questi 16.739 sono bambini da 0 a 5 anni, 180.872 persone da 06 a 65 anni e 17.522 over 65enni.

Questo importante evento, che gode dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, è reso possibile grazie alla collaborazione dell’Esercito Italiano e alla partecipazione di decine di migliaia di volontari aderenti anche all’Associazione Nazionale Alpini, alla Società San Vincenzo De Paoli, alla Compagnia delle Opere Sociali.
Main sponsor: Intesa Sanpaolo e Banca Prossima (la Banca del Gruppo Intesa Sanpaolo interamente dedicata al Terzo Settore) e UnipolSai Assicurazioni. Sponsor: Eni. Sponsor tecnico: Poste Italiane.

Ricordiamo che fino a lunedì 27 novembre 2017 è attivo l’sms solidale 45547

Visite: 168

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI