Unipol Sai, le abitudini di guida dei Siciliani

PRESENTATI I RISULTATI DELL’OSSERVATORIO UNIPOLSAI SULLE ABITUDINI DI GUIDA IN SICILIA IN SEGUITO ALL’ANALISI DEI DATI DELLE SCATOLE NERE INSTALLATE NELLE AUTOMOBILI

  • La Sicilia è la regione italiana in cui la velocità media è più bassa: 24,4 km/h e quella in cui si guida di più durante la notte.

  • Nel 2016 è cresciuto l’utilizzo dell’auto in Sicilia: i siciliani l’hanno usata 6 giorni in più rispetto all’anno precedente. In aumento anche i km annui percorsi in regione: circa 170 in più rispetto al 2015.

  • L’incremento, in controtendenza rispetto al trend degli ultimi tre anni, rappresenta un ulteriore indizio della ripresa economica del Paese.

  • I siciliani trascorrono in auto 1 ora e 32 minuti al giorno, 1 in più rispetto allo scorso anno.

  • Siracusa e Ragusa sono le province siciliane in cui si percorrono più km l’anno.

  • Il venerdì il giorno in cui l’auto è più utilizzata.

Bologna, 28 novembre 2017

In Sicilia si utilizza poco l’auto, ma si tende a guidare più che in ogni altra regione italiana durante la notte: il 5,16% dei km complessivi vengono infatti percorsi tra mezzanotte e le sei del mattino” –

afferma Enrico San Pietro, vice direttore generale area Danni e Sinistri di UnipolSai – a commento dell’Osservatorio UnipolSai sulle abitudini al volante degli italiani nel 2016.

L’Osservatorio è stato realizzato in seguito all’analisi1 dei dati di oltre 3,4 milioni di automobilisti assicurati UnipolSai che installano la scatola nera sulla propria autovettura, settore nel quale la compagnia è leader in Italia e in Europa per numero di apparecchi installati.

Secondo i dati di UnipolSai Assicurazioni – prima compagnia in Italia nel Ramo Danni, in particolare nell’R.C. Auto – la Sicilia si contraddistingue anche per essere la regione italiana con la velocità di percorrenza più bassa (24,4 km/h) e quella, dopo la Liguria, in cui si percorrono meno km annui, 10.770 km (176 km in più rispetto al 2015), contro una media nazionale di 12.522 km. Vanta inoltre il record di regione in cui si percorrono meno km al giorno, 37, rispetto alla media italiana di 43.

Dopo Genova e Imperia, Palermo è la provincia italiana in cui si percorrono meno km in un anno, 10.109, seguita, a livello regionale, da Caltanisetta (10.257 km annui) e da Enna (10.468 km annui). Le province in cui si percorrono più km sono Siracusa (11.634 km annui) e Ragusa (11.453 km).

In media in regione l’auto viene utilizzata per 288 giorni l’anno (6 giorni in più rispetto al 2015) con una percorrenza media di 37 km, rispetto a una media nazionale di 290 giorni e una percorrenza media di 43 km giornalieri.

I siciliani trascorrono 1 ora e 32 minuti al giorno in automobile (1 minuto in più rispetto al 2015), guidando a una velocità media di 24,4 km/h (in linea con il dato registrato nel 2015), significativamente inferiore rispetto alla media nazionale di 29 km/h. Complessivamente i siciliani trascorrono 18 giorni (stesso valore del 2015), considerando le intere 24 ore, in un anno al volante.

“Nonostante un utilizzo dell’auto inferiore rispetto alla media nazionale, nel 2016 si assiste a una crescita dell’utilizzo dell’auto in regione: i siciliani l’hanno usata 6 giorni in più rispetto all’anno precedente. In aumento anche i km annui percorsi in regione: circa 170 in più rispetto al 2015 Un incremento che rappresenta un ulteriore indizio della ripresa economica del Paese”.

I dati dell’Osservatorio evidenziano come in Sicilia l’utilizzo dell’auto sia sensibilmente inferiore rispetto alla media nazionale. In media i siciliani percorrono infatti oltre 1.752 km in meno in auto rispetto al dato nazionale di 12.522 km annui nonostante un sistema infrastrutturale, si pensi alla ferrovia, e soluzioni di trasporto pubblico non capillari.

L’Osservatorio di UnipolSai non tiene conto dei km percorsi sulle due ruote, forma di trasporto particolarmente sviluppata nell’isola.

Così come nel resto d’Italia, è il venerdì il giorno in cui i siciliani si spostano maggiormente in auto mentre il premio di provincia più “nottambula” spetta a Palermo con il 5,43% dei km complessivi percorsi durante la notte, mentre a Enna si tende a usare meno l’auto al calar del sole (4,54% dei km totali).

Gli automobilisti di Ragusa e Agrigento scontano l’assenza di una rete autostradale e percorrono solamente il 4,9% e il 7,3% dei km complessivi in autostrada contro una media nazionale del 18%.

Il numero di scatole nere in Italia ha raggiunto circa 6,8 milioni di unità, di cui UnipolSai detiene circa il 50%, un apprezzamento legato non solo per la possibilità di ottenere uno sconto significativo sull’RCAuto e sulla polizza Furto e Incendio per chi sceglie l’installazione a bordo della vettura.

In caso di incidente, infatti, la scatola nera è in grado di registrare data e orario dell’evento, posizione Gps, velocità del veicolo ed essere in questo modo particolarmente utile in caso di contestazioni, sia in caso di sentenze del giudice sia in caso di multe non dovute. In caso di incidente grave, il dispositivo può inoltre rappresentare un reale strumento “salva vita” in quanto invia automaticamente un allarme alla Centrale Assistenza grazie al Servizio di Allarme Crash e, infine, in caso di furto del veicolo, ne facilita il ritrovamento.

Km percorsi in Sicilia

Provincia Giorni utilizzo Km x Giorno Km Annui Ore x giorno Velocita % Km Notturni
PALERMO

281

36

10.109

1,31

23,7

5,43%

TRAPANI

300

36

10.950

1,34

23,2

5,40%

CALTANISETTA

294

35

10.257

1,30

23,3

4,57%

MESSINA

286

37

10.696

1,31

24,5

5,07%

ENNA

278

38

10.468

1,34

24,2

4,54%

AGRIGENTO

295

37

10.854

1,33

23,8

4,82%

CATANIA

288

39

11.205

1,34

24,8

5,25%

RAGUSA

297

39

11.453

1,30

25,7

5,26%

SIRACUSA

297

39

11.634

1,28

26,9

4,75%

Sicilia 288

37

10.770

1,32

24,4

5,16%

Media Italia 290

43,2

12.522

1,29

29,0

4,65%

Fonte: Osservatorio UnipolSai Assicurazioni

Dati per regione

Regione

Giorni utilizzo

km x Giorno

Km Annui

% Km Notturni

Ore x giorno

Giorni guida

Velocità Km/h

01 Piemonte

282

44

12.298

4,81%

1,22

16

31,9

02 Val d’Aosta

270

43

11.667

3,78%

1,16

14

34,4

03 Liguria

254

40

10.208

4,27%

1,23

15

29,1

04 Lombardia

283

44

12.561

4,52%

1,23

16

32,1

05 Trentino A.A

279

47

13.074

3,47%

1,19

15

35,7

06 Veneto

290

46

13.497

3,97%

1,23

17

33,6

07 Friuli V.G.

280

45

12.717

3,46%

1,22

16

33,5

08 Emilia R.

288

46

13.113

4,43%

1,20

16

34,2

09 Toscana

289

43

12.399

4,40%

1,25

17

30,3

10 Marche

295

44

13.041

4,67%

1,24

17

31,6

11 Umbria

294

47

13.935

4,50%

1,27

18

32,7

12 Lazio

282

45

12.750

4,93%

1,32

18

29,6

13 Molise

287

49

14.020

4,29%

1,34

19

31,0

14 Abruzzo

294

45

13.175

4,59%

1,30

18

29,9

15 Campania

298

42

12.437

4,91%

1,40

21

25,0

16 Puglia

300

43

12.927

5,06%

1,38

20

26,4

17 Basilicata

285

47

13.430

4,45%

1,38

18

30,2

18 Calabria

299

43

12.793

4,08%

1,34

19

27,5

19 Sicilia

288

37

10.770

5,16%

1,32

18

24,4

20 Sardegna

299

42

12.535

3,88%

1,26

18

29,3

Media Italia

290

43

12.522

4,65%

1,29

18

29,0

Fonte: Osservatorio UnipolSai Assicurazioni

1 Le informazioni riportate nel testo sono il risultato dell’elaborazione di dati aggregati dai quali non è possibile risalire al singolo utente/assicurato

Visite: 104

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI