Unimpresa, bilancio di fine anno: «Inarrestabile impoverimento sociale, culturale ed economico della Sicilia

Unimpresa, bilancio di fine anno: «Inarrestabile impoverimento sociale, culturale ed economico della Sicilia
«Mancano poche ore alla fine dell’anno ma in Sicilia non ci sono stati segnali positivi di ripresa economica. Questi dodici mesi si chiudono con un bilancio negativo su tutti i fronti». È quanto denunciato dal presidente provinciale Unimpresa, Salvatore Puglisi. «Fare impresa, oggi, in Sicilia – continua – è diventato impossibile, soprattutto, perché le banche non facendo credito alle aziende le costringono a chiudere i battenti e licenziare i propri dipendenti. Gli istituti creditizi non contribuiscono al sostegno dell’economia del paese ma la ostacolano. E la situazione purtroppo non accenna a migliorare nemmeno con l’arrivo del nuovo anno che prevede nuovi aumenti, obbligando le imprese a ulteriori pagamenti».
C’è un’isola che stenta a decollare dove la disoccupazione dilaga e il rischio povertà pesa sul circa 50 per cento degli abitanti. «Famiglie, lavoratori e imprese – osserva Puglisi – pagano a caro prezzo l’inefficienza di una classe politica interessata alla poltrona e agli stipendi d’oro. Anche la nuova legge di bilancio non prende in considerazione il malessere delle imprese che quotidianamente faticano per restare a galla, stritolate della pressione fiscale e dalla burocrazia».
A farne maggiormente le spese i giovani, i nostri figli. «Solo lo scorso anno, – sottolinea il presidente regionale – 11 mila siciliani hanno lasciato l’isola mentre nell’ultimo decennio sono emigrati poco più che 75 mila giovani alla ricerca di un futuro che la nostra terra non può dare. A nostro avviso, si tratta di dati scoraggianti perché mettono in evidenza la gravità di un tragico depauperamento sociale, culturale ed economico». E conclude: «Si spera che il nuovo governo ascolti le proposte che Unimpresa in questi anni ha cercato di portare avanti, senza risultati, perché la non umiltà della politica non paga».
A cura dell’Ufficio stampa Unimpresa regionale

Visite: 364

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI