Uil Sanità Enna fa chiarezza su Osservatorio Sanità

L’ Organizzazione Sindacale UIL FPL essendo soggetto portatore di interessi qualificati comunica a tutta la cittadinanza quanto segue:

‘’Nei giorni scorsi sono apparsi degli articoli su testate giornalistiche su incontri avvenuti presso il Consiglio Comunale di Enna tra il Management Aziendale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna ed un organismo denominato Osservatorio sulla Sanità ,dove parrebbe in prima ipotesi si siano consumati confronti su materie di esclusiva competenza delle Organizzazioni Sindacali Rappresentative del Ramo Sanità, confronti che devono avvenire esclusivamente nei locali dell’ Azienda Sanitaria Provinciale di Enna tra la parte datoriale e le Organizzazioni Sindacali .
‘’ L’Osservatorio Sanità in Italia è un organismo che si avvale dei migliori medici legali disponibili sul territorio nazionale in grado di valutare con oggettività la sussistenza del nesso causa tra la condotta e il danno di assistere il cittadino nell’ambito delle azioni stragiudiziali o giudiziali intraprese al fine di ottenere l’equo risarcimento dei danni subiti .
Infatti , presso il Ministero della Salute si è insediato l’osservatorio contro la violenza degli operatori sanitari., Osservatorio di cui fanno parte i massimi esponenti delle Istituzioni dei vari Settori , Sicurezza, Professioni ; Ecc…
Anche presso la sede dell’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali si è insediato l’Osservatorio Nazionale delle buone pratiche sulla sicurezza della sanità, previsto fra l’altro dall’articolo 3 della Legge 24/2017.
Ciò che appare invece singolare ed innovativo è l’ attività descritta negli articoli di stampa che di recente ha svolto l’Osservatorio sulla Sanità costituito in seno al Comune di Enna di cui non si conoscono i criteri di riferimento normativi . le cui competenze degli argomenti trattati nell’ultimo periodo , le quali rientrano nella sfera esclusiva delle relazioni sindacali , che in ogni caso devono essere trattati esclusivamente nei tavoli di concertazione sindacale presso l’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna con i rappresentanti delle rispettive Organizzazioni Sindacali legittimate dai Contratti Collettivi di Lavoro e delle norme di riferimento vigenti .
Ci saremmo aspettati invece un segnalazione o intervento in relazione ad esempio allo Stress Psico- Fisico a cui sono sottoposti alcuni operatori a causa ai turni di lavoro a cui sono sottoposti in relazione alle diverse attività gli svolgono , o al fenomeno del randagismo presente all’interno del perimetro dell’Azienda Ospedaliera Umberto I di Enna , realtà che il Comune di Enna dovrebbe risolvere a tutela dei cittadini, o la mancata vigilanza nelle ore notturne di tutto il Presidio Ospedaliero Umberto I di Enna,.
Sicuramente , le Direzioni Sanitarie dei Presidio stanno verificando la conformità di tutti i turni di lavoro dei Medici , a tutela della sicurezza degli stessi lavoratori ‘Art.48 Atto Aziendale ‘’ , con gli uffici competenti in materia.
‘’ E’ corretto che la politica svolga il suo ruolo ma non è pensabile che alcune argomentazioni che riguardano la Sanità , soprattutto quelle che hanno refluenze sul personale dipendente e l’organizzazione del lavoro , si discutano in seno al Consiglio Comunale di Enna .
Se qualcuno pensa di sostituirsi al ruolo del sindacato attraverso queste strategie,, che lasciano il tempo che trova , si sbaglia di grosso.
La politica fa politica , il sindacato fa sindacato.
.Entrambi le cose sono difficili da sostenere nell’argomentare le materia di competenza del sindacato presso il Consiglio Comunale.
La nostra non vuole essere assolutamente una polemica ma solamente inquadrare i problemi nella giusta sede, e rappresentanza.’’
E’ Per tale motivazione che abbiamo deciso di inoltrare una dettagliata segnalazione alle Autorità Competenti al fine di verificare quanto sopra.

Visite: 401

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI