Waste Travel: da Messina al via il viaggio per le scuole nel mondo dei rifiuti

Waste Travel 360°, parte da Messina il viaggio
virtuale per le scuole nel mondo dei rifiuti
Al via dalla Sicilia la campagna nazionale che porterà l’innovativo progetto negli istituti di 40 Comuni: “Così i ragazzi scopriranno cos’è l’economia circolare”

MESSINA, 28 FEBBRAIO 2016 – E’ Messina la prima tappa nazionale di Waste Travel 360°, il primo progetto di realtà virtuale nell’economia circolare. Rifiuti considerati non più come scarti, ma come futura materia prima seconda dagli infiniti usi e di grande valore. Ideato da Ancitel Energia&Ambiente con il supporto tecnico della start up PEARLEYE HD Virtual Tour, e patrocinato da ANCI Sicilia e Ministero dell’Ambiente, l’innovativo strumento didattico entrerà ora nelle scuole attraverso una campagna itinerante che nell’arco di 9 mesi coinvolgerà più di 10.000 studenti in 40 Comuni italiani.
Oggi, nel Palazzo della Cultura Palantonello, oltre 200 bambini delle classi IV e V dell’Istituto Comprensivo Gravitelli – e domani, oltre 200 bambini dell’Istituto Comprensivo Canizzaro, per un totale di circa 500 bambini – scopriranno questo strumento composto da immagini a 360°, navigabili intuitivamente da tutti i dispositivi, che permette ai fruitori di compiere una visita immersiva e interattiva nel mondo dei rifiuti, grazie alla resa grafica e alla qualità delle immagini HD. Il Waste Travel 360° permette di interagire direttamente con i materiali, dall’alluminio alla carta, dalle pile all’organico, dai RAEE agli pneumatici, quasi come in un impianto di selezione e valorizzazione reale. I giovani fruitori possono essere dunque parte attiva diventando anche parte integrante dello spazio e accompagnando i rifiuti nel processo di trasformazione e valorizzazione sino ai prodotti finali. “Per la prima volta – spiega Filippo Bernocchi del Direttivo Nazionale di ANCI – tutti i flussi dei rifiuti sono racchiusi in un unico strumento di comunicazione, non più solo in un’ottica di raccolta differenziata ma di rifiuto che diventa risorsa e questo si chiama proprio economia circolare che è poi l’obiettivo cui il sistema paese è chiamato”.
La prima fase del progetto, presentata al Teatro della Versiliana, è stata realizzata anche con il contributo ed in collaborazione con alcuni dei più importanti Consorzi di Filiera aderenti al Conai quali Cial per l’alluminio, Comieco per carta e cartone, Corepla per la plastica, Coreve per il vetro, Ricrea per l’acciaio e Rilegno per il legno. La seconda fase del progetto ha visto invece il contributo di Ancitel Energia & Ambiente e dei Consorzi CIC (compost), CONAU (abiti usati), Co.N.I.P. (imballaggi plastici), COOU (oli minerali usati), Cobat (RAEE e batterie) ed Ecopneus (pneumatici a fine vita), oltre al CDCNPA (Centro di Coordinamento Pile e Accumulatori), che darà vita nelle scuole di Messina a una campagna di raccolta delle pile in collaborazione con Messinambiente; gli studenti competeranno con quelli di altre 10 città e la scuola che avrà raggiunto i migliori risultati di raccolta vincerà un premio messo a disposizione dal CDCNPA.
“Waste Travel 360° – continua Bernocchi – è un progetto innovativo e virtuoso nato dal basso, ovvero dall’esigenza di educare i cittadini alla cultura del riciclo, ma che può arrivare lontano grazie ai giovani, testimonial di messaggi positivi a difesa dell’ambiente. Creando strumenti fluidi, facili e non retorici puntiamo ad accelerare il processo di raggiungimento degli obiettivi di legge stabiliti dall’Unione Europea: entro il 2050 niente sarà più destinato allo scarto e ogni oggetto verrà progettato per essere riutilizzato e avviato al riciclo. Dobbiamo quindi passare dal concetto di disvalore insito nel rifiuto a quello di valore, per affrontare la sfida del passaggio al modello di economia circolare come unica opportunità di crescita”.
“Solo la partecipazione convinta dei cittadini ed il cambiamento dei nostri stili di vita – dichiara Renato Accorinti, Sindaco di Messina – possono consentire di raggiungere importanti obiettivi in tema di raccolta differenziata, avviando un circuito virtuoso con riduzione dello spreco di risorse e recupero di materia. L’iniziativa promossa va in questa direzione e per questo siamo lieti di condividerla”. “L’Amministrazione comunale di Messina – spiega l’Assessore all’Ambiente Daniele Ialacqua – si è mossa fin dall’inizio del suo mandato, nell’ambito dell’orizzonte della Strategia Rifiuti Zero, impegnandosi ad attivare politiche e progetti educativi diretti a favorire la riduzione dei rifiuti, il riuso e la raccolta differenziata. Waste Travel 360 si integra perfettamente con il percorso avviato e spero ci consenta presto di uscire dal perenne stato d’emergenza in cui vive il settore dei rifiuti in Sicilia”.

Visite: 346

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI