Uisp. A Orvieto si parla di corretti stili di vita

Puntare sugli stili di vita attivi per avere più salute per i cittadini: le Regioni scommettono sullo sport sociale e per tutti

Al workshop Uisp di Orvieto sono state presentate oggiAggiungi un appuntamento per oggi due intese con la Regione Umbria e con quella Toscana. Il workshop di Orvieto “Salute &stili di vita” è l’iniziativa che apre la tre giorni di iniziative nazionali del programma “Guadagnare salute”

Orvieto, 21 ottobre – Salute, cittadinanza, socialità, responsabilità collettiva. Sono queste le principali parole chiave emerse nel corso del workshop nazionale organizzato dall’Uisp a Orvieto, dal titolo “Stili di vita & salute”. L’evento – realizzato in collaborazione con Regione Umbria e con il Comune di Orvieto – ha rappresentato l’occasione per presentare due accordi regionali tra Uisp e Regione Umbria e Regione Toscana. Il convegno di Orvieto si svolge nell’ambito di “Guadagnare salute”, il progetto lanciato insieme all’Organizzazione mondiale della sanità, che punta entro il 2025 a ridurre i principali fattori di rischio per la salute, promuovendo la corretta alimentazione e la lotta all’abuso di alcol e fumo.

Nei documenti l’impegno è quello di promuovere “stili di vita attivi, attraverso il movimento e l’attività fisica quotidiana”, con particolare attenzione al mondo della scuola e tra gli anziani, sviluppando la formazione degli operatori e le strategie di sensibilizzazione.

“Abbiamo chiesto ai rappresentanti istituzionali – ha affermato Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp – di portare la propria testimonianza e costruire con noi progetti. Abbiamo lavorato in rete, per dare il nostro sostegno alle politiche pubbliche. E per costruire stili di vita quotidiani attivi, praticati per il piacere di farli, non prescrivendo comportamenti ma solo, insieme, promuovendo salute”.

Non solo collaborazione nazionale tra istituzioni, associazioni e cittadini ma anche prospettive internazionali per un programma che vede la stretta collaborazione dell’Oms. “Il programma Guadagnare salute – ha sottolineato infatti Daniela Galeone, membro del segretariato generale del Ministero della salute e responsabile del progetto – è nato infatti da una riflessione di ordine mondiale sviluppata sui dati, impressionanti, sulle malattie croniche, prima causa di mortalità non solo nei paesi più avanzati ma anche in quelli in via di sviluppo”.

Una collaborazione sottolineata anche da Giuseppe Germani, sindaco di Orvieto: “La città sta vivendo questo appuntamento con grande passione e partecipazione. Lo sportpertutti, promosso dalla Uisp, è un elemento di socialità in grado di risolvere molti problemi della comunità”. E proprio la comunità con tutti i suoi bisogni è stata messa al centro dell’incontro. “In passato il tema della responsabilità sulla salute dei cittadini faceva capo alle istituzioni e – ha sottolineato Fabio Lucidi, docente della facoltà di Medicina e Psicologia dell’università La Sapienza di Roma e collaboratore del progetto – coinvolgeva pochissimo la responsabilità del cittadino. Questa impostazione si è poi rovesciata. La sintesi che cerchiamo oggiAggiungi un appuntamento per oggi sta nella considerazione che le politiche della salute per tutti sono un tema di cittadinanza, che coinvolge contemporaneamente i due livelli e la responsabilità di istituzioni e cittadini”.

Visite: 802

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI