Troina, Oasi Maria SS, incontro su disturbi specifici dell’apprendimento infantili

Troina 7 settembre 2015 –  Un focus sulle ultime novità scientifiche legate ai Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA), un fenomeno in continua crescita come si evince dalle statistiche ministeriali e alla base di un crescente tasso di abbandono scolastico, specie nel Sud e nelle isole. A Troina, in provincia di Enna, l’11 e il 12 settembre prossimo, esperti, studiosi e clinici discuteranno e si confronteranno all’IRCCS Oasi Maria SS., nota struttura per lo studio delle disabilità intellettive e dei disturbi neurocognitivi, su un tema di forte attualità che investe il sistema scolastico italiano e le famiglie, ma anche il Servizio Sanitario Nazionale, le Università, le Associazioni e i centri privati che a vario titolo sono chiamati a gestire, ognuno per le proprie competenze, questo disturbo.  I DSA costituiscono un’area di interesse clinico nella quale si è registrato un importante avanzamento delle conoscenze grazie alla ricerca scientifica, il perfezionamento delle tecniche di indagini diagnostiche, ma anche e soprattutto per la maggiore attenzione di genitori e insegnanti. Ogni persona nasce con la propensione ad avere una maggiore facilità o difficoltà a compiere qualunque cosa o compito, ma a volte nonostante la propria sviluppata intelligenza, sono molti quelli che invertono numeri e lettere, studiano con fatica, presentano difficoltà nella lettura, nella scrittura o nel calcolo o nei ragionamenti matematici. Si tratta di criticità che rientrano nel quadro dei DSA, che interessa, dati MIUR alla mano e tratti dalla prima rilevazione nel sistema nazionale di istruzione del 2011, quasi l’uno per cento della popolazione scolastica. In numeri assoluti, circa 65 mila bambini e ragazzi, in pratica da tre a cinque bambini su cento della popolazione in età d’obbligo scolastico, presenta DSA. In Sicilia questo disturbo interessa oltre duemila bambini e la maggiore incidenza, così come si registra a livello nazionale, riguarda gli alunni della scuola media. Migliaia le famiglie disorientate per ciò che concerne l’iter che va dalla diagnosi all’intervento, al metodo di studio personalizzato.

Il convegno che viene organizzato a Troina dall’IRCCS Oasi Maria SS e dal titolo: “Diagnosi e intervento per DSA E BES tra buone prassi e criticità”, vuole essere, come dice il dottore Serafino Buono – Direttore dell’UOC di Psicologia dell’IRCCS di Troina e coordinatore scientifico dell’evento – “un’occasione di crescita professionale per gli operatori della sanità e gli insegnanti, un momento di confronto sull’attuale condizione dei bambini con DSA e BES, sia in ambito scolastico sia familiare. Inoltre, considerata la levatura scientifica dei relatori, il convegno offre lo spunto per una riflessione aggiornata sulle conoscenze di queste complesse condizioni”. Per questo importante appuntamento l’IRCCS Oasi Maria SS. ha voluto portare a Troina i nomi dei principali esperti sulla tematica, provenienti da diverse e importanti Università italiane. Il convegno che vede la collaborazione delle Università di: Catania, Enna, Messina e Palermo e della rivista “Life Span and Disability”, è rivolto a psicologi, pedagogisti, neuropsichiatri infantili, pediatri, educatori, logopedisti, insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado. L’iniziativa è patrocinata dall’Assessorato della Salute – Regione Sicilia, dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia, dall’Ordine Psicologi Regione Sicilia, dall’AIRIPA, dal CNIS, dall’AID,  dalla FLI Sicilia e dall’Ordine Assistenti Sociali.

Visite: 743

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI