Università Kore Enna; nuovo corso in “Studi letterari e Beni Culturali”

All’Università Kore un nuovo corso di laurea, che abbraccia abbraccia la formazione letteraria e la conoscenza delle civiltà che hanno dato origine al patrimonio culturale del Mediterraneo. Il corso di “Studi letterari e Beni culturali” made in Enna, diversamente da analoghe lauree di altri atenei, consente un doppio sbocco lavorativo: beni culturali ma anche insegnamento di materie letterarie. «Il Corso – dice Roberto Deidier, presidente del corso di laurea – nasce dall’ esperienza della Laurea in Archeologia del Mediterraneo, da cui eredita tutte le competenze archeologiche con particolare attenzione al territorio ennese (a Morgantina, ad esempio la Kore ha avviato una missione alla quale partecipano gli studenti). Nel Corso che parte da quest’anno con un curriculum rinnovato, si è tenuto conto anche di altri ambiti di studio, come l’età moderna e contemporanea, con un significativo ampliamento verso la formazione letteraria». L’offerta formativa è stata ridisegnata per ampliare le prospettive future, infatti, oltre ai consueti sbocchi negli ambiti dei beni culturali, dei musei, dell’archeologia e del turismo, la triennale in Studi letterari consente di proseguire gli studi con lauree magistrali anche di ambito più letterario. «In questo modo – sottolinea l’Ordinario di Letterature comparate – gli studenti potranno completare la loro formazione in vista dell’abilitazione all’insegnamento nelle scuole superiori, requisito indispensabile per un corso umanistico». Per questo l’ateneo ennese mette a previsto per gli iscritti dei corsi singoli gratuiti per l’ottenere dei crediti necessari. Nell’università di Enna si parla spesso di internazionalizzazione ma questo corso sembra essere molto radicato all’identità del territorio che la ospita. L’ateneo prevede corsi di lingua, cultura, storia dell’arte destinati a studenti stranieri e inoltre «per gli studenti di “Studi letterari” – continua il Presidente del Corso – sono previste attività e visite di studio anche all’Estero. Per esempio, per chi è interessato a un percorso più archeologico, tra le materie a scelta è attiva Egittologia, che organizza una missione a Luxor». La Kore ha siglato diverse convenzioni «quella con l’Assessorato regionale ai Beni Culturali – spiega Deidier – ci mette direttamente in rapporto con tutte le sovrintendenze della Sicilia e quindi con quelle realtà che da esse dipendono. Lo stesso stiamo facendo con i comuni dell’ennese per interagire nella tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale e monumentale esistente. Le diocesi, poi, rappresentano degli interlocutori importanti».

Fonte: Giornale di Sicilia

Angela Montalto

Visite: 709

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI