Villarosa gli alunni del Comprensivo De Simone scoprono il sorriso e la solidarietà di Gogol

Fonte: EnnaOra

Un pensiero elementare, un risultato eccezionale
9 maggio 2017 Valentina Rizzo
Problema: Pierino ha 6 mele se ne dà 4 a Mario, con cosa rimane Pierino?
Risposta: A Pierino rimane ottimismo e capacità di condividere!

I bambini della 4A dell’elementare del Plesso Silvio Pellico dell’I. C. De Simone di Villarosa hanno realizzato la scoperta più interessante del problema: si può sognare di migliorarlo e si può realizzare oltre i propri confini.

Mi piace pensare che siano la generazione della rinascita- dice la maestra Cinzia Oieni-i bambini erano stati coinvolti nella pittura dei Gogòl in occasione della Festa della Memoria, in cui li pitturarono con il pigiamino a righe da un lato e con tutti i colori dell’arcobaleno dall’altro. Da quel momento hanno imparato dalle storie positive, a volte vivere in un comune piccolo può essere pesante e il sorriso aiuta a superare le difficoltà.

In occasione della consegna del Gogòl ai piccoli ambasciatori è stato mostrato il video che racconta il progetto per l’acqua potabile in Cambogia coordinato da Fabio Di Dio e Giovanni Quattrocchi e sostenuto da Mauro Todaro e il gruppo di Gogòl. La raccolta fondi ha portato l’istallazione di circa 30 filtri in un villaggio di Phnom Penh, capitale cambogiana, che ha permesso che la purificazione dell’acqua dei pozzi.

I bambini di Villarosa adesso non desiderano altro che incontrare i bambini della comunità cambogiana.

Su di un quaderno la 4A scriverà pensieri per i bimbi cambogiani e qualcuno ha già rinunciato all’ovetto di cioccolata per regalare dei pennarelli.

Un gemellaggio sta già avvenendo, perché il punto interessante è che cercheranno un modo per stare in contatto. Forse una video chiamata al prossimo viaggio di Fabio e Giovanni.

C’è ancora un punto straordinario in questa storia. Molto spesso con i Paesi poveri si instaura un rapporto di aiuto di tipo assinstenzialista, questa volta possiamo dire che tutti hanno avuto qualcosa. La 4A ha ricevuto da altri piccoli un messaggio di ottimismo.

“Un generazione della rinascita”, lo speriamo di cuore e che il mondo che comunica così velocemente che si racconta da un continente all’altro, si guardi e si scambi la tenerezza di un sorriso.

E comunque mela si dice phle baom impariamolo, ci servirà!
Valentina Rizzo

Visite: 339

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI