Vela, la Ocean Rib Experience approda in Brasile

La Ocean RIB Experience attraversa l’oceano e approda a Fernando de Noronha- Brasile Missione quasi compiuta… Ce l’hanno fatta! Dopo cinque giorni di navigazione no-stop (per la precisione 132 ore con i motori sempre accesi) e aver percorso 1258 miglia nautiche con ogni condizione meteo e mare avverso, il team leader Sergio Davì ed il suo copilota Alessio Bellavista, hanno raggiunto il Porto di Santo Antonio a Fernando de Noronha riuscendo nella madre di tutte le traversate: l’attraversamento dell’oceano Atlantico in gommone! Ma la Ocean RIB Experience non è ancora compiuta, i due navigatori sono infatti atterrati nel primo avamposto brasiliano, l’isola di Fernando de Noronha, paradiso incontaminato sito a circa 340 miglia nautiche dalle coste brasiliane e tutelato dal governo del Pernambuco. Dopo Fernando de Noronha e prima dello stop finale a Recife seguiranno infatti le soste a Natal e a Itamaracà. In via del tutto eccezionale, data l’unicità di questa impresa, l’equipaggio è stato esentato dal pagamento della Tassa di Protezione Ambientale, prevista nell’isola al fine di contrastare ogni forma di inquinamento.
Ricordiamo infatti che la scelta dei motori Suzuki con tecnologia lean burn è stata fortemente voluta, proprio perché tra gli obiettivi della missione vi è la tutela ambientale.
Impresa non facile e senza precedenti. I due navigatori, a bordo del Master 996 alias Nemo, motorizzato con una coppia di fuoribordo benzina Suzuki DF200AP 4 cilindri, hanno affrontato un mare quasi sempre grosso, con onde di due metri, imbattendosi in burrasche, pioggia e vento, senza mai demordere. In queste condizioni e con il carico notevole di benzina imbarcata (erano partiti da Capo Verde con circa 3,500 litri di carburante) hanno dovuto mantenere una velocità media di crociera molto bassa, circa 6/7 nodi.
ASSOCIAZIONE CIURI CIURI MARE – www.ciuriciurimare.com
In termini di prestazioni e consumi, nonostante le difficoltà, il battello e i due fuoribordo, hanno rispettato le stime dei test effettuati prima dell’inizio della missione e nel corso delle precedenti tratte. I consumi per motore si sono infatti mantenuti sui 2,4 litri/miglio.
Ma l’attraversamento dell’Atlantico ha avuto anche un momento “cerimoniale”, Davì ha infatti attraversato l’Equatore per la prima volta e, come da tradizione, ha ricevuto il “battesimo all’Equatore” dal suo co-pilota Alessio Bellavista (veterano degli oceani). Per saperne di più sulla Ocean RIB Experience visitate il sito web www.oceanribexperience.it e la pagina Facebook Ciuri Ciuri Mare – not only adventures. È inoltre possibile consultare la geolocalizzazione di Nemo attraverso il link dedicato www.sgstracking.com/live/oceanribex2017.php.

Visite: 197

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI