Università Kore; Convegno Internazionale di Archeologia

Ventitré gli archeologi e studiosi che il 6 e 7 novembre daranno vita a Enna, presso l’università Kore, al convegno internazionale “FIRB: Spazi e percorsi sacri fra Tarda Antichità e Altomedioevo. Archeologia, storia e nuove tecnologie”. L’incontro organizzato nell’ambito del progetto ministeriale “FIRB-Futuro in Ricerca 2010”, è coordinato a livello nazionale dall’Università degli Studi di Bari Aldo Moro con la docente Laura Carnevale e coinvolge quattro sedi universitarie la citata Bari, Enna coordinatrice la docente Daniela Patti, Padova (referente Chiara Cremonesi) e Roma con Tessa Cannella) e comprende diversi settori scientifico-disciplinari: storia del cristianesimo, delle religioni, archeologia, agiografia, antropologia culturale, iconografia, museologia, informatica. Oltre ai contributi di importanti studiosi saranno presentati i primi risultati delle ricerche di “FIRB”. «Il nucleo di Enna – spiegano dall’ateneo – oltre allo scavo archeologico condotto sul Gargano nel “Eremo di San Nicola”, si sta occupando dello studio archeologico del santuario di San Michele sul Monte Tancia (Lazio), dei luoghi di culto di Rometta (Messina) e di spazi sacri dell’ ennese, grazie alla proficua collaborazione con le Soprintendenze di Messina e di Enna». Protagoniste del progetto sono le nuove tecnologie ad esempio il rilievo 3D delle strutture si rivela uno strumento efficace anche per la promozione e valorizzazione museale.

Fonte: Giornale di Sicilia

Angela Montalto

Visite: 388

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI