Troina, avviato iter per riconoscimento dall’Unesco del Festino del Patrono

Trasmesso alla Commissione Nazionale dell’Unesco il dossier per chiedere l’inserimento del festino di San Silvestro nella lista mondiale del Patrimonio Culturale Immateriale.
La documentazione della candidatura – corredata da foto, pubblicazioni e video – e’ stata redatta da Raymond Bondin, delegato Unesco e personalità di grande spessore del mondo culturale internazionale.
“Dopo circa un anno di lavoro – ha dichiarato il sindaco Fabio Venezia – abbiamo raccolto tutta la documentazione necessaria di questa festa religiosa unica nel suo genere, che mette al centro il rapporto uomo-natura e il legame indissolubile del popolo troinese con il suo santo patrono. Il culto dell’alloro e i numerosi aspetti simbolici e rituali del ciclo di festeggiamenti in onore di San Silvestro, sono elementi di grande interesse che – siamo certi – saranno valorizzati dalla Commissione Nazionale Unesco. L’iter e’ molto lungo e complesso, ma siamo convinti che il Festino possa entrare a pieno titolo a far parte della lista mondiale del patrimonio culturale immateriale Unesco”.
La festa del “civis et patronus” di Troina – nei mesi scorsi – e’ stata inoltre iscritta nel Registro delle Eredità Immateriali della Regione Siciliana (REIS), che ne ha riconosciuto quei “valori di rilevanza” ne hanno consentito l’inserimento nel Libro delle Celebrazioni, delle Feste e della Pratiche Rituali.
Un primo passo propedeutico al riconoscimento da parte dell’UNESCO del festino, che sarebbe così la prima manifestazione religiosa italiana a ottenere questo prestigioso attestato, nonché il quarto bene italiano a far parte della lista dopo la dieta mediterranea, il canto a tenore dei pastori sardi e l’opera dei pupi siciliani.

Visite: 733

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI