Troina IL COMUNE ADERISCE ALL’ASSOCIAZIONE “RETE DI COOPERAZIONE DEGLI ITINERARI EUROPEI DELL’IMPERATORE CARLO V°”

IL COMUNE ADERISCE ALL’ASSOCIAZIONE “RETE DI COOPERAZIONE DEGLI ITINERARI EUROPEI DELL’IMPERATORE CARLO V°”

Per promuovere la tutela, l’arricchimento e la diffusione del patrimonio culturale della città
Troina, 21 settembre 2018 – Con apposita delibera di giunta, il Comune ha aderito, nei giorni scorsi, all’Associazione “Rete di Cooperazione degli Itinerari Europei dell’Imperatore Carlo V”, per promuovere la tutela, l’arricchimento e la diffusione del patrimonio culturale della città.
L’ Associazione, che ha sede nel comune spagnolo di Cuacos de Yuste, persegue, senza scopo di lucro, l’obiettivo di consolidare una rete di cooperazione europea che favorisca un’offerta culturale e turistica sulla base del comune patrimonio del XVI° secolo, orbitante attorno alla figura di Carlo V d’Asburgo.
Un progetto che si articola sulla ricerca della storia, dell’arte e della cultura del tempo, la conservazione e la divulgazione del patrimonio culturale europeo del Rinascimento, la promozione di scambi culturali ed educativi, la creazione di prodotti turistici di carattere sostenibile e di nuovi posti di lavoro, che l’amministrazione ha subito sposato, in piena sinergia con gli indirizzi e gli obiettivi perseguiti della diffusione della cultura e della promozione del territorio.
“L’adesione all’associazione degli itinerari europei dell’imperatore Carlo V, che soggiornò proprio a Troina – spiega l’assessore al turismo Stefano Giambirtone – , è un’ulteriore dimostrazione della straordinaria importanza storica della nostra città, dal cui passato dobbiamo trarre tutti i possibili vantaggi. È inoltre un’iniziativa di strategica importanza di promozione e valorizzazione turistica e culturale, che ci permetterà di ambire ad un respiro internazionale con la possibilità di creare una rete di cooperazione con diverse città italiane ed europee, per promuovere scambi culturali ed educativi e per dare vita ad un circuito che ci permetta di fare un ulteriore salto di qualità e dare maggiore visibilità al nostro patrimonio storico culturale, ambientale ed enogastronomico”.
Attraverso l’inserimento nella Rete infatti, capitali, città, istituzioni e organizzazioni coinvolte negli Itinerari, svilupperanno attività comuni di carattere culturale, ricreativo, sociale, educativo e turistico e di gestione congiunta del restauro e della valorizzazione del proprio patrimonio, nonché di promozione del carattere regionale del turismo e della creazione di appositi itinerari culturali e turistici condivisi.

Visite: 200

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI