Uil Scuola su operato Assessore Lagalla

“La Uil Scuola Sicilia condivide i contenuti della nota che l’assessore regionale alla Formazione Roberto Lagalla e il direttore generale Gianni Silva hanno diffuso in merito all’Avviso 2/2018, a seguito degli esiti di una parte significativa delle ispezioni eseguite dai Carabinieri: non a caso, gli enti di formazione hanno ritirato i bandi in autotutela per emetterne di nuovi, un ulteriore passo avanti registrato dopo l’incontro del 5 settembre scorso tra sindacati e Regione Siciliana”: ad affermarlo sono Claudio Parasporo e Ninni Panzica, rispettivamente segretario generale della Uil Scuola Sicilia e coordinatore regionale del settore Formazione della sigla sindacale

“Apprezziamo – affermano – che Lagalla parli di ricollocazione del personale storico dell’albo della formazione e non di nuove assunzioni: non è certo una precisazione di poco conto bensì la sottolineatura della scelta, da parte dell’amministrazione regionale, di salvaguardare i lavoratori maggiormente penalizzati”.

La Uil Scuola valuta positivamente anche le modalità di reclutamento del personale che, secondo il sindacato, dovrà riguardare nella fase iniziale gli operatori iscritti all’albo in possesso della qualifica inserita nel bando e solo in una fase successiva le unità con qualifica diversa, bensì della stessa area funzionale; in assenza di queste ultime, sarà infine possibile dare spazio a coloro che fanno parte di aree funzionali diverse, ma con gli identici requisiti contrattuali di accesso.

“Solo dopo avere esperito negativamente tutti questi tentativi – concludono Parasporo e Panzica – sarà possibile attingere a professionalità esterne”.

Visite: 200

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI