Vicenda Svincolo Enna A19; il sindaco Maurizio Dipietro “Dall’Anas vogliamo certezze”

Certezze. E’ quanto chiede alle istituzioni interessate il sindaco di Enna Maurizio Dipietro sulla vicenda che interesserà lo svincolo autostradale sulla A19 proprio del capoluogo che secondo l’Anas dal prossimo mese di marzo rimarrà chiuso per interventi di messa in sicurezza per circa 15 milioni di euro ma che dureranno 700 giorni. Un lasso di tempo enorme che potrebbe provocare il definitivo collasso per la città di Enna e che sta destando preoccupazioni a 360 gradi. “Credo che la sicurezza sia la vera priorità e vada garantita sempre e comunque – commenta Dipietro dai social- tuttavia non si può non tenere conto del fatto che questi lavori arrecheranno un grave disagio alla città. Per questa ragione ritengo che prima dell’avvio dei lavori, l’Anas debba garantire un percorso ed, in particolare: a) la certezza della contemporanea apertura della svincolo Ferrarelle; b) la possibilità, anche solo per le auto (se tecnicamente possibile e con appositi correttivi per la sicurezza degli automobilisti) di utilizzare l’area di Sacchitello per immettersi in entrambe le corsie dall’autostrada. Infine è necessario comprimere al massimo il cronoprogramma dei lavori. Come voi sapete l’Amministrazione comunale non ha alcun potere diretto nella questione, per questa ragione chiederò alla rappresentanza parlamentare nazionale eletta nel territorio di intervenire con forza sull’Anas, Società partecipata dal Ministero dei Lavori Pubblici, affinché i disagi derivanti da questi tanto importanti quanto necessari lavori siano limitati al massimo”.

Visite: 801

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI