Vertenza Sais Autolinee, Azienda e sindacati trovano l’accordo: saranno nuovamente assunti i lavoratori a tempo determinato

Il senso di responsabilità da ambo le parti prevale su tutto e così Sais Autolinee e parti sociali trovano l’accordo per riportare a lavoro gli 8 dipendenti cui l’azienda non aveva nei giorni scorsi rinnovato il contratto a tempo determinato. L’accordo è stato raggiunto nel pomeriggio odierno 28 settembre nella sede palermitana dell’azienda di autotrasporto pubblico al termine di un faccia a faccia serrato ma corretto. Presenti per la Sais Autolinee il Direttore Generale Fiorella Rodio, ed i Dirigenti Gaetano La Jacona, Angelo Pisciotta e Davide Riotta mentre per i sindacati Roberto Di Vincenzo e Eduardo Mazza per la Cgil, Giovanni La Porta e Salvatore Barbagallo per la Uil e Salvatore Ferrigno e Luigi Carabotta per l’Ugl. Al termine dell’incontro in cui diverse volte si è anche rischiata la rottura le parti sono convenute nei seguenti impegni:
1) Riassunzione con contratto a tempo indeterminato dei lavoratori a cui non era stato rinnovato il contratto (che come spiegato dai consulenti aziendali non era un’obbligo poiché alla stipula del contratto a tempo determinato i lavoratori si impegnavano ad un inizio ed una fine del rapporto lavorativo)
2) Riduzione dei trasferimenti sulla sede Messina, dalla sede di Enna e trasferimento di una unità dalla sede di Catania a Messina per sopraggiunti nuovi elementi.
Dal canto suo l’azienda ha proposto, l’applicazione del CCNL che ha visto la presa d’atto da parte delle sigle sindacali presenti. Sarà
predisposto un modulo da sottoporre ai lavoratori per l’accettazione della compensazione spalmata in 26 settimane (tra l’altro prevista dal CCNL) al fine di garantire il posto di lavoro a tutti.
Detto questo con le ottenute richieste le sigle sindacali presenti hanno di fatto revocato lo stato di agitazione e azioni a seguire.

Visite: 4380

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI