Uisp, CartaFumetti e diritti delle donne: una rivoluzione culturale

CartaFumetti Uisp e diritti delle donne: una rivoluzione culturale


La cultura dello sport deve cambiare, le donne chiedono spazio e diritti. E lo fanno col linguaggio popolare e diretto dei fumetti. L’Uisp ha presentato ieri nel Liceo Machiavelli di Roma la CartaFumetti, versione illustrata dalla disegnatrice Francesca Casano, della Carta dei dirtitti delle donne nello sport.

Roma, 14 dicembre. C’è chi testardamente va avanti nonostante i problemi: Flaminia Simonetti, calciatrice della Res Roma e della Nazionale, lavora e frequenta l’Università, stringe i denti e non rinuncia al suo spazio per gli allenamenti. Sport, donne e diritti: “In questi anni si è fatto tanto ma non abbastanza”, a dirlo è Simone Perrotta, calciatore azzurro e campione del mondo nel 2006, oggi rappresentante Aic-Associazione Italiana Calciatori. “L’esperienza della CartaFumetto rappresenta una conquista di civiltà che vogliamo per il nostro paese. Attraverso la parità di genere la convivenza civile di una grande comunità migliora e crea le condizioni per raggiungere ulteriori e più grandi risultati”, ha detto Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp, in chiusura dell’incontro.

Franziska, nome d’arte di Francesca Casano, è la fumettista che ha disegnato la riedizione della Carta: “Gli argomenti sono trattati con leggerezza per attirare l’attenzione dei giovani, credo, infatti, che la comunicazione più efficace passi dall’ironia. Si tratta di un manifesto di ampio formato piegato in modo tale da mostrare le varie facce con le tavole man mano che viene aperto, fino ad arrivare alla pagina finale, la più grande, in cui l’immagine è focalizzata intorno ad una grande D, che comprende le protagoniste delle tavole ed esalta la figura della donna nello sport”.

Visite: 159

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI