Troina APPROVATO IL CONSUNTIVO 2016 CON UN AVANZO DI 5 MILIONI E 350 MILA EURO

APPROVATO IL CONSUNTIVO 2016 CON UN AVANZO DI 5 MILIONI E 350 MILA EURO
Il sindaco Venezia: ”Troina Comune virtuoso: bilancio solido sul fronte delle entrate e del monitoraggio della spesa”

Troina, 15 novembre 2017 – Con l’astensione del consigliere di minoranza del gruppo d’opposizione “Insieme per Troina”, la maggioranza del consiglio comunale, nella seduta svoltasi ieri sera al palazzo municipale, ha approvato, con un avanzo di amministrazione di 5 milioni e 350 mila euro, il bilancio consuntivo 2016 dell’Ente. “Nonostante i tagli dei trasferimenti dallo Stato e dalla Regione – ha spiegato il sindaco e assessore al bilancio Fabio Venezia – , Troina si attesta Comune virtuoso con un bilancio solido sia sul fronte delle entrate, che su quello del monitoraggio della spesa. L’amministrazione ha cercato di ancorare risorse e obiettivi al contesto socio – economico, ampliando i servizi per i cittadini e aumentando la spesa per il sociale e per la manutenzione del territorio. Da una parte infatti, sono state ridotte spese e sprechi, mentre dall’altra è stato fatto uno sforzo notevole per utilizzare al meglio le risorse disponibili per mantenere i servizi offerti alla cittadinanza e per sostenere concretamente l’economia locale”. Come illustrato dal primo cittadino nella sua relazione, nel 2016 infatti le famiglie non hanno pagato il servizio di mensa scolastica, mentre quello di trasporto urbano con il bus – navetta è stato gratuito per tutti i cittadini.
Negli ultimi quattro anni inoltre, non sono state aumentate di un solo euro le tasse comunali e non si è pagata né l’IRPERF, né la TASI, né l’IMU per la prima casa, mentre le aliquote di quest’ultima per la seconda abitazione e per le attività produttive sono state ridotte al minimo. Ulteriori sgravi tributari sono inoltre stati previsti per le famiglie numerose e per le vittime di estorsione e usura.
Sul fronte sociale, con una spesa complessiva di 750 mila euro, sono stati assicurati una serie di importanti servizi alla collettività, quali le rette di ricovero, l’assistenza domiciliare agli anziani e il sostegno economico alle famiglie meno abbienti mentre, attraverso i “Progetto obiettivo”, si è provveduto a sostenere finanziariamente i soggetti in difficoltà, impiegandoli in lavori di pubblica utilità, che hanno altresì permesso di dare risposte alla collettività sul versante delle manutenzioni e del decoro urbano. Lo stanziamento di 90 mila euro per promozione turistica e le iniziative culturali, ha consentito di organizzare importanti manifestazioni di forte richiamo e grande partecipazione, dall’estate nei quartieri alle Notte bianca, dalla “Sagra della vastedda cu sammucu” nel quartiere Scalforio alle iniziative del “Natale a Troina”, con significative ricadute sull’economia locale. Di grande impatto anche la mostra “Omaggio a Tiziano. Capolavori a confronto”, che ha portato in città 5.000 visitatori e le riprese del film “Sicilian gosth story”, dei registi Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, quasi interamente girato a Troina, per un indotto complessivo di 500 mila euro e 3.600 pernottamenti.
Grande attenzione è stata data alla diffusione della cultura della legalità e alla sicurezza urbana con l’inaugurazione della nuova caserma dell’Arma dei Carabinieri e la promozione di diversi incontri con i vertici provinciali delle forze dell’ordine e con il Prefetto, per intraprendere iniziative contro la criminalità.
Grazie a un apposito regolamento, sono inoltre stati concessi contributi a fondo perduto per l’istallazione di impianti di videosorveglianza a diversi operatori economici del territorio, per prevenire e contrastare i furti, soprattutto a scopo estorsivo, che, unitamente al lavoro svolto dalle forze dell’ordine e della locale associazione antiracket e antiusura, ha fatto registrare un significativo calo di reati nel territorio.
Nell’ambito delle azioni in favore dello sport, sono state previste apposite somme per sostenere l’associazionismo sportivo e per completare il centro sportivo polivalente, intitolato a Nelson Mandela, mentre ulteriori 90 mila euro sono stati destinati alla manutenzione del verde pubblico, per la pulizia della città e la valorizzazione delle aree verdi. Sul fronte dello sviluppo economico, è stato avviato il “Progetto Microcredito” per il sostegno delle attività produttive del territorio, che ha finanziato 21 iniziative imprenditoriali, e sono stati stanziati 176 mila euro per gli incentivi alle imprese che assumono giovani. Per i disoccupati prossimi alla pensione, è stato avviato invece, in via sperimentale, il progetto “Reddito di dignità”, che ha consentito a 11 disoccupati over 62 di poter lavorare per 10 mesi per il Comune.
Significativi interventi sono stati realizzati sul fronte della manutenzione della viabilità urbana e extraurbana e degli edifici comunali, che a breve saranno tutti accorpati nell’unico edificio di via Graziano, per rendere più efficiente l’apparato burocratico e abbattere alcuni costi di gestione.
E’ stata realizzata inoltre una nuova e accogliente sede per l’AVIS e sono stati completati i lavori per la riapertura, dopo diversi anni, di Via Donatori del sangue, con il conseguente spostamento del mercato settimanale.
Relativamente al settore lavori pubblici, sono stati realizzati importanti interventi sulla viabilità rurale e sono stati impiegati 80 mila euro per lavori di somma urgenza in alcuni quartieri del centro abitato. Grazie ad un finanziamento di 100 mila euro del Genio Civile, sono state inoltre messe in sicurezza le pendici di Via Discesa Cappuccini. Per l’edilizia scolastica, sono stati effettuati interventi straordinari in diversi edifici scolastici e, in particolare nei plessi scolastici Parapià e San Michele, oltre alla realizzazione del nuovo refettorio nella scuola media “Don Bosco” e ai lavori di ampliamento dell’asilo nido comunale, grazie ad un finanziamento nell’ambito dei fondi PAC.
Per quanto concerne, infine, la riqualificazione e la valorizzazione del centro storico, sono stati stanziati 196 mila euro per gli incentivi sulle ristrutturazioni edilizie. Altri 180 mila euro sono andati ai contributi a fondo perduto per i giovani e i cittadini che acquistano la loro prima casa nel centro storico, iniziativa che si è concretizzata con l’acquisto di 50 abitazioni, consentendo così di riqualificare gli immobili privati che da anni versano in cattive condizioni, sostenere concretamente le giovani coppie che non hanno accesso al credito, incentivare il ripopolamento del centro storico e sostenere l’economia locale, mediante il coinvolgimento delle maestranze locali nei lavori di ristrutturazione. Con l’accesso al “Fondo Jessica” inoltre, sono stati avviati i lavori per il restauro dell’ex Convento del Carmine (450 mila euro) e per la costruzione dei due parcheggi di contrada Parapià (300 mila euro) e del quartiere “Borgo”, nella’area compresa tra le vie Sotera, Fontanelle, Marchesino e Spirito Santo (690 mila euro).

Visite: 148

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI