Tre donne per lo sviluppo della Sicilia. Incontro al femminile del Rotary Catania Est che presenta la partnership con il Teatro Stabile di Catania

Tre donne per lo sviluppo della Sicilia.

Incontro al femminile del Rotary Catania Est

che presenta la partnership con il Teatro Stabile di Catania

Catania, 20 luglio 2019 – Il Rotary Catania Est ha presentato la partnership con il Teatro Stabile della città etnea alla presenza della neo presidente Brunella Bertolino, manager turistica che da decenni ha fatto della Sicilia la sua home e della socia e docente universitaria Silvana Raffaele.

Ospite della serata Laura Sicignano che, da poco più di un anno, ha l’onere e l’onore di dirigere il famoso Teatro Stabile fondato nel 1958 da Turi Ferro, Michele Abruzzo, Gaetano Musumeci e altre personalità che hanno fatto grande Catania.

“Una città teatrale già nei modi di esprimersi Catania” è stato detto dal pubblico presente che, “ in questi dire e non dire, e nelle espressioni da interpretare” fa comprendere il perché il Teatro, nella città del liotru è sempre stato protagonista e continua a “sfornare” talenti.

La professoressa Silvana Raffaele ha spiegato alla platea l’excursus storico del Teatro Stabile, il primo situato a sud di Roma, dai suoi momenti più longevi sino a quelli più difficili e di decadenza, sottolineando come nonostante le difficoltà il Teatro Stabile di Catania sia un pilastro della città.

Ed è questo che inizialmente ha quasi spaventato Laura Sicignano, attuale direttrice “la gioia dell’aver vinto il concorso è stata anche preoccupazione di non essere in grado”.

In questo primo anno di dirigenza la genovese di adozione Sicignano ha però dimostrato non solo la sua grande preparazione in ambito teatrale e la sua capacità di fare squadra con tutte le maestranze, dagli attori sino alle maschere, ma anche il suo essere manager, non a caso ha diretto per vent’anni il Teatro Cargo di Genova.

E, da buona genovese, sta cercando di minimizzare i costi per ripagare il debito che le vecchie amministrazioni hanno lasciato al Teatro Verga.

“Il teatro è un arte difficilissima, complessa e l’idea del teatro perfetta è utopia. Ogni figura richiede altissima professionalità e tanta burocrazia, ma il teatro non deve distaccarsi dalla realtà. Oltre che assurdo era costoso avere una falegnameria esterna. Così l’abbiamo riaperta e abbiamo abbattuto i costi e i tempi – spiega la Sicignano – inoltre sono tornati gli incontri con gli artisti così da connettere la città con il teatro, che non è mondo a se’. Facciamo spettacoli ad hoc per i giovanissimi e formazione per il personale, che deve sentirsi coinvolto ed entusiasta nell’avventura”.

Il payoff della stagione teatrale dello Stabile di Catania è Meravi-inganni-gliosi e ha un ricco cartellone di tredici titoli in abbonamento e altri sette fuori abbonamento, con particolare attenzione ai classici, alle tradizioni, ma anche alla creatività.

Durante la serata si è sottolineato come il Teatro Stabile di Catania “deve” ritornare a vivere e a coinvolgere la città, e per far ciò ha predisposto una speciale scontistica a favore dei Soci di tutti i Rotary Clubs al fine di aumentare gli abbonamenti.

L’anno sociale diretto da Brunella Bertolino, si annuncia già da queste prime settimane ricco di contenuti, infatti oltre al recente incontro con la direttrice del Teatro Verga, si è avuto, poche settimane fa, in occasione della ricorrenza di questi giorni dell’arrivo del primo uomo sulla luna, la conferenza con Marco Pavone, professore di Aeronautica e Astronautica alla Standford University e nelle prossime settimane nuovi eventi sociali si annunciano.

Visite: 375

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI