Università Kore; indagine interna sul caso Provenzano

L’Università Kore di Enna avvia indagine interna e procedimento disciplinare nei confronti del docente di Economia Carmelo Provenzano, coinvolto nel «caso Saguto». Il professore avrebbe scritto la tesi al posto di

Emanuele «Elio» Caramma, figlio di quest’ultima. «Abbiamo appreso la notizia dai quotidiani – dice il presidente Cataldo Salerno – e non abbiamo ancora avuto contatti né con la Procura di Caltanissetta né con il dottore Provenzano». I fatti riportati dalle intercettazioni tra la madre dello studente (la Saguto) ha messo subito in allarme l’Atene di Enna «Abbiamo avviato delle indagini capillari interne affidate al direttore generale, Salvatore Berrittella di cui daremo comunicazione anche alla Magistratura alla quale diamo ampia disponibilità per collaborare». E il rettore Giovanni Puglisi ha subito avviato un provvedimento disciplinare nei confronti del ricercatore a tempo determinato. «Dalle notizie dello scorso settembre ci appariva come un tipo discusso che faceva parte di questo “club esclusivo” – così lo definisce Salerno – ma adesso viene messo in ballo il rilascio di un titolo di studi quindi è nostra priorità assoluta conoscere la verità, indagheremo su come è stato acquisito questo titolo, sul percorso universitario del ragazzo e sugli esami sostenuti nel nostro ateneo». Con queste cose non si scherza e la faccenda non poteva passare nel silenzio: «Agiremo a tutela degli altri studenti perché per noi è importante la legittimità nella forma ma soprattutto nella sostanza dei titolo di studi conseguito alla Kore».

Fonte: Giornale di Sicilia

Angela Montalto

Visite: 529

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI