UN PATTO CONTRO LA LENTEZZA DELLA BUROCRAZIA CHE UCCIDE L’EDILIZIA E LE IMPRESE: LA PROPOSTA DEL COLLEGIO DEI GEOMETRI DI PALERMO AL NUOVO PRESIDENTE DELL’ANCE MASSIMILIANO MICONI

UN PATTO CONTRO LA LENTEZZA DELLA BUROCRAZIA
CHE UCCIDE L’EDILIZIA E LE IMPRESE:
LA PROPOSTA DEL COLLEGIO DEI GEOMETRI DI PALERMO
AL NUOVO PRESIDENTE DELL’ANCE MASSIMILIANO MICONI

7 novembre 2019

Una lettera al nuovo presidente dell’ANCE di Palermo Massimiliano Miconi, all’insegna della volontà di condividere un percorso di collaborazione finalizzato al rilancio del comparto edile in città e in provincia.
A siglarla è il presidente del Collegio dei Geometri e Geometri laureati della provincia di Palermo Carmelo Garofalo che, nell’augurare buon lavoro all’avvocato Miconi, sottolinea lo stato di criticità del settore dell’edilizia in città, dovuto soprattutto alle lungaggini burocratiche che caratterizzano la lavorazione delle pratiche da parte degli uffici comunali .
“Caro presidente – si legge nella missiva – occorre oggi più che mai sollecitare la politica di ogni ordine e grado affinché si adoperi a rimuovere il principale elemento ostativo alla vita e alla produttività delle imprese, ovvero la burocrazia : non quella sana, che garantisce trasparenza e legalità, bensì quella malata che non di rado degenera in forme di autentica vessazione per i cittadini, gli utenti e i professionisti dell’edilizia”.
Nel ricordare a Miconi la funzione propositiva svolta dal Collegio nei riguardi del Comune di Palermo, con particolare attenzione rivolta al SUAP e all’Edilizia privata, il presidente Garofalo sottolinea come lo snellimento della burocrazia potrebbe risollevare lo sorti del settore, tradizionalmente protagonista dell’economia cittadina.
“Occorre – conclude Garofalo – rilanciare non soltanto la centralità del ruolo del costruttore, istanza pienamente condivisibile, ma anche delle professionalità tecniche che afferiscono al mondo delle costruzioni “.

Visite: 158

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI