Troina, assegnati dal Governo al Comune 350 mila euro per l’edilizia scolastica

Il Comune e’ tra i beneficiari dell’esclusione dal patto di stabilità del 2014, delle spese riguardanti gli interventi di edilizia scolastica.

Lo prevede il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, che assegna gli spazi finanziari residui – riferiti esclusivamente all’anno in corso – a 50 comuni i cui sindaci hanno risposto agli appelli del premier Matteo Renzi del 3 marzo e del 16 maggio scorsi, segnalando interventi di edilizia scolastica immediatamente cantierabili, finanziati interamente con fondi propri.

Dopo mesi di lavoro – ha dichiarato il sindaco Fabio Venezia – siamo molto soddisfatti di essere riusciti a ottenere questo importante margine di spesa che ci consentirà di dare delle immediate risposte a esigenze attese da molti anni dalla popolazione scolastica troinese. Fin dal nostro insediamento, abbiamo considerato la scuola come un investimento per il futuro della nostra comunità e non come una spesa da ridurre. Coerentemente con questa visione, siamo a lavoro insieme agli uffici per programmare altri interventi significativi sul versante dell’edilizia scolastica. Non faremo mancare il nostro impegno per ottenere altri finanziamenti”.

Lo spazio finanziario assegnato al Comune ammonta a 350 mila euro e consentirà all’amministrazione Venezia di realizzare interventi manutentivi in vari edifici scolastici, tra cui la scuola media “Don Bosco” e i plessi “Mulino a vento” e “Scalforio” delle elementari.

Su 380 comuni siciliani, Troina – insieme a Trapani e San Filippo del Mela (Me) – e’ uno dei tre Enti locali dell’Isola a essere beneficiario dell’importante provvedimento di sostegno finanziario del Governo Renzi.

Visite: 813

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI