Troina 788 MILA EURO DALLA REGIONE PER IL CONSOLIDAMENTO E IL RESTAURO DELLA CHIESA DELL’IMMACOLATA

788 MILA EURO DALLA REGIONE PER IL CONSOLIDAMENTO E IL RESTAURO DELLA CHIESA DELL’IMMACOLATA
Arrivato, dall’Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità, il decreto di finanziamento del progetto esecutivo dei lavori

Troina, 10 novembre 2017 – Arrivato dall’Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, il decreto di finanziamento di 788 mila euro per il consolidamento e il restauro della chiesa Maria Santissima dell’Immacolata di via Conte Ruggero.
Il progetto, finanziato con le risorse del Fondo di Sviluppo e Coesione 2014/2020, nell’ambito del progetto strategico “Interventi sui Beni Culturali Storico – Artistici di Culto”, consentirà il recupero dell’antica chiesa medievale del centro storico, sede dell’omonima confraternita religiosa, chiusa ormai da diversi anni per motivi di sicurezza e pubblica incolumità, a causa delle precarie condizioni di stabilità in cui versa l’intera struttura.
A annunciarlo il sindaco Fabio Venezia, che ha dichiarato: “Con quest’altro importante finanziamento tornerà alla fruizione pubblica e ai fasti di un tempo una delle chiese più importanti del centro storico troinese, da molti anni ormai chiusa al culto. La struttura religiosa, una volta ultimati i lavori di restauro, entrerà a far parte dell’itinerario storico-artistico della città e ospiterà le opere più importanti della scultura lignea troinese. Un grazie sentito al compianto monsignor Antonino Proto, arciprete di Troina, per l’impegno profuso, insieme all’amministrazione comunale, per ottenere questo fondamentale contributo”.
Nel 2015 il Comune infatti, di concerto con la Curia Vescovile della Diocesi di Nicosia, ravvisata la necessità di intervenire con urgenza per evitare cedimenti e recuperare lo stabile, aveva presentato un progetto, redatto dall’architetto Giovanni Impellizzeri, per consolidare la muratura esterna della chiesa, in avanzato stato di deterioramento, oltre che avviare il restauro architettonico della costruzione.
I lavori, che saranno avviati non appena saranno espletate le procedure di gara per l’aggiudicazione, consentiranno di mettere in sicurezza l’edificio con l’apposizione di tiranti, il rifacimento di alcune volte e la realizzazione di un tetto ligneo.
Sul fronte del restauro invece, si procederà alla listatura del paramento murario esterno, al rifacimento dell’intonaco interno e alla levigatura della pavimentazione della chiesa, nonché alla ripitturazione dei locali, alla sostituzione degli infissi sia interni che esterni e alla realizzazione dell’impianto elettrico e di riscaldamento.

Visite: 105

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI