Violenza sulle Donne; all’univertità Kore di Enna convegno “Diamo voce al silenzio”

Diamo voce al Silenzio” è il titolo del convegno che si è tenuto all’Università Kore di Enna lo scorso 27 novembre. Un evento pensato e voluto dal Presidente della Kampus Tiziano Spada, dal vice Presidente Stefano dell’Arte e Antonino Lombardo segretario dell’Assemblea degli studenti per informare gli universitari sul tema della violenza sulle donne. Un evento formativo al quale hanno partecipato anche gli studenti dell’Istituto Alberghiero e Professionale Federico II di Enna accompagnati dalla prof.ssa Elisa Di Dio che ha moderato i lavori del convegno. Tra i relatori il Prof. Nicola Malizia il quale è intervenuto sugli aspetti criminologici sottesi al fenomeno seguito dalla docente Ciavola con una panoramica generale degli aspetti processualpenalistici. Il tema della violenza è stato affrontato anche sotto il profilo culturale e sociologico dalla prof. Flobert la quale attraverso laboratori di studi ha osservato che per contrastare tale fenomeno è auspicabile inserire nelle scuole l’insegnamento di una nuova materia: la parità di genere. Prima del dibattito conclusivo è intervenuta la dott. Agliastro, Sostituto Procuratore Generale della Corte di Appello di Palermo che ha richiamato la normativa nazionale e internazionale in tema di femminicidio, in particolare della Convenzione di Instanbul quale tutela dei diritti umani, da estendere ai diritti delle donne vittime di violenza. Nelle sue considerazioni, ha anche ricordato l’importanza di fare rete con i diversi operatori coinvolti nella prevenzione di reati contro le donne e di quanti svolgono attività di volontariato in questo settore. A tal fine sono intervenuti anche i rappresentanti dell’Associazione “Sandra Crescimanno” che con il centro antiviolenza svolgono un’attività di sostegno e tutela di tante donne che trovano il coraggio di denunciare. Attraverso una semplice telefonata al numero 1522, un servizio attivo 24 ore su 24, degli operatori specializzati tra cui psicologi e avvocati rispondono alle richieste di aiuto. I lavori si sono conclusi con un dibattito molto acceso animato dall’intervento dei genitori della giovane Vanessa Scialfa uccisa dal suo convivente, nel ricordare la voglia di vivere della giovane figlia i quali lottano per ottenere giustizia Un momento di grande sensibilizzazione sostenuto dal sindacato UGL di Polizia di Stato di Caltanissetta e dall’Associazione Avvocato Mario Bellomo di Calascibetta che da tempo svolgono attività di sensibilizzazione del territorio su una tematica di rilevanza sociale. Hanno collaborato all’ evento il Presidente dell’Avis Comunale di Calascibetta Laura Marsala e il Consigliere Regionale Fabio Fazzi.

Visite: 2435

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI