Cgil e Ugl Forestali Sicilia; sospeso lo sciopero dei forestali

Dall’incontro con il capo di gabinetto dell’assessorato agricoltura dott Antonio Parrinello e da una ricognizione fatta presso lo Sviluppo Rurale e da una valutazione dei fondi strutturale a disposizione del governo si è arrivati alla conclusione che i lavoratori forestali potranno continuare a lavorare attualmente fino a lunedì 19 Ottobre. Questo è stato comunicato dal dott. Bonanno che ha garantito il personale delle fasce di garanzia, si comunica altresi che nella giornata di giovedì si terra una Giunta per autorizzare il Dipartimento Sviluppo Rurale Territoriale ad adottare tutti gli atti finalizzati a dare prosecuzione senza soluzione di continuità all’attività dell’intero contingente delle garanzie occupazionali per le somme occorrenti sino al momento in cui diventeranno disponibili, a seguito dell’emanazione della relativa delibera CIPE, le risorse di cui al disimpegno e successiva riprogrammazione dei fondi FSC 2007/2013  per complessivi 87,9 milioni di euro.

A tal punto rimane ancora incerta la situazione dei lavoratori del servizio antincendio del 20% che sono in ritardo con le giornate lavorative avendo iniziato successivamente e fortemente preoccupati visto che la campagna si chiude il 15 Ottobre  e, dove il direttore Gullo sostiene di non avere soldi a disposizione. Questo però trova i lavoratori dubbiosi sul fatto delle risorse economiche  visto che hanno iniziato in forte ritardo e, si cercherà di forzare la mano se sarà necessaria visto i tempi che non sono a disposizione.
Lo sciopero di giorno 15 viene sospeso !

 

 

Dall’incontro con il Commissario dell’ESA On.le Francesco Calanna ci è stato comunicato che i fondi a disposizione per completare le giornate dei trattoristi sono 146 più 5, noi riteniamo che si possa aumentare il numero delle giornate di lavoro se si utilizzano la convenzione con la protezione civile.

A tal punto rimane ancora incerta, i lavoratori stano occupando gli uffici dell’ESA.
Forestali: sindacati sospendono sciopero regionale. “Impegno a fare
proseguire le attività fino al varo della delibera Cipe”

Palermo, 14 ottobre- Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil hanno sospeso lo
sciopero generale dei forestali che era stato proclamato per domaniAggiungi un nuovo appuntamento per domani. La
decisione è giunta dopo l’impegno assunto dal Dipartimento sviluppo
rurale ad assicurare per tutto il personale delle garanzie occupazionali
la permanenza al lavoro fino al 19 ottobre. DomaniAggiungi un nuovo appuntamento per domani inoltre, la giunta
regionale, secondo quanto comunicato ai sindacati dal capo di Gabinetto
dell’assessorato all’agricoltura e foreste, autorizzerà il suddetto
dipartimento “ad adottare tutti gli atti finalizzati a dare prosecuzione
senza soluzione di continuità all’attività dell’intero contingente”
mettendo a disposizione le somme occorrenti fino all’emanazione della
delibera Cipe relativa a 87, 9 milioni di euro per il settore derivanti
dalla riprogrammazione del FSC 2007/2013. “E’ il risultato della nostra
iniziativa- dicono i segretari generali delle tre categorie Salvatore
Tripi,, Fabrizio Colonna e Gaetano Pensabene- vigileremo adesso fino
alla definitiva soluzione della vicenda”.

 

COMUNICATO STAMPA
Forestali : Tripi (Flai Cgil), con la riprogrammazione dei fondi FSC a
favore dei forestali non viene meno nessuna opera pubblica e in più si
investe contro il dissesto idrogeologico

Palermo, 14 ott- “Con il disimpegno dei fondi FSC per 87,9 milioni e la
riprogrammazione a favore del settore forestale non solo non viene meno
nessuna opera pubblica, ma si produce un avanzamento della spesa
comunitaria nell’ambito degli interventi contro il dissesto
idrogeologico, per la prevenzione e la messa in sicurezza del
territorio”. La puntualizzazione viene dalla Flai Cgil Sicilia, che con
il segretario generale Salvatore Tripi, osserva peraltro che “le opere
pubbliche che non si è stati in grado di realizzare con quelle risorse
nell’ambito della vecchia programmazione europea sono previste dalla
nuova programmazione, di fatto dunque non vengono meno”. Il segretario
della Flai ricorda invece gli ultimi disastri ambientali della Sicilia
orientale definendo “del tutto opportuna la spesa per prevenirli con
attività che passano attraverso il lavoro dei forestali di cui non si
può certo pensare di fare a meno. Il diritto dei forestali al lavoro-
aggiunge- si incontra dunque con l’esigenza di interventi sul
territorio, ancora più urgenti in vista dell’inverno”. Tripi conclude
dicendo che “ il tema non è dunque gli stipendi ma il fatto che si sta
investendo per la salvaguardia del territorio , per la quale i forestali
svolgono un ruolo importante, garantendo al contempo il diritto al
lavoro in una regione ad alto tasso di disoccupazione come la Sicilia”.

Visite: 371

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI