Uppi Enna, avvio dei contratti di locazione per studenti 2015/2016

Avvio contratti di locazione per studenti anni 2015 – 2016

Parte in sordina quest’anno la contrattazione fra proprietari e studenti universitari per gli alloggi universitari, sarà l’effetto della crisi, dei test di ingresso o dell’aumento dell’offerta? Questo sarà un fenomeno da studiare nei mesi successivi, nonostante la continua crescita del numero degli iscritti pare che la ricerca di un alloggio abbia un momento di stasi.

Intanto si sono acutizzati i fenomeni di cessazione anticipata dal contratto transitorio da parte degli studenti che ormai sistematicamente tre mesi prima della scadenza lasciano gli alloggi per i cosiddetti gravi motivi.

Anche l’utilizzo della cedolare secca è stata forviata da molti fai da tè, che hanno registrato contratti a cedolare secca libera inconsapevoli che per questo canale contrattuale l’aliquota IRPEF del 21% anziché il 10% previsto per la cedolare secca concordata assistita dalle associazioni firmatarie dell’accordo territoriale. Di questo peccato forse si sono macchiati anche professionisti che hanno praticato questo metodo, omettendo di informare i propri clienti delle due possibili aliquote o addirittura redigendo contratti con i dati dell’accordo territoriale, ma privi dell’assistenza. Mentre in tutto il territorio nazionale, l’Agenzia delle Entrate richiede la certificazione da parte delle associazioni firmatarie dell’accordo forse nella nostra provincia non è necessaria .

L’UPPI da parte sua ha cominciato a prendere delle misure di tutela per i piccoli proprietari per fronteggiare i fenomeni di vessazione nei confronti dei propri assistiti, aprendo uno sportello informativo .

Come previsto e programmato a breve l’UPPI si incontrerà con il Sindaco di Enna per discutere del “piano abitare” nella città e di ulteriori benefici fiscali a vantaggio dei proprietari che aderiscono alla registrazione del contratto di locazione a canone concordato.

Visite: 430

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI